COMUNICATO STAMPA Letto 775  |    Stampa articolo

Verso le Regionali. Capalbo e Federico contro Oddati

Foto © Acri In Rete
Pino Capalbo-Umberto Federico
In una nota congiunta, i Sindaci di Acri e Luzzi, Pino Capalbo e Umberto Federico, commentano le parole del membro della Segreteria Nazionale del Pd, Nicola Oddati, sulla questione calabrese.
Le dichiarazioni di Oddati, affermano i due Sindaci, ci lasciano increduli e stupefatti.
Oddati da un lato si riconosce il buon lavoro fatto dal Presidente in questi anni, dall’altro sostiene la necessità di una discontinuità rispetto al passato. Una vera e propria contraddizione.
Discontinuità vorrebbe dire azzeramento e non ricandidatura di tutti coloro che hanno sostenuto questa legislatura regionale.
Oddati, ora, ha il dovere di spiegare la clamorosa inversione di rotta che egli opera rispetto alle parole che Zingaretti ha pronunciato all’assemblea nazionale del Pd.
Zingaretti riconosce alle regioni che si apprestano ad affrontare le elezioni regionali il diritto ad autodeterminarsi, Oddati, invece, si arroga il diritto che a decidere sia la direzione nazionale del partito e minaccia che chi dovesse dissentire verrebbe, addirittura, messo fuori dal Pd.
Noi non ci stiamo, i calabresi meritano rispetto.
L’autonomia non può essere un valore solo per le altre regioni e non per la Calabria.
È davvero incredibile, poi, che ad adottare metodi che contrastano e violano regole e norme statutarie sia la segreteria nazionale di un partito che ha da sempre inteso il carattere democratico come principio fondativo e tratto distintivo della propria denominazione.
Per quanto ci riguarda, concludono Capalbo e Federico, non esistono ragioni tali che possano impedire che il prossimo candidato presidente della Regione sia scelto dai calabresi attraverso le elezioni primarie e non a Roma dagli apparati e dai burocrati di partito.

PUBBLICATO 11/08/2019





Ultime Notizie

POLITICA  |  LETTO 902  
La rivisitazione della giunta
Il “pensiero” dell’ecodistretto ce lo siamo tolto (dopo quasi un mese di ampia ed accesa discussione, a proposito il Comitato del No, con tanto di direttivo, continuerà ad esistere o si scioglierà), ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 502  
Ecodistretto. A preoccupare è il suo esercizio non la tecnologia
Non penso che le remore e le preoccupazioni dei cittadini per l’impianto dell’ecodistretto....
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 471  
Ecodistretto. Saggia decisione
In questi caldi giorni di agosto, l’amministrazione comunale acrese,dopo una potenziale candidatura di poter ospitare nel proprio comune un sito per la lavorazione e smaltimento dei rifiuti,si è tro ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 2207  
Capalbo, nessuna rinuncia, creata ad arte una falsa notizia
“Nessuna rinuncia da parte del Comune alla candidatura per la realizzazione sul territorio di un ecodistretto in quanto nessun atto amministrativo è stato mai fatto.”
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 1059  
Impianti Biometano e disinformazione
Trattandosi di un argomento tanto importante quanto poco conosciuto e soggetto a interpretazioni grossolane, ritengo doveroso, anche a tutela di chi impegna risorse, ricerca e tanto lavoro nell&rsqu ...
Leggi tutto