POLITICA Letto 4736  |    Stampa articolo

Area ex salumificio. Trattativa arenata. Addio casa dell’anziano?

Foto © Acri In Rete
Roberto Saporito
L’affare, perché di questo si trattava, sembrava essere andato in porto ma, in realtà, la vicenda è tutt’altro che conclusa. L’area dell’ex salumificio è ancora in vendita sebbene lo scorso anno con dodici voti a favore, Udc, Pdl e Psi e quattro contrari, il Pd, il consiglio comunale aveva dato il via libera affinchè il comune procedesse all’acquisto dell’area di contrada Finocchio e di proprietà dell’Arssa.
Si tratta di oltre venti mila metri quadrati su cui insistono un fabbricato di mille e settecento metri quadri, circa novecento occupati da altri manufatti, ottomila di piazzale e novemila di area verde. L’acquisto sarebbe dovuto avvenire a corpo ed attraverso un mutuo della Cassa Depositi e Prestiti di poco superiore a settecentomila euro.
Un vero e proprio affare per entrambi gli enti. Per l’Arssa che ha bisogno di liquidità per far quadrare i propri conti e si disfa di un’area oramai dismessa da anni ma che in passato ha dato lavoro a centinaia di operai ed impiegati e nella quale si producevano prodotti apprezzati e noti in tutta la regione.
Per il comune che con una somma contenuta avrebbe comprato un’area di 20mila metri quadrati e che sarebbe dovuta essere riqualificata e valorizzata. L’intento della passata amministrazione era quella di realizzare sull’area una casa dell’anziano, un pallino dell’ex sindaco Gino Trematerra. La trattativa, ora, sembra essersi arenata.
L’Arssa continua a inviare lettere di invito e sollecito al Comune che, invece, risponde picche. Insomma, pare che la suddetta idea, acquisto dell’area e casa dell’anziano, non interessi all’attuale amministrazione guidata dal sindaco Tenuta.
Se così fosse si concretizzerebbe un altro scippo alla comunità: dopo la perdita dei 30 milioni per la ristrutturazione della strada Acri-Serricella e del milione per la realizzazione della arteria Seggio-Rondinelle, si rischia di perdere un’altra buona opportunità in termini sia di lavoro che di servizi.

PUBBLICATO 09/10/2013





Ultime Notizie

NEWS   |  LETTO 1233  
Gioielleria svaligiata. Emergono altri particolari. Ecco chi sono i colpevoli
Due uomini e una donna sono stati fermati dai carabinieri a Pelago, in provincia di Firenze....
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 2185  
Una città allo sbando, chiamata a pagare colpe non sue
Più volte negli ultimi tempi siamo stati costretti a impugnare la penna per denunciare lo stato di progressivo....
Leggi tutto

NEWS   |  LETTO 1110  
Gioielleria saccheggiata. Ritrovata la merce ma ancora tanti aspetti da chiarire
E' stata rinvenuta nei pressi di Firenze la refurtiva della rapina all'ex gioielleria Garofalo....
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 654  
Basta girare le spalle al futuro!!!
Con molto rammarico e molto dispiacere dobbiamo constatare che c’è da aggiungere un altro tassello negativo per la nostra cittadina. Dopo la chiusura delle attività commerciali e artigianali, dopo l ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 2447  
Comune. Dimissioni in giunta?
Lo abbiamo scritto qualche giorno fa. All’interno della maggioranza e della giunta non c’è un clima sereno. E non certo per colpa di questa testata giornalistica. Non è un mistero che consiglieri e ...
Leggi tutto