POLITICA Letto 4202  |    Stampa articolo

Venerdi consiglio comunale urgente sulla questione corte dei conti

Foto © Acri In Rete
Roberto Saporito
Come anticipato venerdì, si terrà l’atteso consiglio comunale sulla questione legata al dissesto finanziario dell’ente. L’amministrazione guidata da Nicola Tenuta, quindi, ha scelto la via più breve, quella, cioè, che dovrà certificare o meno lo stato di dissesto dell’ente dopo il grave richiamo della Corte dei Conti dello scorso trentuno ottobre.
In quella occasione l’organo di controllo era stato severo e diretto: o si metta in atto un piano di risanamento attuabile a breve termine attraverso il reperimento di almeno sei milioni o il comune certifichi lo stato di dissesto.
Il tutto entro e non oltre il 20 novembre. Se, come sembra, venerdì si riunisce l’assise significa che l’amministrazione non è stata in grado di produrre quanto richiesto dalla Corte.
Sia la mole di debiti che il richiamo della Corte, una ventina di pagine, non fanno pensare a nulla di buono.
A quanto pare il sindaco Tenuta ed il suo staff ce l’hanno messa tutta per evitare tale situazione. La maggioranza, quindi, sottoporrà l’atto al consiglio comunale per la conseguente approvazione.
Nel caso in cui il consiglio comunale dovesse deliberare il dissesto finanziario, sindaco, giunta e consiglio resterebbero in carica ma verrebbero affiancati da una commissione nominata dal Ministero degli Interni che si occuperebbe del disavanzo pregresso, mentre l’amministrazione gestirebbe il bilancio “risanato.” Una volta che il consiglio approva e delibera la dichiarazione di dissesto si verifica una vera e propria spaccatura tra il passato ed il futuro.
Tutto ciò che è relativo al pregresso, compresi i residui attivi e passivi non vincolati, viene estrapolato dal bilancio comunale e passato alla gestione straordinaria della liquidazione, composta da una apposita commissione.
Sono ore di grande attesa e ansia per la comunità che vede all’orizzonte la possibilità dell’aumento delle tasse fino alle massime aliquote consentite dalla legge. Domani, in aula, se ne saprà di più.

PUBBLICATO 13/11/2013





Ultime Notizie

OPINIONE  |  LETTO 2809  
Ato eterna incompiuta e soldi bloccati nelle casse del comune di Cosenza
Dal mese di ottobre 2019 siamo in piena emergenza rifiuti a causa dei blocchi continui e delle limitazioni delle quantità massime dei conferimenti dei rifiuti indifferenziati negli impianti regional ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 903  
Parco Sila. I reati del 2019
Sono 11.000 i controlli effettuati in questo 2019 dal Reparto Carabinieri Parco Nazionale della Sila. La vasta area protetta (77.000 ettari circa), ha visto impegnati 38 militari, dislocati tra il R ...
Leggi tutto

NEWS   |  LETTO 542  
Le Sardine calabresi si organizzano
“Superare la frammentazione a sinistra e fare uno sforzo di convivenza per il bene comune”. Facile a dirsi complicato a farsi, ma questo è lo spirito del movimento delle Sardine ribadito ieri da Jas ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 1685  
Uccise la badante, l'Appello conferma 24 anni
La vicenda risale al luglio 2016. Siamo in località Scuva, al di là del fiume Mucone. Una donna, N.T, 50enne, badante, di nazionalità bulgara, venne trovata uccisa poco fuori l’abitazione (nella fot ...
Leggi tutto

NEWS   |  LETTO 1320  
Bes, benessere equo e sostenibilità 2030, Acri scelto per testare gli indicatori
Il comune di Acri, con Campi Bisenzio, Pesaro, Rho ed Unione dei Comuni Val di Comino, è stato scelto per testare gli indicatori del Bes, benessere equo e sostenibile, un indice sviluppato dall'Ista ...
Leggi tutto