POLITICA Letto 4297  |    Stampa articolo

Il 30 dicembre il consiglio comunale voterà la delibera di dissesto finanziario. Intanto maggioranza e UDC finiscono in tribunale

Foto © Acri In Rete
Roberto Saporito
L’amministrazione comunale è pronta per votare la delibera che certifica il dissesto finanziario. Il consiglio comunale, infatti, è convocato per il prossimo trenta dicembre alle 10,30. Si prevede un’assise lunga ma soprattutto molto animata. Le polemiche a distanza tra maggioranza ed opposizione, in particolare tra l’esecutivo Tenuta e l’Udc, che hanno caratterizzato questi ultimi giorni, molto probabilmente faranno parte anche del dibattito che sarà senza esclusioni di colpi. Il clima tra le due parti, infatti, è basato più su attacchi personali che su aspetti politici.
L’ultimo comunicato dell’amministrazione contiene pesanti accuse rivolte alla precedente giunta ed esse potrebbero essere oggetto di vertenze giudiziarie.
Tra gli atti contestati da Tenuta ed i suoi, anche alcune corpose spese che, secondo gli accusatori, farebbero parte della sfera personale ed invece pagate con soldi pubblici. Chi ha amministrato negli ultimi anni è pronto a dimostrare il contrario ed a smontare quelli che definiscono solo attacchi denigratori e diffamatori. Da qui, quindi, la probabilità che la cosa finisca nelle aule di tribunale.
Nel mentre la città sta vivendo uno dei momenti più difficili della sua storia. Oltre al danno, rappresentato dall’aumento dei tributi, si è aggiunta la beffa visto che la Corte dei Conti non ha accolto il piano di risanamento previsto dalla maggioranza fatto di tagli e aumenti.
Sicchè il consiglio comunale è costretto ora ad approvare la delibera per evitare che il Ministero dell’Intero, attraverso la Prefettura, sciolga l’assise per inadempienza.
L’iter prevede, poi, l’arrivo in comune di una commissione speciale formata da esperti in finanza degli enti locali che avrà il compito di mettere mano ai bilanci degli anni precedenti mentre gli attuali amministratori saranno chiamati a gestire l’ordinario ed il bilancio del 2014.
E più di uno suggerisce a sindaco ed assessori di sospendersi l’indennità.

PUBBLICATO 25/12/2013





Ultime Notizie

NEWS  |  LETTO 1004  
Ambiente. Sversamenti di sostanze nocive nel fiume Mucone
E’ stata ribattezzata ‘Arsenico’ l’operazione compiuta questa mattina dai militari del Comando Provinciale di Cosenza e del Gruppo Carabinieri Forestale. Sono state rilevate concentrazioni di inquin ...
Leggi tutto

INTERVISTA  |  LETTO 807  
Focus. Il dopo voto ed i possibili scenari
Circa 6000 voti in provincia, poco meno di 500 ad Acri, favorito per un posto nella giunta regionale. Con Pietro Molinaro, candidato nella Lega, che ha voluto ringraziare gli elettori acresi, abbiam ...
Leggi tutto

SPETTACOLI  |  LETTO 1095  
Concorso DanzElegantemente. La A.S.D. World Ballet sul podio
Elegantemente, con impegno e dedizione la A.D.S. World Ballet di Cristina Coschignano e Claudia Perrone, si è distinta al concorso di “DanzElegantemente”, premio danza Fabiana Luzzi, domenica 9 febb ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 2040  
Gratitudine e stima
Gratitudine e stima per il lavoro che sta portando avanti per la nostra città che, malgrado le ristrettezze economiche, sta migliorando quotidianamente sotto ogni aspetto. Un città più solidale, be ...
Leggi tutto

NEWS   |  LETTO 1684  
Solidarietà trasversale a Capalbo
Solidarietà trasversale al sindaco Pino Capalbo. Scrive il Partito Democratico; “nelle ultime ore, abbiamo appreso delle indagini che vedono coinvolto il nostro sindaco di Acri, Avv. Pino Capalbo, ...
Leggi tutto