POLITICA Letto 4682  |    Stampa articolo

Comune, arriva la Tasi

Foto © Acri In Rete
Piero Cirino
Con una nota informativa apparsa sul sito istituzionale, il Comune informa che “da quest’anno entra in vigore il tributo per i servizi indivisibili (Tasi), una delle componenti della Iuc”.
L’imposta è dovuta “da chiunque possiede o detiene a qualsiasi titolo fabbricati (compresa l’abitazione principale e le relative pertinenze) e aree fabbricabili, mentre non è dovuta sui terreni agricoli. Se l’immobile è posseduto o detenuto da più soggetti, essi sono obbligati in solido all’adempimento dell’obbligazione tributaria”.
Nel caso in cui l’unità immobiliare sia occupata da un soggetto diverso dal titolare del diritto di proprietà o usufrutto, l’imposta è dovuta nella misura del 30% dall’occupante, mentre il 70% viene versato dal titolare del diritto reale (proprietario o usufruttuario).
Il regolamento di riferimento è stato approvato dal consiglio comunale nello scorso mese di luglio.
La Tasi non deve essere versata sui terreni agricoli ricadenti in aree montane o di collina, sui terreni classificati o classificabili nelle Categorie da E/1 a E/9, sui fabbricati con destinazione ad usi culturali; sui fabbricati di proprietà della Santa Sede indicati nel Trattato Lateranense e quelli destinati esclusivamente all’esercizio di culto e relative pertinenze, sui fabbricati appartenenti agli Stati Esteri ed alle organizzazioni internazionali, sui fabbricati utilizzati destinati allo svolgimento con modalità non commerciali di attività assistenziali, previdenziali, sanitarie, di ricerca scientifica, didattiche, ricettive, culturali, ricreative e sportive.
La Tasi deve essere versata in due rate: versando il 50% del dovuto in acconto entro il 16 ottobre e il saldo entro il 16 dicembre oppure in unica soluzione il 16 dicembre.
La base imponibile utilizzata per il calcola della Tasi è la stessa prevista per l’Imu, quindi il valore imponibile dei fabbricati è pari alla rendita risultante il catasto e vigente dall’01 gennaio dell’anno di imposizione rivalutata del 5%; alla rendita rivalutata viene poi applicato il moltiplicatore previsto per la categoria catastale dell’immobile. Il Comune non invierà cartelle e ognuno dovrà procedere per proprio conto al calcolo.


- NOTA INFORMATIVA PAGAMENTO TASI 2014
- DELIBERA DI CONSIGLIO N.33 DEL 25.07.2014

PUBBLICATO 23/09/2014





Ultime Notizie

NEWS  |  LETTO 2510  
Nominati i presidenti di seggio
Sono stati nominati dalla Corte d'Appello di Catanzaro, in riferimento alle elezioni regionali, i Presidenti di Seggio per la tornata elettorale. Si voterà nella sola giornata di domenica 26 Gennai ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 589  
Poeti in erba: quando la poesia diventa denuncia
Maggio 2013, a una manciata di chilometri da Acri, una giornata come tante , una ragazza come tante: Fabiana Luzzi uccisa dal suo fidanzatino che, dopo averla colpita con venti coltellate, le ha dat ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 1437  
Alla ricerca del 'consenso perduto'
I lavori della commissione elettorale, convocata per le ore 9,00 di stamane e tenutasi invece, in violazione del regolamento consiliare ed in spregio alle più elementari regole di educazione istituz ...
Leggi tutto

SPORT  |  LETTO 530  
Calcio. Luca Petrone non è più dg del Cosenza Calcio
Il Cosenza Calcio comunica che, dopo la scadenza del 31 dicembre scorso, non è stato rinnovato il contratto a Luca Petrone, acrese, da qualche mese dg della società bruzia. Il rapporto di lavoro, qu ...
Leggi tutto

CULTURA  |  LETTO 608  
Cammino Basiliano. Ecco cosa è e come si svilupperà
Nei giorni scorsi, grazie ad uno scritto del geologo Francesco Foggia, ci siamo occupati del Cammino Basiliano, un’iniziativa ai più sconosciuta. Ecco di cosa si tratta. “Dopo quattordici
Leggi tutto