POLITICA Letto 3834  |    Stampa articolo

Tenuta e Capalbo in corsa per un posto nel consiglio provinciale

Foto © Acri In Rete
Roberto Saporito
Nicola Tenuta e Pino Capalbo. Sono loro i consiglieri comunali di Acri candidati al consiglio provinciale. Le elezioni, come risaputo, si svolgeranno il prossimo dodici ottobre presso la sede della Provincia in corso Telesio. Potranno votare solo i sindaci ed i consiglieri dei centocinquantaquattro comuni della Provincia, ovvero poco meno di mille e ottocento, per eleggere il successore di Mario Oliverio e i dodici consiglieri. Tre i candidati alla presidenza: Mario Occhiuto, sindaco di Cosenza, Marcello Manna, sindaco di Rende e Gianni Papasso, sindaco di Cassano allo Ionio. Tenuta fa parte della lista “Nuova Provincia” a sostegno di Marcello Manna, a sua volta sostenuto da Antonio Gentile di Ncd mentre Pino Capalbo è candidato nella lista “Provincia Democratica che sostiene Gianni Papasso.
Il primo è sindaco di Acri e per la prima volta si candida al consiglio provinciale.
Tenuta, difatti, ha alle spalle diverse esperienze politiche e sempre sotto l’egida del centro destra o di forze che si riconducono a quest’area. E’ stato sindaco di Acri, a capo di una coalizione di centro destra, dal 2000 al 2005, quindi consigliere comunale del Pdl ed ancora candidato alle regionali del 2010 con il Pdl ottenendo in città circa tremila voti e candidato alla Camera nel 2013 con Grande Sud quando ottenne, sempre in città, oltre mille preferenze. Da giugno 2013 è sindaco di Acri a capo di quattro liste civiche dopo aver sconfitto centro destra e centro sinistra grazie a circa settemila voti. Pino Capalbo, ex Ds, è capogruppo del Pd.
Alle ultime elezioni comunali del 2013 è risultato essere, per la seconda volta consecutiva, il candidato più votato con oltre quattrocento preferenze. E’ stato anche vice presidente della Comunità Montana Destra Crati. Anch’egli, come Tenuta, non mai partecipato alle elezioni provinciali mentre per due volte, 2010 e 2012, è stato candidato alle Primarie per la scelta del sindaco del centro sinistra. Pur ottenendo un ampio consenso, è stato sconfitto di misura in entrambe le occasioni, da Giacomo Cozzolino nel 2010 e da Giuseppe Cristofaro nel 2012. E’ ritenuto, al momento, l’uomo di punta del Pd locale non solo per l’ottimo seguito ma anche per la capacità di aggregare e di distinguersi all’interno del consiglio comunale. Una risorsa umana importante che il Pd potrebbe utilizzare anche nei futuri appuntamenti elettorali.

PUBBLICATO 24/09/2014





Ultime Notizie

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 659  
Morte Fusaro. Assolto Micalizzi
In relazione all’articolo apparso sulla Vs. testata giornalistica on line in data 25 Marzo 2019, per mezzo del quale....
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 1562  
Vigili Urbani. Ecco il bando di Concorso. Scadenza domande il 19 dicembre
Il Comune di Acri rende noto che è indetto concorso pubblico, per soli esami, per la copertura di 2 (due) posti, a tempo pieno e indeterminato di Istruttore - Agente di Polizia Locale - categoria C. ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 556  
Regionali. Ufficiale si vota il 26 gennaio
Qualche ora fa il presidente della giunta regionale, Mario Oliverio, ha annunciato che a breve firmerà...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 1841  
La vicenda di Grazia, parla Vincenzo Catanzariti
Ricordate la vicenda di Grazia Tripargoletti, la donna che per arrivare sul posto di lavoro (motorizzazione civile di Cosenza) in modo puntuale è costretta a dormire su una panchina e di cui si è oc ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 988  
Calabria Verde, stabilizzati 203 lavoratori LSU-LPU
L’Azienda Calabria Verde ha concluso il processo di stabilizzazione dei 203 dipendenti, facenti parte degli ex Lsu/Lpu, che nel mese di aprile 2016 erano transitati in Calabria Verde provenienti dal ...
Leggi tutto