POLITICA Letto 2334  |    Stampa articolo

Politica. Verso le politiche di marzo 2018. Ecco lo scenario locale

Foto © Acri In Rete
Roberto Saporito
Nella giornata di giovedì, il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha firmato il decreto di scioglimento delle due Camere. Il prossimo 4 marzo gli italiani saranno chiamati al voto.
La cittadina silana darà, come sempre, il proprio contributo in termini di consensi sia ai candidati locali sia a chi proviene da fuori ma che qui ha punti di riferimento.
Nel 2013 gli elettori furono 17mila, il 68%.
Cinque i candidati locali; Pino Capalbo, attuale sindaco, alla Camera nella lista Pd e Bruno Pascuzzo, alla Camera per Sel, a sostegno di Bersani, Massimo Belsito, per il Movimento Cinque Stelle, a sostegno di Grillo, Nicola Tenuta, ex sindaco, alla Camera per Grande Sud, a sostegno di Berlusconi e Michele Trematerra, ex assessore regionale, per l’Udc, a sostegno di Monti.
La coalizione di Bersani ottenne 3800 consensi, 34%, quella di Berlusconi, 2100 voti, il 20%, quella di Monti 1600 voti, 14% e quella di Grillo ben 3100 voti, il 28%, che si rivelò un exploit. Questi i voti in dettaglio dei partiti che esprimevano un candidato locale; per la Camera, Pd 2600 voti, 24%, Sel 800 voti, 7%, M5S, 3100 voti, 28%, Grande Sud, 1200 voti, 11%, per il Senato, Udc, poco più di mille voti, 9%, un flop. Rispetto a cinque anni fa, è cambiato qualcosa; il Pd è presente e governa il Comune, l’Udc, alle prese con new entry ed abbandoni, è in una fase di riorganizzazione e troverà posto nella coalizione di centro destra ma difficilmente punterà nuovamente su Michele Trematerra, alle prese con il processo Acheruntia che lo vede imputato per concorso esterno in associazione mafiosa e corruzione elettorale.
Ci sarà anche Forza Italia, che qui può contare su un discreto consenso, Sel lascerà il posto a Liberi e Uguali.
Proprio il nuovo partito di Grasso, ex presidente del Senato, potrebbe essere rappresentato alla Camera, così come il Pd che, di certo, non rinuncerà ad un candidato locale.
Stessa cosa dicasi per il M5S, che non ha partecipato alle Comunali dello scorso giugno, ma che a marzo ci sarà sicuramente.
Dopo Capodanno, il via alla campagna elettorale ed alle prime indiscrezioni sui candidati.

PUBBLICATO 28/12/2017





Ultime Notizie

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 2329  
Quando a rimanere la stessa e' la miopia di chi ascolta gli orchestrali
Leggendo l’articolo della LACA pubblicato su Acri In Rete, nel quale viene esternata la preoccupazione circa il progressivo spostamento dei servizi del Poliambulatorio di Via Julia presso l’ospedale ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 2085  
Geologia e territorio. Le "strane" rocce di Serra di Buda. Si tratta di folgoriti?
Tutto parte nel 1970 quando Francesco Foggia, geologo, docente in quiescenza, allora studente di scienze geologiche, decide di sottoporre all’attenzione di alcuni suoi docenti dell’università di Mod ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 452  
Il confronto tra associazioni: la sintonia tra LACA e "Sanità è Vita" onlus
Il giorno 13 settembre scorso, si è tenuto un incontro tra la Libera Associazione Cittadini Acresi e l’associazione ONLUS “Sanità è Vita”, due associazioni no profit impegnate da anni a difesa degli ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 3544  
Verso il rimpasto. Dopo la revoca al vice sindaco, ecco chi rischia
La rivisitazione dell’’esecutivo subisce un’accelerata. Nella giornata di lunedì, il sindaco Capalbo ha provveduto a sollevare dall’incarico di vice sindaco ed assessore, Sergio Algieri. Nelle moti ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 6120  
Revocato il vicesindaco Algieri
A poco più di un anno dal suo insediamento l'avvocato Sergio Algieri viene "revocato" dalle sue funzioni. Qui di seguito il decreto di revoca
Leggi tutto