COMUNICATO STAMPA Letto 2098  |    Stampa articolo

Bomba ecologica a Luzzi

Foto © Acri In Rete
Ivan Ciardullo
Chi ci segue sa che da qualche tempo stiamo volgendo lo sguardo al territorio che ci circonda con particolare attenzione all'area urbana di Cosenza-Rende.
Oggi Riceviamo e pubblichiamo una nota di Ivan Ciardullo del Movimento Ambientalista di Luzzi.
Neanche il tempo di digerire le ultime notizie di cronaca legate all’operazione Arsenico, a valle della quale denunciavo, per primo, l’assordante silenzio dell’Amministrazione Comunale di Luzzi e dell’intero Consiglio comunale, che apprendiamo di una nuova bomba ecologica sul territorio di Luzzi.
E dall’aria pesante che si respira nella nostra città, è probabile non sarà neanche l’ultima.
Infatti, come comunicato dall’amministrazione comunale, la lettera all’ASP n.1694 del 17.02.2020, è il primo atto amministrativo messo in atto dal Sindaco e la sua amministrazione dopo la nota operazione Arsenico.
Nulla era stato fatto prima dall'amministrazione Comunale.
Dunque, Nessuna azione seria, nei fatti, nessuna risposta ai cittadini di Ruodo e Petrini insomma, da parte dell’amministrazione, a questo punto per incapacità amministrativa, se non una richiesta all’ASP della conta dei danni.
Ciò a dire non ci resta che piangere del latte versato. E’ del 19.02.2020, la notizia che proprio luoghi di competenza del Comune, l’autoparco Comunale, sono delle vere discariche abusive e con grave impatto ecologico e sanitario.
Come poteva dunque l’amministrazione, (visto che l’Assessore all’ambiente non esiste) preoccuparsi dell’inquinamento a Mucone, se proprio nei luoghi gestiti dal comune non rispetta la legge e la salute dei cittadini luzzesi? Fatto ancor più grave è che i rifiuti, l’Amministrazione, pare li accumuli vicino alle scuole, dove i nostri figli si formano e trascorrono molto tempo, ignari di mettere a repentaglio la propria salute. Sulla vicenda autoparco, leggo della denuncia tra altri, del custode, forse solo colpevole di aver adempiuto alle indicazioni dei propri superiori.
Anche su questo, la magistratura farà il suo corso.
Anche perché è dovere morale, civico e legislativo, che il Sindaco e l’amministrazione attuino tutte le misure e le azioni di competenza per il rispetto dell’ambiente e della salubrità sul territorio Comunale, e hanno l’obbligo normativo, di intervenire applicando tutte le misure che la legge impone, quando la stessa legge non si rispetta, anche in materia di ambiente.
Dunque, se Il Sindaco o L’Assessore all’ambiente (che non c’è), non sapevano, è chiaro che non vivono il territorio o non se ne curano.
Quanto ad ambiente e sanità, questa amministrazione sta dando il meglio.
D’Altronde la scuola media di San Leo, di competenza comunale, è invasa spesso dai topi, e gli interventi di derattizzazione si fanno quando la Preside vede un topo.
Sveglia!!!! Luzzi non merita tutto questo!!!

PUBBLICATO 27/02/2020





Ultime Notizie

NEWS  |  LETTO 971  
Coronavirus in Italia. Fine Pandemia il 19 maggio. Oltre ventimila i morti
Sono previsioni, quindi, soggette ad errori, ma noi speriamo di no. La previsione, rilasciata dall’Istituto per le Misurazioni e la Valutazione della Salute (IHME), e pubblicata su Huffpost, quotidi ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 743  
Coronavirus in Calabria. I dati di martedì 7 aprile. 833 positivi (+16 rispetto a ieri). Migliaia le multe elevate
Di seguito i dati divulgati dalla Regione. In Calabria ad oggi sono stati effettuati 12.622 tamponi. Le persone risultate positive al Coronavirus sono 833 (+16 rispetto a ieri), quelle negative sono ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 1245  
Coronavirus nella provincia di Cosenza. Tutti i casi comune per comune aggiornati al 6 aprile
Di seguito pubblichiamo i casi di Coronavirus della provincia di Cosenza, comune per comune, esclusi i deceduti. Cosenza 20, Rende 3, Cassano 2, Corigliano-Rossano 36, Altomonte 3, Amantea 3, Bels ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 2888  
Coronavirus. Comunità solidale ed esemplare
Vorrei esprimere apprezzamento ed un sentito ringraziamento alla nostra comunità, per l'esemplare atteggiamento assunto nel rispetto delle regole, a seguito delle restrizioni imposte per contrastare ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 406  
La solidarietà, quindi, non è un'utopia!
Non molto tempo fa scrivevamo che ‘senza solidarietà si muore’, e parlavamo dei poveri neri di Rosarno e di altri derelitti emigranti, visti e descritti come la peste
Leggi tutto