NEWS Letto 3529  |    Stampa articolo

I fatti della settimana. Gli assessori dimissionari, le difficoltà dell'Fc Calcio Acri, i fondi per la messa in sicurezza delle scuole

Foto © Acri In Rete
Redazione
Apriamo “i fatti della settimana” con la politica. La rivisitazione della giunta pare, oramai, vicina. In una sua nota, pubblicata su Acrinrete.info, è lo stesso sindaco Capalbo ad annunciarla quando scrive “ho chiesto a tutti gli assessori di rimettere il mandato.”
Ed, a quanto pare, lo avrebbero fatto. Non tutti, però (Algieri?). Ora spetta al primo cittadino riconfermare o sostituire, in toto o in parte i suoi collaboratori e se dovesse essere necessario, procederà con la revoca che, naturalmente, non sarebbe una buona cosa.
Secondo indiscrezioni, ci sarebbero facce nuove all’interno della giunta e non è escluso che il sindaco possa pescarle anche tra i suoi consiglieri.
Della nuova squadra non farebbero parte Viteritti e Mascitti.
Il tutto dovrebbe avvenire entro fine mese per un rilancio dell’attività politica ed amministrativa a pochi mesi dal voto regionale dove, evidentemente, il sindaco Capalbo vuole recitare un ruolo importante.
Sport.
Inizia male, anzi malissimo, il campionato dell’Fc Calcio Acri che viene sconfitto in casa per 5 a 0 dal Trebisacce.
I rossoneri sono scesi in campo con una formazione imbottita di giovani ed a corto di preparazione. Necessitano rinforzi, almeno sei di esperienza, ma soprattutto è necessario costituire una società ed intercettare fondi (almeno 90 mila euro) per allestire una rosa che possa puntare ad una tranquilla salvezza.
Nelle scorse ore sono stati ingaggiati una serie di calciatori, altri ne arriveranno nei prossimi giorni. Il mercato si è chiuso venerdì scorso ora bisogna puntare sugli svincolati. Intanto proseguono le sottoscrizioni (200 euro per la tessera) e la campagna abbonamenti (50 euro).
Istruzione e sicurezza. A poche ore dall’inizio del nuovo anno scolastico, l’amministrazione comunale è riuscita ad intercettare altri fondi regionali, attraverso la partecipazione ad appositi bandi, per la messa in sicurezza delle scuole, sia strutturale che di adeguamento sismico o anche di demolizione e ricostruzione, che cadono sotto la giurisdizione del comune, ovvero scuole di infanzia, primarie e di primo grado.
L’ultima scuola, in ordine di tempo, ad essere ammessa al finanziamento è quella di Padia.
Ora ci si augura che possano iniziare al più presto i lavori.
I fatti della settimana” torna sabato prossimo.

PUBBLICATO 15/09/2018





Ultime Notizie

NEWS  |  LETTO 838  
Terremoti e sicurezza. Il comune alle prese con la vulnerabilità sismica degli edifici pubblici
Considerata la pericolosità del territorio e gli edifici pubblici datati, meglio prevenire. Sicchè anche il Comune di Acri, su indicazione del Ministero della Pubblica Istruzione, è impegnato a veri ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 1290  
La terza volta
La serata è fredda, del resto è in linea con le temperature della nostra città, ammantata di neve da una settimana. Entrare in un ambiente caldo e accogliente, come quello che offre la Caffetteria “ ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 2166  
Ricordando il dott. Angelo Elia
Angelo era uno di noi, un ragazzo con cui nel 1958 abbiamo frequentato la terza Media nel nuovo edificio scolastico di Cappuccini, inaugurato proprio in quello stesso anno.
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 2372  
Dissesto economico-politico e sociale ad Acri
L’attuale sindaco avvocato Pino Capalbo e la giunta comunale sono stati eletti nelle consultazioni amministrative dell’11 giugno e successivamente proclamati dall’ufficio centrale in data 27 giugno ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 771  
Scuola. Circa duecento studenti alle prese con l'iscrizione alle superiori. Ecco le proposte
E’ partita la corsa per l’iscrizione alle scuole superiori, che si concluderà a fine gennaio. Saranno circa duecento gli studenti acresi interessati, provenienti dalle scuole medie inferiori di Acri ...
Leggi tutto