POLITICA Letto 5174  |    Stampa articolo

UDC a Tenuta. Se è il caso interpellare la corte dei conti

Foto © Acri In Rete
Roberto Saporito
Sindaco Tenuta e Udc oramai ai ferri corti. La situazione finanziaria dell’ente sta facendo litigare le due parti. Ieri i centristi, nel corso di una conferenza stampa, hanno risposto a tono a tutte le accuse. Erano presenti l’eurodeputato Trematerra, l’ex sindaco Maiorano, l’ex assessore al bilancio Vigliaturo il consigliere comunale Molinari nonché un gruppo di iscritti.
Senza troppo tergiversare, gli intervenuti vanno subito al sodo: “Tenuta ha vinto ed ha il diritto di governare ma se in questi primi mesi di governo ha riscontrato anomalie nel settore finanziario, è giusto interpellare anche la Corte dei Conti e noi saremmo al suo fianco. Anzi, noi proporremo di effettuare una ricognizione dei conti a partire dal 2000, anno in cui Tenuta ricoprì il ruolo di sindaco. Scopriremo, ad esempio, che proprio in quegli anni furono installati numerosi punti luce che hanno fatto lievitare di molto la spesa di energia e che egli volle fortemente l’istituzione della ditta Acritrasport, in cui lavora un suo familiare, che fino allo scorso anno costava al comune un milione all’anno.
Ogni amministrazione che si insedia
– continua l’Udc – trova debiti pregressi ma non per questo non ha il dovere di dare risposte. Noi in tre anni, nonostante i tredici milioni di debiti ed i tagli statali, siamo stati in grado di garantire i servizi, di non aumentare i tributi e di pagare puntualmente gli stipendi ai dipendenti.
Abbiamo, inoltre, lasciato ben 57 milioni di investimenti e ci auguriamo che molte opere non vadano perdute perché sarebbe una iattura per la città e per l’economia. Siamo stati in grado
– dicono ancora i centristi – a pagare fatture risalenti alla gestione Tenuta ed abbiamo applicato il decreto salva comuni che garantirà il pagamento di fatture pari a circa due milioni.
Il sindaco, piuttosto che lamentarsi e agire per vendetta e rancore, ci dica i suoi obiettivi e come intende intercettare i fondi extracomunali, ci dica, lui che si erge a paladino dell’etica, perché ha inteso affidare l’organizzazione di eventi estivi ad uno stretto familiare di un consigliere e ci dica, infine, se è vero che intende avvalersi di un consulente finanziario a pagamento, proprio lui che ha ricoperto in passato diversi ruoli importanti come revisore dei conti in tante aziende e che ha come attuale collaboratore un ex assessore al bilancio
.”

PUBBLICATO 16/08/2013





Ultime Notizie

INTERVISTA  |  LETTO 1031  
Focus. Il dopo voto ed i possibili risvolti
I Dati, le curiosità, la legge elettorale, i possibili ricorsi di Tansi e Aiello, il ritardo della proclamazione degli eletti e della formazione della giunta ma anche il referendum, di cui nessuno p ...
Leggi tutto

NEWS   |  LETTO 2321  
Siti da bonificare e morti sospette. C’è anche Acri. Interrogazione M5S
L’incidenza tumorale, le morti collegate e le relazioni con i siti contaminati da inquinamento di vario genere. Undici parlamentari del M5S scrivono al ministro dell’ambiente, Costa, chiedendo quali ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 2822  
Ato eterna incompiuta e soldi bloccati nelle casse del comune di Cosenza
Dal mese di ottobre 2019 siamo in piena emergenza rifiuti a causa dei blocchi continui e delle limitazioni delle quantità massime dei conferimenti dei rifiuti indifferenziati negli impianti regional ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 920  
Parco Sila. I reati del 2019
Sono 11.000 i controlli effettuati in questo 2019 dal Reparto Carabinieri Parco Nazionale della Sila. La vasta area protetta (77.000 ettari circa), ha visto impegnati 38 militari, dislocati tra il R ...
Leggi tutto

NEWS   |  LETTO 552  
Le Sardine calabresi si organizzano
“Superare la frammentazione a sinistra e fare uno sforzo di convivenza per il bene comune”. Facile a dirsi complicato a farsi, ma questo è lo spirito del movimento delle Sardine ribadito ieri da Jas ...
Leggi tutto