POLITICA Letto 4601  |    Stampa articolo

L’UDC al sindaco Tenuta. Disponibili ad un confronto sui debiti

Foto © Acri In Rete
Roberto Saporito
Siamo disponibili ad un confronto con il sindaco Tenuta riguardo debiti ed investimenti.” L’Udc replica alle accuse del sindaco e della sua giunta secondo cui l’Udc avrebbe indebitato oltremodo il comune negli ultimi tre anni.
Sarebbe il caso di partire dal 2000, anno in cui Tenuta, che mente e confonde i cittadini, occupò il ruolo di sindaco, e verificare la situazione economica presente nel 2005, 2010 e 2013, siamo certi che scopriremo atti non certo favorevoli all’attuale primo cittadino. Nei suoi cinque anni di governo, infatti, fu lui a volere numerosi punti luce e, quindi, a contribuire all’aumento della spesa per l’erogazione dell’energia elettrica, e fu lui, dimostrando capacità politiche ed economiche, a volere la ditta Acritrasport che costa al comune circa un milione all’anno.
Riguardo il debito nei confronti dell’Enel esso ammontava ad oltre un milione già nel 2010 e noi abbiamo cercato di contenerlo mentre la rinegoziazione dei mutui è un atto fortemente voluto dallo stesso Tenuta.
La situazione delle casse comunali non è rosea, ma ciò nonostante la precedente amministrazione è riuscita ugualmente a garantire i servizi senza aumentare le tasse ed i tributi. Farà la stessa cosa la giunta Tenuta? Non vorremmo che i debiti, di cui soffrono tutti i comuni e che abbiamo trovato anche noi nel 2010, sia una scusa per mettere le mani avanti ed un pretesto per non produrre idee e proposte.
Il centro destra in tre anni è stato capace di attuare circa sessanta milioni di investimenti per migliorare la qualità della vita e dare ossigeno a imprese, operai e professionisti, al momento, il sindaco Tenuta, si è distinto per aver soppresso due sensi unici e per aver stilato una determina di incarico nei confronti di familiari di consiglieri comunali e, quindi, passibile di denuncia in barba alla trasparenza e legalità da lui più volte invocate.
Si tratta, in verità, di debiti elettorali che il sindaco ha dovuto pagare già dopo pochi mesi nel mentre i cittadini non conoscono ancora le sue linee programmatiche.  Gli uffici comunali possono fornire i dati dei residui attivi e passivi che negli anni sono stati ridotti e possono fornire anche i dati dei pagamenti fatti dalla giunta Trematerra-Maiorano. A che cosa e a chi giova cercare a tutti i costi lo scontro personale e diretto? Ci auguriamo
– conclude la nota dell’Udc – che il sindaco Tenuta sia capace di intercettare finanziamenti regionali ed europei al fine di far diventare Acri quel centro di eccellenza più volte da egli auspicato.”

PUBBLICATO 11/08/2013





Ultime Notizie

INTERVISTA  |  LETTO 591  
Focus. Il presidente della Fondazione Padula illustra la dodicesima edizione del Premio
Cinque giorni di dibattito, riflessioni, mostre, proiezioni, interviste, da martedì 19 a sabato 23 presso il palazzo Falcone va in scena la dodicesima edizione del Premio Padula.
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 634  
Museo del Risorgimento. A che punto è?
Giusto tre anni fa, ottobre 2016, l’Amministrazione Comunale di allora, guidata da...
Leggi tutto

AVVISO  |  LETTO 584  
Campagna di prevenzione malattie tiroidee
Mercoledì 20 novembre dalle ore 9:00 alle ore 13:00 in via Don Francesco Maria Greco snc (nel piazzale interno edificio liceo classico) stazionerá il "camper della Salute" per effettuare uno screeni ...
Leggi tutto

SPORT  |  LETTO 506  
Il punto sulla Promozione. La Rossanese si fa avanti, Acri fermata dal maltempo
Undicesima giornata. Tre gare non disputate a causa del terreno impraticabile, il Cutro è sempre più ultimo mentre il Rossano raggiunge la vetta. Risultati; San Marco/Acri,
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 945  
I fatti della settimana. Lavoro, premi e patrocini (fastidiosi)
La copertina spetta al lavoro. Anche noi di Acri in rete, salutiamo con soddisfazione il fatto che a breve una settantina di lsu ed lpu saranno stabilizzati. Un giusto riconoscimento dopo oltre vent ...
Leggi tutto