POLITICA Letto 5105  |    Stampa articolo

Tares, i contribuenti non sanno di dover pagare

Foto © Acri In Rete
Piero Cirino
Contribuente acrese non solo tassato e tartassato, ma anche costretto a far da sé per quantificare l’importo del tributo.
Lunedì prossimo scade il termine per il versamento della maggiorazione di 0,30 euro della Tares dovuta allo Stato. Inizialmente era stata messa insieme alla terza e ultima rata dell’imposta.
Quest’ultima è stata poi spostata a gennaio, ma la maggiorazione va comunque versata entro lunedì.
Il punto è che per questa imposta il Comune non ha emesso alcun ruolo, così come non lo ha fatto per suo conto Equitalia.
Insomma, gli acresi a casa non hanno ricevuto alcuna comunicazione ufficiale della scadenza. Sono tenuti a saperlo unicamente dalla consultazione del sito internet dell’ente o da altre forme di comunicazione piuttosto opinabili.
Molti non pagheranno semplicemente perché non sanno di doverlo fare. Questo comunque ha prodotto un moto di stizza generale e non poca irritazione nei confronti del Comune.
Eppure nella delibera del consiglio comunale n. 50, del 28 novembre scorso, si legge che la maggiorazione standard di 0,30 euroè versata unitamente alla terza e ultima rata del tributo”, entro il 16 dicembre.
Inoltre “ai contribuenti dovranno essere trasmessi, da parte del Comune, anche eventualmente tramite il soggetto affidatario della riscossione dell’entrata, appositi e motivati avvisi di pagamento, contenenti l’indicazione degli importi dovuti, analiticamente distinti tra tributo sui rifiuti e tributo sui servizi indivisibili, da riportarsi su modello F24 precompilati, nonché su bollettino di conto corrente postale”.
Ci sono Comuni che hanno inviato il modello F24 precompilato (clicca qui per scaricarlo), altri invece hanno agito come quello di Acri. Prevedibilmente il mancato invio del modello produrrà ulteriori disagi ai contribuenti acresi che non avranno pagato.

PUBBLICATO 15/12/2013





Ultime Notizie

OPINIONE  |  LETTO 2809  
Ato eterna incompiuta e soldi bloccati nelle casse del comune di Cosenza
Dal mese di ottobre 2019 siamo in piena emergenza rifiuti a causa dei blocchi continui e delle limitazioni delle quantità massime dei conferimenti dei rifiuti indifferenziati negli impianti regional ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 903  
Parco Sila. I reati del 2019
Sono 11.000 i controlli effettuati in questo 2019 dal Reparto Carabinieri Parco Nazionale della Sila. La vasta area protetta (77.000 ettari circa), ha visto impegnati 38 militari, dislocati tra il R ...
Leggi tutto

NEWS   |  LETTO 542  
Le Sardine calabresi si organizzano
“Superare la frammentazione a sinistra e fare uno sforzo di convivenza per il bene comune”. Facile a dirsi complicato a farsi, ma questo è lo spirito del movimento delle Sardine ribadito ieri da Jas ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 1686  
Uccise la badante, l'Appello conferma 24 anni
La vicenda risale al luglio 2016. Siamo in località Scuva, al di là del fiume Mucone. Una donna, N.T, 50enne, badante, di nazionalità bulgara, venne trovata uccisa poco fuori l’abitazione (nella fot ...
Leggi tutto

NEWS   |  LETTO 1321  
Bes, benessere equo e sostenibilità 2030, Acri scelto per testare gli indicatori
Il comune di Acri, con Campi Bisenzio, Pesaro, Rho ed Unione dei Comuni Val di Comino, è stato scelto per testare gli indicatori del Bes, benessere equo e sostenibile, un indice sviluppato dall'Ista ...
Leggi tutto