POLITICA Letto 2764  |    Stampa articolo

Politica. Salvatore Palumbo, nominato coordinatore provinciale giovani UDC

Foto © Acri In Rete
Redazione
Nei giorni scorsi, a Cosenza, nel palazzo della Provincia, si è tenuta una conferenza stampa dell’Udc Calabria durante la quale è stato presentato il coordinamento regionale giovanile, voluto fortemente dal segretario nazionale Lorenzo Cesa, presente alla conferenza insieme agli esponenti regionali del partito, Franco Talarico, Luca Morrone e Luigi Fedele.
Salvatore Palumbo, 22 anni, consigliere comunale ad Acri, è stato nominato coordinatore provinciale giovani Udc.
Intanto, dice Palumbo in una nota, rivolgo gli auguri al neo coordinatore regionale dei giovani Udc, Williams Verta e lo ringrazio per aver avuto fiducia in me.
Ringrazio anche il coordinatore nazionale giovani Udc, Marco Martino, con il quale mi rapporterò spesso. Spero di ricoprire nel migliore dei modi tale carica, anche perché necessita un cambio di tendenza politica per l’Italia, per Calabria e per i nostri paesi. V
edo questo nuovo progetto molto partecipato, con ragazzi determinati a riportare l’Udc in alto, vedere un partito che si interessa dei giovani o meglio ancora che pone come priorità il movimento giovanile, soprattutto nella nostra Calabria, fa pensare ad un vero cambiamento. 
Un elemento importante, oggi, è la comunicazione poiché oltre alla formazione politica e personale è l’unico seme che può far rinascere e ripartire la cultura moderata del nostro Paese.
Fino ad oggi la politica si è interessata ai cittadini, ai giovani solo in periodi di campagna elettorale, invece deve essere presente sempre, tutti i giorni, esercitata nei territori, deve ascoltare e mettersi a disposizione.
La maggior parte dei giovani prende la valigia ed emigra per trovare una speranza  di lavoro, visto il degrado in cui viviamo nel nostro mezzogiorno, oggi più che mai occorre fare qualcosa, soprattutto per i giovani, perché sono o potrebbero essere un vero e sano cambiamento sotto tutto i punti di vista, oltre a rappresentare il futuro, ed io, essendo un giovane, ho l’obbligo di rilevare queste vicissitudini, anche perché oggi oltre ad essere l’ultima Regione a livello Europeo per il mancato utilizzo dei fondi europei, la Calabria ha un tasso di disoccupazione giovanile pari al 56%, ciò mortifica diplomati ma anche laureati. Occorre fare qualcosa per creare posti di lavoro e per impedire l’emigrazione cosiddetta intellettuale che, ultimamente, ha portato via dalla Regione intere famiglie ma anche per assicurare un degno sviluppo socio economico alla Calabria.
Infine, rivolgo gli auguri agli altri coordinatori provinciali di Catanzaro e Reggio Calabria  per un lavoro di squadra, proficuo ed efficace.” 

PUBBLICATO 15/10/2018





Ultime Notizie

NEWS  |  LETTO 839  
Terremoti e sicurezza. Il comune alle prese con la vulnerabilità sismica degli edifici pubblici
Considerata la pericolosità del territorio e gli edifici pubblici datati, meglio prevenire. Sicchè anche il Comune di Acri, su indicazione del Ministero della Pubblica Istruzione, è impegnato a veri ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 1291  
La terza volta
La serata è fredda, del resto è in linea con le temperature della nostra città, ammantata di neve da una settimana. Entrare in un ambiente caldo e accogliente, come quello che offre la Caffetteria “ ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 2168  
Ricordando il dott. Angelo Elia
Angelo era uno di noi, un ragazzo con cui nel 1958 abbiamo frequentato la terza Media nel nuovo edificio scolastico di Cappuccini, inaugurato proprio in quello stesso anno.
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 2373  
Dissesto economico-politico e sociale ad Acri
L’attuale sindaco avvocato Pino Capalbo e la giunta comunale sono stati eletti nelle consultazioni amministrative dell’11 giugno e successivamente proclamati dall’ufficio centrale in data 27 giugno ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 772  
Scuola. Circa duecento studenti alle prese con l'iscrizione alle superiori. Ecco le proposte
E’ partita la corsa per l’iscrizione alle scuole superiori, che si concluderà a fine gennaio. Saranno circa duecento gli studenti acresi interessati, provenienti dalle scuole medie inferiori di Acri ...
Leggi tutto