POLITICA Letto 4571  |    Stampa articolo

Comune, arriva la Tasi

Foto © Acri In Rete
Piero Cirino
Con una nota informativa apparsa sul sito istituzionale, il Comune informa che “da quest’anno entra in vigore il tributo per i servizi indivisibili (Tasi), una delle componenti della Iuc”.
L’imposta è dovuta “da chiunque possiede o detiene a qualsiasi titolo fabbricati (compresa l’abitazione principale e le relative pertinenze) e aree fabbricabili, mentre non è dovuta sui terreni agricoli. Se l’immobile è posseduto o detenuto da più soggetti, essi sono obbligati in solido all’adempimento dell’obbligazione tributaria”.
Nel caso in cui l’unità immobiliare sia occupata da un soggetto diverso dal titolare del diritto di proprietà o usufrutto, l’imposta è dovuta nella misura del 30% dall’occupante, mentre il 70% viene versato dal titolare del diritto reale (proprietario o usufruttuario).
Il regolamento di riferimento è stato approvato dal consiglio comunale nello scorso mese di luglio.
La Tasi non deve essere versata sui terreni agricoli ricadenti in aree montane o di collina, sui terreni classificati o classificabili nelle Categorie da E/1 a E/9, sui fabbricati con destinazione ad usi culturali; sui fabbricati di proprietà della Santa Sede indicati nel Trattato Lateranense e quelli destinati esclusivamente all’esercizio di culto e relative pertinenze, sui fabbricati appartenenti agli Stati Esteri ed alle organizzazioni internazionali, sui fabbricati utilizzati destinati allo svolgimento con modalità non commerciali di attività assistenziali, previdenziali, sanitarie, di ricerca scientifica, didattiche, ricettive, culturali, ricreative e sportive.
La Tasi deve essere versata in due rate: versando il 50% del dovuto in acconto entro il 16 ottobre e il saldo entro il 16 dicembre oppure in unica soluzione il 16 dicembre.
La base imponibile utilizzata per il calcola della Tasi è la stessa prevista per l’Imu, quindi il valore imponibile dei fabbricati è pari alla rendita risultante il catasto e vigente dall’01 gennaio dell’anno di imposizione rivalutata del 5%; alla rendita rivalutata viene poi applicato il moltiplicatore previsto per la categoria catastale dell’immobile. Il Comune non invierà cartelle e ognuno dovrà procedere per proprio conto al calcolo.


- NOTA INFORMATIVA PAGAMENTO TASI 2014
- DELIBERA DI CONSIGLIO N.33 DEL 25.07.2014

PUBBLICATO 23/09/2014





Ultime Notizie

NEWS   |  LETTO 944  
Morte Roselli. Decisione prevista per giovedì 14 novembre
Si è tenuta ieri, presso il Tribunale di Cosenza, davanti al giudice Francesca De Vuono, la discussione per il processo di Francesco Roselli deceduto il 29 giugno del 2014 presso l’Ospedale civile d ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 1639  
Festa Sant’Angelo. Il programma
Domani, mercoledì 30, festa in onore di Sant’Angelo, compatrono della città, canonizzato nel 2017. Un anno importante in quanto ricorre il 350° anniversario della nascita
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 2178  
Lavori pubblici. Sposato; burocrazia lenta, funzionari mediocri, politici lontani.
Gianfranco Sposato, amministratore unico e direttore tecnico della Sposato Costruzioni, fa sentire la sua voce. Michele Presta, giornalista de Il Corriere della Calabria, quotidiano on line calabr ...
Leggi tutto

SPORT  |  LETTO 729  
Trofeo Sant'Angelo, vince la coppia Oriolo-Palermo
Buona cornice di pubblico, apprezzamenti oltre le aspettative e tanto entusiasmo per la III edizione del Trofeo di Sant’Angelo, gara regionale a coppie, organizzata dal Gruppo bocciofilo Città di Ac ...
Leggi tutto

SPORT  |  LETTO 524  
Il punto sulla Promozione. L’Acri battuto dal Sant’Agata, Belvedere al comando
Ottava giornata con ben quattro vittorie esterne. Ancora imbattute Belvedere e Praia...
Leggi tutto