COMUNICATO STAMPA Letto 1563  |    Stampa articolo

Gioco d'azzardo. I Lions al servizio dei giovani acresi

Foto © Acri In Rete
Lions Club - Acri
Il Lions Club di Acri unitamente all’ITCG – Liceo ES “”G.B. Falcone” (Acri), nella persona della Dirigente Scolastica Prof.ssa Maria Brunetti e dei suoi collaboratori, il 12 c.m., ha organizzato un incontro– dibattito “Ludopatia: Game Over” incontro inserito all’interno del Service Distrettuale “Sport e Legalità”.
La prevenzione dalle dipendenze patologiche è un tema di importanza fondamentale nell’attività dei Club Lions  soprattutto per la dilagante diffusione e pericolosità a livello sociale.
Il Club Lions ad Acri ha scelto di approfondire la ludopatia, argomento che interessa le fasce di età più giovane della società, le quali si presentano  a forte rischio e ne subiscono la gravità sociale.
La Prof.ssa Brunetti ha accolto i relatori del dibattito e gli studenti, sottolineando l’importanza della sinergia tra la scuola e le associazioni presenti sul territorio e sull’importanza che esse facciano rete per il bene dei ragazzi.
I lavori sono stati introdotti dal Dott. Giovanni Cofone – Specialist VI Circoscrizione del service “Sport e Legalità” che ha sottolineato l’importanza del tema trattato e le finalità del service da lui diretto, consigliando i ragazzi presenti a riporre attenzione sui rischi connessi al gioco d’azzardo. A seguire l’intervento dell’Avv. Ines Straface sui “Profili giuridici delle scommesse, del gaming online e dell’informazione sportiva”, che, partendo dall’analisi della normativa vigente e  dati statistici dei minori coinvolti nel gioco d’azzardo,   ha sviluppato i profili penali e le sanzioni a carico dei titolari dell’esercizio commerciale di offerta del gioco che consente la partecipazione ai giochi pubblici ai minori di anni diciotto.
Ulteriore intervento è stato sviluppato dalla Dott.ssa Emanuela Nicoletta Verdiglione  “Come educare alla prevenzione della ludopatia: progetto Teencontro”, incentrato sull’educazione alla prevenzione della ludopatia o gioco d’azzardo patologico (GAP) ma anche sul progetto “Teencontro”, un esempio pratico per sottolineare l’importanza che riveste una sana prevenzione e come gli educatori e pedagogisti insieme a tutti gli specialisti del settore possono intervenire sulle dipendenze.
A conclusione dei lavori, il Dott. Cofone ha sollecitato gli studenti ad una maggiore sensibilità verso il tema trattato.
Gli  interventi degli educatori presenti  hanno sottolineato l’importanza formativa dell’incontro e del confronto con le associazioni ed il mondo esterno alla scuola affinché i ragazzi possano avere un ruolo sempre più attivo nella nostra comunità.

PUBBLICATO 16/04/2019





Ultime Notizie

NEWS  |  LETTO 2363  
Maltempo. Attivato il Coc. Domani scuole aperte
E’ una domenica difficile sul fronte meteo. Piove, ed anche con forte intensità...
Leggi tutto

INTERVISTA  |  LETTO 1109  
Focus. Video intervista a Corrado Formigli
Scrittore ma sopratutto giornalista, attualmente conduttore di Piazza Pulita su La7, premiato nella sezione giornalismo al Premio Padula, con Formigli abbiamo toccato diversi aspetti, tra cui Salvin ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 3646  
Ripresi i furti nelle abitazioni. Le zone colpite e le precauzioni
Alcuni, fortunatamente, non andati in porto altri, invece, hanno fruttato. Una serie di “colpi” all’interno di abitazioni messi a segno nella giornata di ieri, giovedì, nel cuore del centro urbano
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 1043  
Colle Dogna. Quattro mila anni di presenze umane
Seimila reperti rappresentano quattromila anni di presenze umane nel sito di Colle Dogna. La conferma arriva nel corso di un’iniziativa nell’ambito della dodicesima edizione del Premio letterario na ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 1785  
Morte Fusaro. Tante cose da chiarire, ricorreremo in Appello
Spett.le Redazione di Acri In Rete, la recente pubblicazione sulla testata online del “Comunicato Stampa” relativo all’assoluzione da parte di un giudice del Tribunale di Novara del cardiochirurgo E ...
Leggi tutto