POLITICA Letto 5512  |    Stampa articolo

Tenuta festeggia in piazza e ribadisce la difficile situazione finanziaria dell’ente

Foto © Acri In Rete
Roberto Saporito
A sentire il sindaco Nicola Tenuta, i cittadini hanno pochissimi motivi per stare tranquilli. Il primo cittadino, che sabato sera ha festeggiato in piazza la sua elezione, tra panini, musica e ottimo vino, ha ribadito ancora una volta sul palco quando detto qualche settimana fa in consiglio comunale; la situazione finanziaria dell’ente è critica. Tenuta non è andato nei particolari, cioè non ha spiegato se vi sono debiti ed a quanto ammontano (ma lo farà di certo nella prossima seduta del consiglio) ma ha fatto intendere che occorre rimpinguare le casse comunali. In che modo?
Ci saranno aumenti dei tributi o si punterà al recupero crediti? Al momento non è dato sapere le strategie dell’amministrazione Tenuta anche perché le linee programmatiche del suo esecutivo non sono state discusse visto che la prima seduta dell’assise si è occupata dell’ incompatibilità di tre consiglieri. Ma a proposito di quanto Tenuta ha in mente per la città, è spiegato nel suo programma fatto di una trentina di pagine. L’attenzione del lettore cade sui capitoli dedicati alla finanza e qui Tenuta, che è un commercialista e quindi non è uno sprovveduto, è molto chiaro; “l’amministrazione è chiamata a dare risposte importanti ad alcune questioni mosse dalla Corte dei Conti.”
Ed ancora; “la situazione finanziaria non appare solida ma compromessa a causa della presenza di residui attivi derivanti dalla mancanza della riscossione dei tributi e da trasferimenti regionali.Tenuta non ha parlato finora di aumenti dei tributi ma ha chiesto solo comprensione ma soprattutto ha detto che vuole governare con “collaborazione e trasparenza.”
Ai più, però, sembra che le dichiarazioni del primo cittadino cozzano clamorosamente su quanto realmente fatto; la ferma volontà di attuare il decreto sulla incompatibilità nei confronti di tre membri dell’opposizione, creando di fatto un clima tutt’altro che sereno, ed il fatto di non aver presentato alla città la sua squadra di governo (i cinque assessori) non è certo una buona partenza in quanto a collaborazione e trasparenza con la minoranza e la città.

PUBBLICATO 08/07/2013





Ultime Notizie

Comunicato stampa  |  LETTO 382  
“Il sole in classe” all’Ic Beato Greco
L’Istituto comprensivo “Beato F.M. Greco” ha partecipato a “Il Sole in Classe” di Anter....
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 356  
Dimensionamento scolastico: scelta giusta per il sindacato scuola
Dopo circa tre mesi di discussione e confronto, che a volte ha assunto toni accesi, con diverse proposte avanzate da più parti, sembrerebbe che la vicenda relativa al piano di dimensionamento delle ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 522  
I Ragazzi dello Julia abbandonati dall'Amministrazione Comunale
Sono mesi che ad Acri si discute sul dimensionamento: proposte, proteste, progetti lasciati nel nulla, finiti in fumo, in una bolla di sapone. Proprio così, perché dopo tanto parlare e discutere (e ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 517  
Evitiamo il dimensionamento tra le scuole superiori Julia e Falcone
Non comprendo perché l'amministrazione comunale di Acri non abbia deliberato PER ACCORPARE le scuole superiori "Vincenzo Julia" e "Falcone" al fine di evitare un ulteriore dimensionamento. Attualmen ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 659  
Ma quali risposte?
Per quanto triste, questa è oramai una realtà! Non è quindi una novità che qualcuno, commentando sui social, ancora oggi scriva stupidaggini e tenti (inutilmente) di far credere che avendo detto NO ...
Leggi tutto