POLITICA Letto 5072  |    Stampa articolo

UDC a Tenuta. Se è il caso interpellare la corte dei conti

Foto © Acri In Rete
Roberto Saporito
Sindaco Tenuta e Udc oramai ai ferri corti. La situazione finanziaria dell’ente sta facendo litigare le due parti. Ieri i centristi, nel corso di una conferenza stampa, hanno risposto a tono a tutte le accuse. Erano presenti l’eurodeputato Trematerra, l’ex sindaco Maiorano, l’ex assessore al bilancio Vigliaturo il consigliere comunale Molinari nonché un gruppo di iscritti.
Senza troppo tergiversare, gli intervenuti vanno subito al sodo: “Tenuta ha vinto ed ha il diritto di governare ma se in questi primi mesi di governo ha riscontrato anomalie nel settore finanziario, è giusto interpellare anche la Corte dei Conti e noi saremmo al suo fianco. Anzi, noi proporremo di effettuare una ricognizione dei conti a partire dal 2000, anno in cui Tenuta ricoprì il ruolo di sindaco. Scopriremo, ad esempio, che proprio in quegli anni furono installati numerosi punti luce che hanno fatto lievitare di molto la spesa di energia e che egli volle fortemente l’istituzione della ditta Acritrasport, in cui lavora un suo familiare, che fino allo scorso anno costava al comune un milione all’anno.
Ogni amministrazione che si insedia
– continua l’Udc – trova debiti pregressi ma non per questo non ha il dovere di dare risposte. Noi in tre anni, nonostante i tredici milioni di debiti ed i tagli statali, siamo stati in grado di garantire i servizi, di non aumentare i tributi e di pagare puntualmente gli stipendi ai dipendenti.
Abbiamo, inoltre, lasciato ben 57 milioni di investimenti e ci auguriamo che molte opere non vadano perdute perché sarebbe una iattura per la città e per l’economia. Siamo stati in grado
– dicono ancora i centristi – a pagare fatture risalenti alla gestione Tenuta ed abbiamo applicato il decreto salva comuni che garantirà il pagamento di fatture pari a circa due milioni.
Il sindaco, piuttosto che lamentarsi e agire per vendetta e rancore, ci dica i suoi obiettivi e come intende intercettare i fondi extracomunali, ci dica, lui che si erge a paladino dell’etica, perché ha inteso affidare l’organizzazione di eventi estivi ad uno stretto familiare di un consigliere e ci dica, infine, se è vero che intende avvalersi di un consulente finanziario a pagamento, proprio lui che ha ricoperto in passato diversi ruoli importanti come revisore dei conti in tante aziende e che ha come attuale collaboratore un ex assessore al bilancio
.”

PUBBLICATO 16/08/2013





Ultime Notizie

LIBRI  |  LETTO 168  
“Lì, dove il mare è più blu”, il nuovo libro di Manuel Francesco Arena
Il giovane narratore Manuel Francesco Arena, in questo suo nuovo romanzo edito da Falco editore...
Leggi tutto

Comunicato stampa  |  LETTO 480  
“Il sole in classe” all’Ic Beato Greco
L’Istituto comprensivo “Beato F.M. Greco” ha partecipato a “Il Sole in Classe” di Anter....
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 469  
Dimensionamento scolastico: scelta giusta per il sindacato scuola
Dopo circa tre mesi di discussione e confronto, che a volte ha assunto toni accesi, con diverse proposte avanzate da più parti, sembrerebbe che la vicenda relativa al piano di dimensionamento delle ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 586  
I Ragazzi dello Julia abbandonati dall'Amministrazione Comunale
Sono mesi che ad Acri si discute sul dimensionamento: proposte, proteste, progetti lasciati nel nulla, finiti in fumo, in una bolla di sapone. Proprio così, perché dopo tanto parlare e discutere (e ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 571  
Evitiamo il dimensionamento tra le scuole superiori Julia e Falcone
Non comprendo perché l'amministrazione comunale di Acri non abbia deliberato PER ACCORPARE le scuole superiori "Vincenzo Julia" e "Falcone" al fine di evitare un ulteriore dimensionamento. Attualmen ...
Leggi tutto