POLITICA Letto 3450  |    Stampa articolo

UDC, il dissesto scelta dell'amministrazione Comunale

Foto © Acri In Rete
Piero Cirino
L’Udc non ci sta ad accollarsi le responsabilità del dissesto e passa al contrattacco. Ha scelto un convegno – conferenza stampa, tenutosi ieri sera nel Palazzo Sanseverino-Falcone.
Questa la tesi, enunciata, numeri alla mano, dalla consigliera comunale Anna Vigliaturo: non abbiamo fatto ricorso al predissesto perché si poteva agire diversamente, attraverso il bilancio. Al predissesto poteva ricorrere, perché c’era tempo fino allo scorso novembre, anche questa amministrazione. La situazione debitoria del Comune, “che a novembre sfiora gli undici milioni di euro, e non i venti dichiarati dal sindaco, è maturata nel tempo e ha attraversato varie amministrazioni”.
La manifestazione è stata aperta dal segretario del partito Vincenzo Arena e vi hanno preso parte, oltre alla Vigliaturo, anche l’europarlamentare Gino Trematerra, l’assessore regionale Michele Trematerra e Raffaele De Vincenti, dirigente dell’Udc acrese.
Gino Trematerra ha fatto chiaramente intendere che il dissesto è stato voluto per evitare che si ricandidasse alle Europee e, dopo aver dato conto del suo impegno da sindaco, ha ricordato come “con Coschignano e Rocco, sindaci di centrosinistra, la polemica si è sempre mantenuta su un piano politico, ora non è più così”. Ha concluso con un pizzico di orgoglio, quando ha ricordato che “la mia storia personale è una bella storia”.
Anche Michele Trematerra non è stato tenero con gli attuali amministratori, parlando di “stagione di carte bollate”. Commentando l’affermazione del sindaco Tenuta, secondo la quale non si sarebbe candidato se avesse saputo dei debiti del Comune, “solo per questo meriterebbe una mozione di sfiducia in consiglio, perché è facile amministrare quando i soldi ci sono”. De Vincenti ha poi rievocato il clima entro cui è maturata la vittoria elettorale di Tenuta, “il Grillo di Acri, che ha cavalcato l’antipolitica, scagliandosi contro i partiti e dimenticando che solo due mesi prima con un partito si era candidato alle Politiche”.

PUBBLICATO 13/01/2014





Ultime Notizie

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 1121  
Quest'amministrazione sarà presto archiviata come le sue querele
Con decreto di archiviazione emesso dal Giudice per le Indagini Preliminari dott. Piero Santese, lo scorso 17 febbraio, il Tribunale di Cosenza ha archiviato la querela che il Sindaco Pino Capalbo, ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 1233  
La paura deve far ragionare
Non possiamo negare che il momento storico che stiamo vivendo è alquanto difficile e delicato, ma non per questo dobbiamo entrare in panico creando danni che potrebbero diventare irreversibili.
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 281  
Liceo Julia ed Aspa insieme contro la ludopatia
Il forte sodalizio tra Liceo Classico e Scientifico V. Julia e la società civile aggiunge un altro tassello al già grande mosaico basato su rispetto e collaborazione reciproca al servizio degli alun ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 3352  
Coronavirus. Ondata di rientri di docenti e lavoratori dal nord
Era prevedibile. Nella giornata di ieri abbiamo contattato alcuni amici autisti di bus e ditte di trasporto su gomma che ci hanno confermato le indiscrezioni del giorno prima. A causa dell’espander ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 616  
I cocktail molecolari all’istituto alberghiero
L’Istituto alberghiero ha ospitato, nell’ambito di una serie di stage formativi, il barman Leonardo Beraldi di Mirto Crosia proprietario del Chocolat. Leonardo si è presentato agli alunni con profes ...
Leggi tutto