POLITICA Letto 6396  |    Stampa articolo

Consiglio comunale. Fusaro presidente dell’assise, Palumbo vice. Dieci capigruppo

Foto © Acri In Rete
Roberto Saporito
Con la seduta del primo Consiglio Comunale, è iniziata ufficialmente l’Amministrazione Comunale guidata dal sindaco Pino Capalbo eletta nel ballottaggio dello scorso 25 giugno.
Ben dieci i punti all’ordine del giorno alcuni dei quali molto significativi e che hanno riguardato varie nomine. Auguri e strette di mano tra i diciassette consiglieri, eleganti, emozionati e tesi.
Il clima sereno, però, è durato pochi minuti e la scintilla è scoppiata subito dopo l’elezione del Presidente dell’Assise.
Alla massima carica istituzionale è stato eletto Mario Fusaro, grazie a undici voti, quelli, si presume, della maggioranza. Sei voti anche per Raffaele Morrone, votato, probabilmente, dai consiglieri di minoranza.
Salvatore Palumbo, dell’opposizione, grazie a tredici voti, ricoprirà il ruolo di vice presidente.
Capalbo ha stigmatizzato il comportamento della minoranza riguardo la votazione del presidente; “solitamente, ha detto, il Presidente indicato dalla maggioranza viene votato dall’intero Consiglio, se le premesse sono queste vedo difficile un dialogo con la minoranza.”
Feraudo, invece, sorprendendo tutti, ha chiesto al sindaco se nella maggioranza e nella giunta vi siano o meno esponenti appartenenti alla Massoneria. Il primo cittadino lo ha escluso, ammettendo di averne fatto parte in passato per alcuni mesi.
Capalbo, poi, ha letto il giuramento ed ha presentato i suoi cinque collaboratori; Sergio Algieri, vice sindaco con delega agli affari legali, formazione professionale e personale, Natale Viteritti, bilancio, attività produttive, trasporti, traffico e lavori pubblici, Emanuele Le Pera, sanità, sport, servizi sociali, politiche giovanili e spettacolo, Rossella Iaquinta, ambiente, forestazione, igiene e urbanistica, Maria Mascitti, turismo, protezione civile, cultura e pubblica istruzione.
Nominati anche i capigruppo, ben dieci; Pd (Franca Sposato), Acri in Comune (Luigi Caiaro), Movimento Acri Democratica (Salvatore Fusaro), Liberamente (Fausto Sposato), Nuovi orizzonti (Angelo Gencarelli), Moderati per Acri (Anna Vigliaturo), Centristi per Acri (Marco Abbuzzese), Democratici per la legalità (Mario Bonacci), Cittadini in movimento (Emilio Turano), Cattolici progressisti (Maurizio Feraudo).
Tutti i sedici consiglieri sono intervenuti per ringraziare i propri elettori e spiegare i motivi della candidatura e gli obiettivi del mandato elettorale.
Capalbo ha, infine, illustrato il programma amministrativo non prima di aver riferito sullo stato attuale dell’Ente, soprattutto dal punto di vista economico, che appare tutt’altro che roseo visti i quattro milioni di debiti fuori bilancio ed i minori trasferimenti statali per non aver rispettato alcuni importanti parametri imposti dalla legge.

PUBBLICATO 14/07/2017





Ultime Notizie

NEWS  |  LETTO 38  
Colle Dogna. Quattro mila anni di presenze umane
Seimila reperti rappresentano quattromila anni di presenze umane nel sito di Colle Dogna....
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 940  
Morte Fusaro. Tante cose da chiarire, ricorreremo in Appello
Spett.le Redazione di Acri In Rete, la recente pubblicazione sulla testata online del “Comunicato Stampa” relativo all’assoluzione da parte di un giudice del Tribunale di Novara del cardiochirurgo E ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 851  
Sindacato carabinieri. Lello Esposito segretario regionale dell’Unarma
Gli acresi continuano a farsi apprezzare ed a ricevere gratificazioni in ogni campo. Oggi è il caso di Raffaele Esposito (nella foto), per gli amici Lello, 53 anni, acrese doc in forza al Comando ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 722  
Poste Italiane e banche. Attenzione agli sms falsi
Sono sempre più frequenti sms del tipo che vi mostriamo in foto e che arrivano sui cellulari (è successo anche a noi). Questo riguarda Poste Italiane ma accade anche per le banche.
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 1710  
Morte Fusaro. Assolto Micalizzi
In relazione all’articolo apparso sulla Vs. testata giornalistica on line in data 25 Marzo 2019, per mezzo del quale pubblicavate la notizia dell’avvenuta fissazione dell’udienza preliminare a caric ...
Leggi tutto