POLITICA Letto 6077  |    Stampa articolo

Il giorno dopo il consiglio comunale. L'indignazione corre sul web

Foto © Acri In Rete
Roberto Saporito
La seconda seduta del consiglio comunale dell'amministrazione Tenuta, per linguaggi e comportamenti, è sembrata una fotocopia della prima. Accuse e invettive reciproche, interventi fuori tema ed inopportuni, gaffe, contraddizioni. La questione incompatibilità sta tenendo banco e di fatto sta paralizzando l'attività del civico consesso che, a distanza di due mesi dall'insediamento, non ha ancora un presidente ed un vice. Non solo. Non si sono formati neanche i gruppi consiliari e le commissioni e non sono state discusse le linee programmatiche del sindaco Tenuta, eletto lo scorso nove giugno.
Tutto ciò viene stigmatizzato dai cittadini, in particolare dai frequentatori, che non sono pochi, del web che attraverso portali locali di informazione e social network stanno esprimendo tutta la loro amarezza ed indignazione. E non a torto. Dopo due mesi dalla nomina ufficiale, il sindaco Tenuta non ha ancora reso noto alla città, attraverso la stampa o all'interno del consiglio comunale, importante organo politico ed amministrativo di una città, la sua squadra di governo. Nessuno conosce infatti nomi e deleghe dei cinque assessori, eppure uno dei temi più cari allo stesso Tenuta durante la campagna elettorale, è stato proprio quello della trasparenza e della legalità.
Ora il popolo web è basito ed amareggiato, sia perché il consiglio continua a non affrontare le questioni della città , che sono tante e importanti, sia per l'atteggiamento dei sedici consiglieri. Sul banco degli imputati è la maggioranza rea, secondo gli internauti, di aver intrapreso una via sbagliata, fatta di rancori e vendette personali ma anche per esprimere concetti che nulla hanno a che fare con la politica.
I termini "vergogna", "dimissioni" e gli appelli alla serietà ed alla responsabilità si sprecano ma sembrano non interessare il primo cittadino, massimo responsabile di un'amministrazione ma soprattutto di una maggioranza apparsa, ancora una volta, sfilacciata e contraddittoria, che pensa più agli attacchi personali che alle proposte.
Si ha l'impressione che i dieci membri della maggioranza vadano ognuno per la propria strada altrimenti non si spiegherebbe il fatto che ancora una volta chi interviene viene prontamente smentito dal collega. Nel frattempo la comunità si chiede e chiede quando, finalmente, si potrà assistere ad un consiglio comunale che tratti dei problemi della città.

PUBBLICATO 30/07/2013





Ultime Notizie

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 2798  
Processo Acheruntia. Sono imputato solo per concussione non per mafia
Gentile Redazione, in merito al processo Acheruntia che tanto scalpore ha suscitato nel nostro paese e che mi vede mio malgrado coinvolto, dopo essere stato a lungo e tranquillamente
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 2288  
Processo Acheruntia. L'ex dirigente del comune scagiona Maiorano
Ennesima udienza del processo Acheruntia bis. L’ex dirigente del comune, Annunziata Ranaldi, non ha mai ricevuto alcuna minaccia da parte dell’ex sindaco Luigi Maiorano, imputato nel suddetto proce ...
Leggi tutto

NEWS   |  LETTO 5715  
Coronavirus. La comunità cinese di Acri, 'non siamo infetti'
“Non ci sono motivi per aver paura, nessuno di noi si è recato in Cina e nella zona nella quale si è diffuso il virus, negli ultimi mesi.” Oggi abbiamo deciso, non senza apprensione, di fare un giro ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 522  
Tra ecologia ed economia. HortusAcri nelle scuole
HortusAcri prosegue il tour nelleScuole e Licei di Acri, e nella società, incontrando docenti, studenti,imprenditori e operatori economici, promuovendo il ciclo “Caffè d’Impresa”, segnalando, inoltr ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 3606  
La Locanda del poeta: autentica azienda agrituristica nella Sila Greca di Acri
Ci vuole coraggio, molto coraggio per voler fare l’allevatore quando si dispone di più di 22 ettari di bosco ma poco più di un ettaro di terreno coltivabile, ad una altitudine media di 1.078 m s.l.m ...
Leggi tutto