POLITICA Letto 3813  |    Stampa articolo

Comune. La giunta redige il piano triennale dei lavori pubblici

Foto © Acri In Rete
Roberto Saporito
La giunta comunale, guidata dal sindaco Nicola Tenuta, ha provveduto a redigere il piano triennale delle opere pubbliche valevole, quindi, per il triennio 2014-2017. Si tratta di una serie di interventi atti a migliorare i servizi e la qualità della vita della comunità acrese. Bisogna vedere se gli obiettivi prefissati resteranno solo un sogno o se, invece, l’amministrazione Tenuta sarà caapce di terminare alcune opere pubbliche parzialmente realizzate e crearne delle nuove.
Una cosa è certa: l’attuale esecutivo dovrà essere in grado di intercettare fondi regionali, statali ed europei attraverso progetti seri e credibili perché con le sole risorse comunali sarà difficile realizzare quanto ideato. Tra gli interventi in elenco catturano l’attenzione alcuni che potrebbero cambiare il volto della città. Tenuta e i suoi hanno intenzione di completare la caserma dei carabinieri ed hanno previsto un importo di un milione e trecentomila, quindi puntano anche all’ammodernamento di alcune arterie comunali come la Rondinella-Marullo (480.000,00 euro).
Tra gli obiettivi vi è anche la Acri-Serricella ma attorno a questo intervento c’è molta confusione. Il progetto era stato finanziato con fondi Cipe lo scorso anno ed il preliminare è depositato presso la Regione, assessorato ai trasporti, dal maggio 2013. L’iter che prevede l’approvazione del competente ministero, però, non è mai iniziato, ovvero il progetto è ancora chiuso nei cassetti degli uffici di Catanzaro ed, anzi, pare che i soldi siano spariti, cioè sono stati dirottati altrove facendo perdere alla comunità una grossa occasione di sviluppo e crescita.
Tra gli obiettivi di Tenuta vi è anche l’urbanizzazione dell’area industriale di Chianette, il consolidamento di alcune aree in frana e la realizzazione di impianti fotovoltaici su edifici pubblici. Ed ancora: l’adeguamento dei sistemi di depurazione per un importo pari a diciassette milioni. Anche in questo caso, però, il decreto, pubblicato qualche mese fa, doveva essere perfezionato ma ciò non è accaduto e vi è il concreto rischio che i fondi si perdano.
Il piano triennale dei lavori pubblici sarà ora discusso ed approvato dal consiglio comunale.

PUBBLICATO 20/10/2013





Ultime Notizie

NEWS  |  LETTO 2254  
La vicenda di Grazia, parla Vincenzo Catanzariti
Ricordate la vicenda di Grazia Tripargoletti, la donna che per arrivare sul posto di lavoro (motorizzazione civile di Cosenza) in modo puntuale è costretta a dormire su una panchina e di cui si è oc ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 1314  
Calabria Verde, stabilizzati 203 lavoratori LSU-LPU
L’Azienda Calabria Verde ha concluso il processo di stabilizzazione dei 203 dipendenti, facenti parte degli ex Lsu/Lpu, che nel mese di aprile 2016 erano transitati in Calabria Verde provenienti dal ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 510  
Frane e alluvioni. Il nuovo rapporto Ispra. Il 100% dei Comuni calabresi è a rischio
L’edizione 2018 del Rapporto sul dissesto idrogeologico in Italia, pubblicato dall’Ispra....
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 933  
Report raccolta differenziata 2018. Acri al 65,4%
In provincia di Cosenza il quantitativo totale di rifiuti differenziati ha superato, nel 2018, quello che ancora è conferito nelle modalità tradizionali. Per la prima volta da quanto il Catasto re ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 794  
Movimento 24 agosto di Pino Aprile. Pronti ad aderire anche molti acresi
Il Movimento 24 Agosto equità territoriale, presentato a Cosenza lo scorso ottobre, pare stia attirando l’attenzione di molti acresi tra cui anche quella di qualche consigliere comunale.
Leggi tutto