POLITICA Letto 3026  |    Stampa articolo

Vendola: “Calabria in macerie, la cultura del centro sinistra la risollevera’”

Foto © Acri In Rete
Roberto Saporito
"Potere e speranza hanno divorziato tempo fa, facciamo in modo che ritornino ad essere almeno una coppia di fatto.” Con questa frase, con cui si è guadagnato una vera e propria standing ovation, Nichi Vendola ha concluso la manifestazione pubblica a sostegno del candidato locale al consiglio regionale, Alberto Vuono e di Mario Oliverio, candidato a governatore per il centro sinistra. Vendola non cita mai il collega Oliverio, piuttosto se la prende spesso con Scopelliti reo “di aver ridotto in macerie la Calabria”, accusa la ‘ndrangheta “presente in tutti i settori della vita pubblica”, e prende come esempio la sua Puglia in netta crescita dal 2004. La sala Falcone è piena e Vendola ammalia.
In questi ultimi anni – dice il leader di Sel – in Calabria c’è stato un potere arcigno e cattivo che non ha fatto crescere la regione diventata la vergogna dell’Italia sotto la gestione Scopelliti. Siete ultimi in tutto e le ricchezze che avete non sono state sfruttate adeguatamente.”
Vendola dimostra di conoscere a fondo la regione quando cita l’Aspromonte, il porto di Gioia Tauro, Polsi, la Sila, il mare, Crotone e Reggio Calabriaalla cui guida finalmente è tornata una persona onesta e per bene.”
Applausi. C’è spazio anche per il ponte dello stretto e Vendola lo ricorda con una frase per la quale è stato processato e assolto dopo la denuncia dei sindaci di Reggio Calabria e Messina, Scopelliti e Buzzanca: “vogliono unire due cosche piuttosto che due coste.”
Quindi le proposte: “la questione è solo culturale, se i calabresi vorranno la regione si risolleverà, basti che la nuova classe dirigente di centro sinistra sappia sfruttare le potenzialità, intercettare e spendere i fondi europei come abbiamo fatto in Puglia, creando sviluppo e posti di lavoro. Non è più il momento di fare gli omertosi e di avere paura a denunciare.”
Il finale è per una riflessione di carattere nazionale: “attenzione, i partiti di estrema destra stanno crescendo in tutta Europa, nazismo e fascismo, sono presenti e la nostra democrazia, senza lavoro, diritti, dignità, è a forte rischio.”





PUBBLICATO 10/11/2014





Ultime Notizie

SPORT  |  LETTO 511  
Il punto sulla Promozione. L’Acri battuto dal Sant’Agata, Belvedere al comando
Ottava giornata con ben quattro vittorie esterne. Ancora imbattute Belvedere e Praia...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 1461  
Ospedale. Cataratte e non solo
Sebbene a corto di personale, il Beato Angelo riesce a dare importanti risposte. Nei giorni scorsi è stato effettuato un intervento di oculistica su una signora di cento anni.
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 2016  
Aggressione al funzionario del comune. La solidarietà dell’amministrazione comunale
Senza voler alimentare alcuna polemica, è nostro dovere informare la cittadinanza che nei confronti del dipendente comunale vittima dell’aggressione di un cittadino durante l’esercizio delle sue fun ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 2204  
Comune. Aggressione a funzionario atto inqualificabile
È di qualche giorno fa la notizia, rimasta incomprensibilmente in sordina, di un gravissimo episodio, senza precedenti, verificatosi tra le mura della Casa municipale, precisamente nelle stanze dell ...
Leggi tutto

SPORT  |  LETTO 435  
Bocce. 3 Edizione della gara regionale Trofeo Sant'Angelo
L’associazione sportiva dilettantistica “Gruppo Bocciofilo Città di Acri” anche per quest’anno ha organizzato per domenica 27 ottobre 2019, a partire dalle ore 9,00, il Trofeo “Sant’Angelo d’Acri”, ...
Leggi tutto