POLITICA Letto 3983  |    Stampa articolo

Questione CUP. L'amministrazione comunale minaccia di rivolgersi all'autorità giudiziaria

Foto © Acri In Rete
Roberto Saporito
“Se la situazione non si risolve in pochi giorni, saremo costretti a rivolgerci all’autorità giudiziaria.”Questa volta l’Amministrazione comunale sembra avere perso la pazienza e sarebbe orientata a mettere in atto azioni estreme e dirompenti pur di vedersi risolvere il problema.
La questione è quella relativa al Cup, centro unico di prenotazioni sanitarie. Il sindaco Tenuta e l’assessore alla sanità, Benvenuto hanno preso carta e penna ed hanno inviato una lettera, non certo morbida, al direttore generale dell’Asp, Gianfranco Scarpelli .
“L’amministrazione comunale – si legge nella missiva – chiede alla S.V. per l’ennesima volta la soluzione urgente e definitiva della penosa vicenda che interessa il Cup di Acri centro, Serricella e San Giacomo che tantissimi disagi sta creando ai cittadini soprattutto ad ammalati, disabili, anziani. Quasi quotidianamente – si legge ancora – presso la casa comunale si recano utenti esasperati per un problema annoso e per il quale l’Asp non riesce a trovare una soluzione nonostante le tante richieste.”
I disagi del Cup di Acri centro sono iniziati, anzi peggiorati, quando sono stati chiusi, per mancanza di personale, quelli di Serricella e San Giacomo, due grosse frazioni poste a sud ed a nord del centro abitato che servivano almeno mille residenti. Quello centrale di via Viola, quindi, è letteralmente preso d’assalto da centinaia di utenti, aumentati in questi giorni di agosto.
Chi si reca al punto di Acri centro, e molti lo fanno anche di buon mattino, è costretto a fare lunghissime ore di attesa e spesso senza riuscire nell’intento visto che alle 12 l’ufficio chiude e chi è in possesso del numero elimina code è costretto a ritornare il giorno dopo.
Carenza di personale, pc lenti, ricette contenenti anche otto prestazioni, sono tra le cause dei disagi. Non sono mancati le aggressioni verbali tra dipendenti e utenti e spesso è stato chiesto l’intervento dei carabinieri.
Insomma una situazione non più tollerabile ed a cui l’Asp, sebbene le continue rimostranze di cittadini e forze politiche, non è riuscita ancora porre rimedio.

PUBBLICATO 23/08/2014





Ultime Notizie

NEWS  |  LETTO 698  
Finanziamenti per i centri storici. C’è anche Acri
La Regione Calabria, Dipartimento urbanistica e beni culturali, ha provveduto ad approvare...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 886  
La LACA ed il contenzioso sulla TARI 2014
Sono passati ormai 5 anni da quando abbiamo iniziato la nostra protesta nei confronti dell’allora amministrazione Tenuta, per le bollette “pazze” relative ai tributi comunali sui rifiuti solidi urba ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 887  
Acri inizi a promuovere sagre di carni di maiale (frittudi, scarafuogli, suzu, vozza, ecc.)
Si, lo so che Acri ha ben altre cose da offrire, ma le sagre mangerecce di paese sono gli appuntamenti che fanno spostare settimanalmente centinaia o migliaia di persone dalla provincia in una speci ...
Leggi tutto

SPORT  |  LETTO 159  
Calcio a 5. ASD Città di Fiore – Serralonga Pertina 4 – 4
Bellissima partita, giocata a viso aperto da tutte e due le parti, passa in vantaggio la squadra dell’Acri con un bel gol di Giudice. La squadra di casa Reagisce ed in cinque minuti pareggia e passa ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 1048  
Verso le regionali. Ecco chi voteranno consiglieri comunali ed assessori
Nei giorni scorsi abbiamo ipotizzato i possibili schieramenti di alcuni consiglieri comunali e di qualche assessore. Ad oggi non ci è giunta alcuna smentita, ciò vuol dire che abbiamo indovinato. Lo ...
Leggi tutto