POLITICA Letto 5514  |    Stampa articolo

Tenuta festeggia in piazza e ribadisce la difficile situazione finanziaria dell’ente

Foto © Acri In Rete
Roberto Saporito
A sentire il sindaco Nicola Tenuta, i cittadini hanno pochissimi motivi per stare tranquilli. Il primo cittadino, che sabato sera ha festeggiato in piazza la sua elezione, tra panini, musica e ottimo vino, ha ribadito ancora una volta sul palco quando detto qualche settimana fa in consiglio comunale; la situazione finanziaria dell’ente è critica. Tenuta non è andato nei particolari, cioè non ha spiegato se vi sono debiti ed a quanto ammontano (ma lo farà di certo nella prossima seduta del consiglio) ma ha fatto intendere che occorre rimpinguare le casse comunali. In che modo?
Ci saranno aumenti dei tributi o si punterà al recupero crediti? Al momento non è dato sapere le strategie dell’amministrazione Tenuta anche perché le linee programmatiche del suo esecutivo non sono state discusse visto che la prima seduta dell’assise si è occupata dell’ incompatibilità di tre consiglieri. Ma a proposito di quanto Tenuta ha in mente per la città, è spiegato nel suo programma fatto di una trentina di pagine. L’attenzione del lettore cade sui capitoli dedicati alla finanza e qui Tenuta, che è un commercialista e quindi non è uno sprovveduto, è molto chiaro; “l’amministrazione è chiamata a dare risposte importanti ad alcune questioni mosse dalla Corte dei Conti.”
Ed ancora; “la situazione finanziaria non appare solida ma compromessa a causa della presenza di residui attivi derivanti dalla mancanza della riscossione dei tributi e da trasferimenti regionali.Tenuta non ha parlato finora di aumenti dei tributi ma ha chiesto solo comprensione ma soprattutto ha detto che vuole governare con “collaborazione e trasparenza.”
Ai più, però, sembra che le dichiarazioni del primo cittadino cozzano clamorosamente su quanto realmente fatto; la ferma volontà di attuare il decreto sulla incompatibilità nei confronti di tre membri dell’opposizione, creando di fatto un clima tutt’altro che sereno, ed il fatto di non aver presentato alla città la sua squadra di governo (i cinque assessori) non è certo una buona partenza in quanto a collaborazione e trasparenza con la minoranza e la città.

PUBBLICATO 08/07/2013





Ultime Notizie

NEWS  |  LETTO 939  
Report raccolta differenziata 2018. Acri al 65,4%
In provincia di Cosenza il quantitativo totale di rifiuti differenziati ha superato, nel 2018, quello che ancora è conferito nelle modalità tradizionali. Per la prima volta da quanto il Catasto re ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 803  
Movimento 24 agosto di Pino Aprile. Pronti ad aderire anche molti acresi
Il Movimento 24 Agosto equità territoriale, presentato a Cosenza lo scorso ottobre, pare stia attirando l’attenzione di molti acresi tra cui anche quella di qualche consigliere comunale.
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 1357  
Lavoratori Lsu e dimostrazione di buona politica
Il lavoro quotidiano e costante ha consentito di ottenere un grande risultato arrivato dopo 20 anni di precariato e promesse vane. L’Amministrazione comunale. a guida Partito Democratico ha dato, p ...
Leggi tutto

INTERVISTA  |  LETTO 603  
Focus. Il presidente della Fondazione Padula illustra la dodicesima edizione del Premio
Cinque giorni di dibattito, riflessioni, mostre, proiezioni, interviste, da martedì 19 a sabato 23 presso il palazzo Falcone va in scena la dodicesima edizione del Premio Padula.
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 638  
Museo del Risorgimento. A che punto è?
Giusto tre anni fa, ottobre 2016, l’Amministrazione Comunale di allora, guidata da...
Leggi tutto