POLITICA Letto 5069  |    Stampa articolo

UDC a Tenuta. Se è il caso interpellare la corte dei conti

Foto © Acri In Rete
Roberto Saporito
Sindaco Tenuta e Udc oramai ai ferri corti. La situazione finanziaria dell’ente sta facendo litigare le due parti. Ieri i centristi, nel corso di una conferenza stampa, hanno risposto a tono a tutte le accuse. Erano presenti l’eurodeputato Trematerra, l’ex sindaco Maiorano, l’ex assessore al bilancio Vigliaturo il consigliere comunale Molinari nonché un gruppo di iscritti.
Senza troppo tergiversare, gli intervenuti vanno subito al sodo: “Tenuta ha vinto ed ha il diritto di governare ma se in questi primi mesi di governo ha riscontrato anomalie nel settore finanziario, è giusto interpellare anche la Corte dei Conti e noi saremmo al suo fianco. Anzi, noi proporremo di effettuare una ricognizione dei conti a partire dal 2000, anno in cui Tenuta ricoprì il ruolo di sindaco. Scopriremo, ad esempio, che proprio in quegli anni furono installati numerosi punti luce che hanno fatto lievitare di molto la spesa di energia e che egli volle fortemente l’istituzione della ditta Acritrasport, in cui lavora un suo familiare, che fino allo scorso anno costava al comune un milione all’anno.
Ogni amministrazione che si insedia
– continua l’Udc – trova debiti pregressi ma non per questo non ha il dovere di dare risposte. Noi in tre anni, nonostante i tredici milioni di debiti ed i tagli statali, siamo stati in grado di garantire i servizi, di non aumentare i tributi e di pagare puntualmente gli stipendi ai dipendenti.
Abbiamo, inoltre, lasciato ben 57 milioni di investimenti e ci auguriamo che molte opere non vadano perdute perché sarebbe una iattura per la città e per l’economia. Siamo stati in grado
– dicono ancora i centristi – a pagare fatture risalenti alla gestione Tenuta ed abbiamo applicato il decreto salva comuni che garantirà il pagamento di fatture pari a circa due milioni.
Il sindaco, piuttosto che lamentarsi e agire per vendetta e rancore, ci dica i suoi obiettivi e come intende intercettare i fondi extracomunali, ci dica, lui che si erge a paladino dell’etica, perché ha inteso affidare l’organizzazione di eventi estivi ad uno stretto familiare di un consigliere e ci dica, infine, se è vero che intende avvalersi di un consulente finanziario a pagamento, proprio lui che ha ricoperto in passato diversi ruoli importanti come revisore dei conti in tante aziende e che ha come attuale collaboratore un ex assessore al bilancio
.”

PUBBLICATO 16/08/2013





Ultime Notizie

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 4955  
La Sila a Geo&Geo
Lunedì prossimo, dalle 16, durante la puntata della trasmissione televisiva Geo&Geo su RaiTRE si approfondirà anche il tema della biodiversità entomologica della Sila, ricca di insetti di particolar ...
Leggi tutto

NEWS   |  LETTO 1330  
Edilizia scolastica. Iniziati i lavori di Padia
Continua il viaggio di Acri in rete nella nuova edilizia scolastica. Nei giorni scorsi vi abbiamo dato notizia dell’approvazione del progetto, da parte del genio Civile, del nuovo istituto scolastic ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 1697  
A.S.P.A. Cercasi nuova sede
La foto non ha bisogno di commenti. Riguarda la sede A.S.P.A., Acri Soccorso Pronto Aiuto, che da dieci giorni è priva di energia elettrica. La corrente è stata staccata perché l’edificio che ospit ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 535  
I reperti antichi non si raccolgono ma come si tutela e si valorizza il patrimonio archeologico?
Una discussione recente con archeologi mi stimola a fare il punto sulla tutela e sulla valorizzazione del potenziale patrimonio storico dei territori poco indagati o ancora da scoprire. Quello di Ac ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 813  
Sanità. Riunione dei sindaci della Provincia. Presente anche Capalbo
Dal Pollino alla Sila, dallo Ionio al Tirreno. I sindaci della Provincia di Cosenza si sono ritrovati tutti assieme per parlare di sanità. “La Conferenza, si legge in una nota, dovrà tenersi mensilm ...
Leggi tutto