POLITICA Letto 4221  |    Stampa articolo

L’UDC boccia i primi cento giorni dell’amministrazione Tenuta

Foto © Acri In Rete
Roberto Saporito
L’Udc non fa sconti all’amministrazione Tenuta e divulga un duro manifesto. “Dopo anni di duro ma sempre reale scontro politico – scrive l’Udc - abbiamo per la prima volta assistito ad una denigrazione degli avversari politici considerati nemici, sia con un’anonima lettera denigratoria al candidato a sindaco del centro sinistra, sia con reiterati e squallidi attacchi al senatore Trematerra sfociati, in questi giorni, nell’ennesima azione giudiziaria per motivi sterili e privi di fondamento sui ipotetici epiteti nel corso di un pubblico comizio.
Azione giudiziaria promossa da chi, insieme ai suoi amici e colleghi, ha sempre usato sia in pubblico e oggi in consiglio comunale espressioni calunniose ed offensive che meriterebbero, queste si, di essere stigmatizzate, sottoposte all’attenzione dell’autorità giudiziaria e che fotografano il loro modo di essere. Mentre si perdevano tre mesi sull’incompatibilità di alcuni consiglieri, alla città si è regalata per la prima volta una sporcizia mai vista prima e si notifica una cartella esattoriale Tares successivamente ritirata per irregolarità procedurali che comporta ulteriore spesa per il comune e disagi e aggravi per i cittadini.
Il sindaco Tenuta assume un esperto finanziario per sistemare i conti dimenticando che lo stesso sindaco, che mantiene la delega al bilancio, è uno stimato commercialista insieme ad altri due consiglieri di maggioranza. Mentre si promette impegno per il lavoro, si esaspera la già difficile situazione degli Lsu ed Lpu e speriamo di non dover assistere a fine anno al mancato rinnovo contrattuale dei lavoratori 156. E’ solo l’inizio e questo sindaco, senza i suoi ex amici, non sembra forte come era una volta.
Speriamo che adesso non si assista a ciò che è già successo in anni recenti: si programmano e si fanno finanziare grandi progetti (strada La Mucone, dotazione rete fognaria su tutto il territorio, strada Marullo, ecc) poi non si è capaci di portarli a compimento da parte delle amministrazioni successive.
Invece di cercare di difendere l’ospedale, si cercano promozioni per amici e nel comune
– conclude l’Udc - si respira aria di caccia alle streghe con comportamenti persecutori verso alcuni impiegati estesi ad esercizi commerciali e a cittadini con simpatie politiche non vicine all’attuale sindaco.”

PUBBLICATO 01/10/2013





Ultime Notizie

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 2351  
Cittadini rassegnati e problemi irrisolti
Una città, la nostra, agonizzante, malridotta e senza prospettive. Una città, Acri, tradita da chi aveva promesso quell'inversione di rotta che non c'è stata e dove le fondamentali regole della rapp ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 2096  
Solidarietà al sindaco Capalbo
In merito alle recenti questioni diffuse dagli ordini di stampa, mi sento di esprimere piena solidarietà al sindaco Pino Capalbo circa i fatti a lui contestati, nonostante la differente appartenenza ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 13095  
Corruzione, indagati il consigliere regionale Aieta e i sindaci di Longobucco e Acri
Indagato per corruzione il consigliere regionale del centrosinistra Giuseppe Aieta. Questa mattina, su richiesta del procuratore capo di Paola Pierpaolo Bruni e del sostituto Rossana Esposito, è sta ...
Leggi tutto

NEWS   |  LETTO 5828  
Esaro. Arresti per droga, ricettazione ed estorsione. Coinvolti anche due acresi
Nelle prime ore di questa mattina, sono stati effettuati arresti per droga, estorsione e ricettazione. Quarantacinque le persone destinatarie di varie ordinanze tra cui anche due acresi, G.F., 40 an ...
Leggi tutto

INTERVISTA  |  LETTO 825  
Focus. Il dopo voto ed i futuri scenari
Con Giuseppe Aieta, rieletto consigliere regionale tra le fila dei democratici progressisti, il candidato più votato in città con circa mille voti, abbiamo parlato della vittoria della Santelli ma s ...
Leggi tutto