OPINIONE Letto 3168  |    Stampa articolo

Saluti di buona vita alla nostra dirigente

Foto © Acri In Rete
Daniela Mangano - Gencarelli Rossella
Le donne non sono solo l’angelo del focolare ma come dice Papa Francesco sono forza d’ amore e armonia del mondo.
Noi Docenti, una donna testarda, intera, un vulcano in piena di energia e volontà l’abbiamo incontrata nel nostro viaggio.
Ha un nome, un volto radioso che nella nostra memoria e nel nostro cuore occuperà uno spazio di ricordi e legami affettivi.
Lei è Carmela Bombina Giudice, per tutti Nuccia, Dirigente Presso l’ IC “V. Tieri” di Corigliano e oggi pronta alla meritata pensione.
Pensando a lei la prima parola che ci viene in mente è “stacanovista” per definire l’attività instancabile e continua di una grande lavoratrice al servizio dello Stato.
La ricorderemo per la sua inesauribile operosità, per la sua dedizione professionale, per la capacità di coniugare ragione e sentimento, per colei che si ribella al sonno delle coscienze.
Scrupolosa, premurosa mai assente e senza limiti d’orario e soprattutto molto competente.
Ha dimostrato sensibilità e attenzione alle condizioni sociali delle famiglie operando in un territorio delicato e portando soccorso in primis dove necessario.
Ha mobilitato noi docenti al dialogo e alla collaborazione con le famiglie, con la consapevolezza che molti alunni sono segnati da carenze genitoriali rendendo difficile il loro approccio allo studio e al futuro…
Grazie per le tante cose vissute e condivise, grazie per averci accolto, per averci valorizzato in una scuola che col tempo è diventata parte di noi.
Abbiamo realizzato quella dimensione del noi che ci ha stimolato a mettere in campo capacità, competenze, iniziative e idee dando valore al docente di sostegno e al suo compito importante, quello dell’inclusione, ribadendo che la diversità è ricchezza.
Grazie per averci dimostrato che non bisogna essere passivi difronte alle storture alle quali la quotidianità ci sta abituando ma ad avere sempre più coraggio di quello che già abbiamo non perdendo mai volontà, speranza e controllo delle emozioni. AH! Quanti lavori sulle emozioni!!!
Abbiamo trascorso insieme anni belli, ricchi di novità e imprevisti tanti, ma sempre in un contesto accogliente.
Sicuri e certi che ogni volta che entreremo nelle nostre aule porteremo con noi l’aforisma da LEI amato e citato più volte: “Educa i bambini e non sarà necessario punire gli adulti”.
Auguri per una vita serena e piena di quelle passioni ed emozioni che ancora attendono di essere vissute.
Buona vita

PUBBLICATO 02/07/2019





Ultime Notizie

NEWS  |  LETTO 3977  
Non ce l’ha fatta l’uomo ustionatosi
Mario T., l’uomo di 52 anni, celibe, che nella giornata di lunedì era rimasto vittima di gravi ustioni, mentre era intento ad accendere il caminetto, è deceduto stamattina al Centro grandi ustionati ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 1928  
Ho incontrato un uomo
Ho avuto la fortuna di conoscerlo più di trent’anni fa, erano altri tempi niente a che vedere con gli attuali. Non perché mancassero i problemi, ma perché si affrontavano in maniera diversa, grazie ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 839  
Il Valzer della Poltrona
Dopo il “Ballo del Qua Qua”, il “Cha Cha Cha della segretaria”, “ la Mazurka di periferia”, avevamo pensato di averle viste (e sentite) un po’ tutte; lo abbiamo pensato ma,ahinoi, sbagliavamo.
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 674  
Funghi e dispersi
Funghi e dispersi, un binomio, purtroppo, frequente. Le cronache di questi giorni ci raccontano di numerosi...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 1568  
A proposito di Ecodistretto...
In data odierna si è tenuta presso il teatro Rendano la riunione ato Cosenza per discutere in merito alla allocazione del sito dell'ecodistretto.
Leggi tutto