POLITICA Letto 4595  |    Stampa articolo

Respinta la mozione di sfiducia. Il presidente del consiglio resta al suo posto

Foto © Acri In Rete
Roberto Saporito
Cosimo Fabbricatore resta al suo posto, ovvero continuerà a ricoprire il ruolo di presidente del consiglio comunale. Respinta, quindi, la mozione di sfiducia presentata dalle forze di minoranza, cioè Pd e Udc.
In realtà la mozione si è potuta discutere in assise grazie anche alla firma di quattro consiglieri di maggioranza, cioè Cavallotti, Roselli, Bruno e Pettinato, che uniti ai sei consiglieri di opposizione hanno permesso di raggiungere (e superare) il numero minimo, cioè, i due quinti del consiglio intero, almeno sette membri. “Si tratta di un atto politico”, tengono a precisare le forze di minoranza, “e non giammai di accuse personali. L’attuale presidente non tutela l’opposizione e non adempie in pieno al suo ruolo di super partes come vuole la legge ed in molti casi non ha inteso raccogliere le nostre istanze.”
Molinari (Udc) aggiunge: “finora l’operato del presidente del consiglio ha lasciato molto a desiderare anche per il fatto che molti punti all’ordine del giorno dei consigli comunali non vengono affrontati nelle apposite commissioni.”
Fabbricatore si difende: “mi è stato chiesto di inserire il punto all’ordine del giorno sull’ordine pubblico ma non era il caso discutere di questo importante argomento nella stessa seduta in cui si parlava di dissesto finanziario. Credo di aver svolto finora il mio ruolo nella massima correttezza e sono veramente amareggiato per essere accusato di tutelare solo una parte della maggioranza.”
Secondo Romagnino, della maggioranza, Fabbricatore ha sempre rispettato l’opposizione mentre Viteritti, sempre della maggioranza, ha proposto di devolvere il gettone di presenza di ieri ad un’associazione di volontariato e la riduzione dello stesso del trenta per cento (proposta passata). Poi, però, propone un atto che crea non pochi imbarazzi nella stessa maggioranza: “anche i passati amministratori devono restituire il gettone di presenza.” Incredulità!
Capalbo (Pd) chiede di più: “viste le condizioni di dissesto finanziario dell’ente, propongo l’eliminazione dei gettoni di presenza dei consiglieri e delle indennità della giunta per tutta la durata della legislatura” (proposta respinta).
Venerdì prossimo alle 15,30 tornerà a riunirsi il consiglio con ben otto punti all’ordine del giorno tra cui ordine pubblico e sicurezza sul territorio e realizzazione di una centrale a biomassa.
Ci si chiede, allora, perché non aver unito le due sedute visto che ognuna di esse costa trenta euro lorde in termini di gettone di presenza ad ogni singolo consigliere.

PUBBLICATO 21/01/2014





Ultime Notizie

NEWS   |  LETTO 2303  
Siti da bonificare e morti sospette. C’è anche Acri. Interrogazione M5S
L’incidenza tumorale, le morti collegate e le relazioni con i siti contaminati da inquinamento di vario genere. Undici parlamentari del M5S scrivono al ministro dell’ambiente, Costa, chiedendo quali ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 2811  
Ato eterna incompiuta e soldi bloccati nelle casse del comune di Cosenza
Dal mese di ottobre 2019 siamo in piena emergenza rifiuti a causa dei blocchi continui e delle limitazioni delle quantità massime dei conferimenti dei rifiuti indifferenziati negli impianti regional ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 903  
Parco Sila. I reati del 2019
Sono 11.000 i controlli effettuati in questo 2019 dal Reparto Carabinieri Parco Nazionale della Sila. La vasta area protetta (77.000 ettari circa), ha visto impegnati 38 militari, dislocati tra il R ...
Leggi tutto

NEWS   |  LETTO 543  
Le Sardine calabresi si organizzano
“Superare la frammentazione a sinistra e fare uno sforzo di convivenza per il bene comune”. Facile a dirsi complicato a farsi, ma questo è lo spirito del movimento delle Sardine ribadito ieri da Jas ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 1686  
Uccise la badante, l'Appello conferma 24 anni
La vicenda risale al luglio 2016. Siamo in località Scuva, al di là del fiume Mucone. Una donna, N.T, 50enne, badante, di nazionalità bulgara, venne trovata uccisa poco fuori l’abitazione (nella fot ...
Leggi tutto