COMUNICATO STAMPA Letto 1086  |    Stampa articolo

Picitti Stories-Tempo Presente. Partecipazione e consensi

Foto © Acri In Rete
Associazione ConimieiOcchi
Come viviamo il tempo presente? Una domanda a cui è difficile rispondere. Ci ha provato l'associazione Conimieiocchi che per diversi mesi, ha studiato Acri, il suo territorio, i suoi abitanti.
Il progetto, cofinanziato dalla Regione Calabria, prende il nome di Picitti Stories - Tempo Presente, alla sua seconda edizione.
E si ispira al quartiere più antico della città di Acri, oggi abbandonato e diroccato.
L'associazione ha lavorato in partenariato con la Città di Acri, il comitato Pro Centro Storico, la Fondazione Padula, l'associazione LiberAccoglienza, la Fidapa, Legambiente Acri.
La sintesi di questa ricerca è stata rappresentata in uno spettacolo teatrale itinerante che ha coinvolto anche la comunità acrese.
Il rito finale si è rivelato una sequenza complessa di atti simbolici attraverso lo storytelling, la videoart e il soundscapes, rappresentazione dell'elaborato rapporto tra la vita sociale e la sua figurazione culturale.
Una sfida scenica che ha spinto il collettivo artistico a mettere a nudo la quotidianità delle aree interne della Calabria, nell'epoca postmoderna.
Il percorso itinerante è stato suddiviso in tre momenti tempo presente, immaginazione/trasformazione, la fiaba.
Di contro, le videoinstallazioni hanno raccontato miseria e bellezza di queste terre, mentre le voci dei giovani intervistati, con le loro riflessioni sul tempo presente, hanno scandito le immagini e aperto interrogativi sul restare o andare altrove. Il suono di un violino e la luce di una lanterna hanno guidato gli spettatori a spostarsi verso un altro ambiente.
E sono stati i bambini dell'I.C. "V. Padula", plesso Cappuccini, con la loro freschezza, a portare sulla scena il desiderio di cambiamento.
Infine, un volo sul paese addormentato, passando per il quartiere Picitti, tra case sventrate e vuote e la natura che si riprende gli spazi umanizzati, accompagnati dalle parole di Wim Wenders, tratte dal libro "Quel che resta", di Vito Teti.
Dopo gli applausi, un ritorno al tempo presente con un intervento a cura delle ragazze dell'I.T.C.G.T. Falcone, che hanno presentato un progetto di turismo esperienziale, realizzato all'interno del progetto "creativo" Picitti Stories. L'idea è ispirata a progetti già esistenti a Sud Italia, che hanno riscosso grande successo.
A collaborare a questo progetto sono stati anche i migranti della Casa di Abou Diabo, Laura Marchianò e l’associazione T.A.M.M.

PUBBLICATO 13/06/2019





Ultime Notizie

NEWS   |  LETTO 1328  
Bes, benessere equo e sostenibilità 2030, Acri scelto per testare gli indicatori
Il comune di Acri, con Campi Bisenzio, Pesaro, Rho ed Unione dei Comuni Val di Comino, è stato scelto per testare gli indicatori del Bes, benessere equo e sostenibile, un indice sviluppato dall'Ista ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 2802  
Processo Acheruntia. Sono imputato solo per concussione non per mafia
Gentile Redazione, in merito al processo Acheruntia che tanto scalpore ha suscitato nel nostro paese e che mi vede mio malgrado coinvolto, dopo essere stato a lungo e tranquillamente
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 2297  
Processo Acheruntia. L'ex dirigente del comune scagiona Maiorano
Ennesima udienza del processo Acheruntia bis. L’ex dirigente del comune, Annunziata Ranaldi, non ha mai ricevuto alcuna minaccia da parte dell’ex sindaco Luigi Maiorano, imputato nel suddetto proce ...
Leggi tutto

NEWS   |  LETTO 5723  
Coronavirus. La comunità cinese di Acri, 'non siamo infetti'
“Non ci sono motivi per aver paura, nessuno di noi si è recato in Cina e nella zona nella quale si è diffuso il virus, negli ultimi mesi.” Oggi abbiamo deciso, non senza apprensione, di fare un giro ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 523  
Tra ecologia ed economia. HortusAcri nelle scuole
HortusAcri prosegue il tour nelleScuole e Licei di Acri, e nella società, incontrando docenti, studenti,imprenditori e operatori economici, promuovendo il ciclo “Caffè d’Impresa”, segnalando, inoltr ...
Leggi tutto