POLITICA Letto 4742  |    Stampa articolo

Area ex salumificio. Trattativa arenata. Addio casa dell’anziano?

Foto © Acri In Rete
Roberto Saporito
L’affare, perché di questo si trattava, sembrava essere andato in porto ma, in realtà, la vicenda è tutt’altro che conclusa. L’area dell’ex salumificio è ancora in vendita sebbene lo scorso anno con dodici voti a favore, Udc, Pdl e Psi e quattro contrari, il Pd, il consiglio comunale aveva dato il via libera affinchè il comune procedesse all’acquisto dell’area di contrada Finocchio e di proprietà dell’Arssa.
Si tratta di oltre venti mila metri quadrati su cui insistono un fabbricato di mille e settecento metri quadri, circa novecento occupati da altri manufatti, ottomila di piazzale e novemila di area verde. L’acquisto sarebbe dovuto avvenire a corpo ed attraverso un mutuo della Cassa Depositi e Prestiti di poco superiore a settecentomila euro.
Un vero e proprio affare per entrambi gli enti. Per l’Arssa che ha bisogno di liquidità per far quadrare i propri conti e si disfa di un’area oramai dismessa da anni ma che in passato ha dato lavoro a centinaia di operai ed impiegati e nella quale si producevano prodotti apprezzati e noti in tutta la regione.
Per il comune che con una somma contenuta avrebbe comprato un’area di 20mila metri quadrati e che sarebbe dovuta essere riqualificata e valorizzata. L’intento della passata amministrazione era quella di realizzare sull’area una casa dell’anziano, un pallino dell’ex sindaco Gino Trematerra. La trattativa, ora, sembra essersi arenata.
L’Arssa continua a inviare lettere di invito e sollecito al Comune che, invece, risponde picche. Insomma, pare che la suddetta idea, acquisto dell’area e casa dell’anziano, non interessi all’attuale amministrazione guidata dal sindaco Tenuta.
Se così fosse si concretizzerebbe un altro scippo alla comunità: dopo la perdita dei 30 milioni per la ristrutturazione della strada Acri-Serricella e del milione per la realizzazione della arteria Seggio-Rondinelle, si rischia di perdere un’altra buona opportunità in termini sia di lavoro che di servizi.

PUBBLICATO 09/10/2013





Ultime Notizie

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 646  
La Fidapa e il tema della maternità. Al via eventi formativi
Diventare mamma per una donna spesso è una scelta consapevole, spesso un desiderio che non si realizza, spesso un evento non previsto, spesso un sacrificio che regala un dono prezioso. È questo il t ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 1830  
Ad Acri, nonostante il Santo, i miracoli non si vedono
Noi acresi, pur avendo Sant’Angelo d’Acri, i “miracoli” (sociali) non li avvertiamo. Avverranno, probabilmente, nelle Americhe fra gli emigrati di vecchia data che, forse, avranno difficoltà a ricon ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 1454  
Ho chiesto di parlare con il procuratore
Riguardo la notifica della proroga di indagini preliminari a mio carico, pochi giorni addietro, per il tramite del mio difensore di fiducia, avevo richiesto all’Autorità Giudiziaria inquirente di es ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 2352  
Cittadini rassegnati e problemi irrisolti
Una città, la nostra, agonizzante, malridotta e senza prospettive. Una città, Acri, tradita da chi aveva promesso quell'inversione di rotta che non c'è stata e dove le fondamentali regole della rapp ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 2101  
Solidarietà al sindaco Capalbo
In merito alle recenti questioni diffuse dagli ordini di stampa, mi sento di esprimere piena solidarietà al sindaco Pino Capalbo circa i fatti a lui contestati, nonostante la differente appartenenza ...
Leggi tutto