NEWS Letto 6057  |    Stampa articolo

Lite degenerata in aggressione, grave un 22enne colpito con una pala

Foto © Acri In Rete
Redazione
Sabato 6 gennaio, alle ore 12.00 circa, nei pressi della Basilica di Sant'Angelo d'Acri, un ragazzo afgano di 22 anni, M.W., residente da diversi anni ad Acri e benvoluto in paese per la sua serietà ed affabilità, è stato colpito a sangue con una pala da P. A., 52enne acrese.
Il ragazzo, arrivato in Italia per sfuggire alla guerra attraverso un "barcone della speranza", vive da diversi anni ad Acri dove, inizialmente, ha trovato accoglienza presso il centro per rifugiati politici "Abou".
M.W., che in Afghanistan realizzava tappeti insieme al padre, lavora saltuariamente come operaio. Ad Acri M.W. si è integrato bene ed ha molti amici, tutti lo chiamano Angelo.
Sabato, all'ora di pranzo, accompagnato da un amico, suo connazionale, Angelo si è recato a casa del suo ex datore di lavoro, P.A., rivendicando una somma di denaro che pare avanzasse dall'uomo.
Tra i due è scoppiata una lite, la cui causa è ancora al vaglio dei carabinieri, culminata con un colpo quasi letale per il giovane, prontamente soccorso dall'amico che lo accompagnava.
L'amico ha condotto il giovane agonizzante, a piedi, presso la locale Stazione dei Carabinieri, senza ricevere alcun aiuto lungo i 2 km di tragitto
Qui è stato soccorso, dapprima da un medico che passava nei pressi della caserma e, successivamente, dall'equipe del 118, subito allertata dai carabinieri.
Le condizioni del ragazzo sono apparse fin da subito molto gravi ed è stato immediatamente ricoverato presso l'ospedale Civile dell'Annunziata di Cosenza, dove tutt'ora si trova in coma farmacologico.
Mentre il ragazzo lotta tra la vita e la morte, P.A. è a piede libero, in attesa che si faccia chiarezza sulla dinamica e le motivazioni dell'aggressione.
Dalle prime indiscrezioni sembra che il 52enne sostenga di essersi difeso a seguito di un'aggressione da parte del ragazzo.
Le indagini in corso accerteranno la dinamica dell'accaduto.

PUBBLICATO 08/01/2018





Ultime Notizie

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 2329  
Quando a rimanere la stessa e' la miopia di chi ascolta gli orchestrali
Leggendo l’articolo della LACA pubblicato su Acri In Rete, nel quale viene esternata la preoccupazione circa il progressivo spostamento dei servizi del Poliambulatorio di Via Julia presso l’ospedale ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 2085  
Geologia e territorio. Le "strane" rocce di Serra di Buda. Si tratta di folgoriti?
Tutto parte nel 1970 quando Francesco Foggia, geologo, docente in quiescenza, allora studente di scienze geologiche, decide di sottoporre all’attenzione di alcuni suoi docenti dell’università di Mod ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 452  
Il confronto tra associazioni: la sintonia tra LACA e "Sanità è Vita" onlus
Il giorno 13 settembre scorso, si è tenuto un incontro tra la Libera Associazione Cittadini Acresi e l’associazione ONLUS “Sanità è Vita”, due associazioni no profit impegnate da anni a difesa degli ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 3544  
Verso il rimpasto. Dopo la revoca al vice sindaco, ecco chi rischia
La rivisitazione dell’’esecutivo subisce un’accelerata. Nella giornata di lunedì, il sindaco Capalbo ha provveduto a sollevare dall’incarico di vice sindaco ed assessore, Sergio Algieri. Nelle moti ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 6120  
Revocato il vicesindaco Algieri
A poco più di un anno dal suo insediamento l'avvocato Sergio Algieri viene "revocato" dalle sue funzioni. Qui di seguito il decreto di revoca
Leggi tutto