POLITICA Letto 3668  |    Stampa articolo

Comune. Maggioranza ancora una volta divisa. Ed e’ caos sui revisori dei conti

Foto © Acri In Rete
Roberto Saporito
Riaccertamento dei residui attivi e passivi e rinegoziazione dei mutui, dividono una maggioranza che ancora una volta si ritrova in evidente difficoltà. La somma totale, ovvero il disavanzo di amministrazione, è pari a circa diciassette milioni, di cui dodici di residui attivi e cinque di residui di dubbia esigibilità. Il tutto sarà pagato in trenta anni con una somma costante annua che si aggira sui seicentomila euro ma, precisa, la maggioranza, “non saranno messe le mani nelle tasche dei cittadini ma sarà razionalizzata la spesa corrente.”
Quanto stabilito dall’amministrazione Tenuta non convince l’opposizione, ovvero Udc e Pd che hanno votato contro mentre alcuni membri della stessa maggioranza, come Viteritti e Cavallotti, si sono astenuti. Riguardo la rinegoziazione dei mutui con la Cassa Depositi e Prestiti, per una somma di circa venti milioni  (slittamento di dieci anni, dal 2035 al 2044), i due esponenti della maggioranza hanno, invece, votato contro.
Dice Viteritti; “il Comune si indebiterà di circa tre milioni per cui non ce la sentiamo di votare tale delibera che, tra l’altro, non è stata discussa nelle apposite riunioni.” Soddisfatto, invece, il sindaco Tenuta, che è anche assessore al bilancio, che intravede la luce in fondo al tunnel ed un futuro più roseo per i cittadini; “si tratta di provvedimenti importanti che potrebbero spingere il Comune verso il risanamento e verso l’abbassamento delle tasse.” Poi la stoccata ai tre revisori dei conti; “la loro relazione è piena di contraddizioni e di certo non ci fanno fare una bella figura.”
Sotto accusa, quindi,  il collegio dei revisori dei conti,  ancora una volta diviso sul giudizio finale riguardo i documenti finanziari.
Due membri su tre, infatti, hanno espresso parere favorevole con riserva, l’altro addirittura contrario. La minoranza ne approfitta per sottolineare la gravità della cosa mentre Pettinato della maggioranza invita addirittura alle dimissioni l’intero collegio.
L’ultima assise, quindi, regala una maggioranza tutt’altro che coesa con due esponenti che sembrano aver preso oramai le distanze dal resto dei colleghi ed all’orizzonte vi è la discussione sul bilancio di previsione, altra tappa importante per la giunta Tenuta.

PUBBLICATO 10/06/2015





Ultime Notizie

POLITICA  |  LETTO 1489  
Comune. Dimissioni in giunta?
Lo abbiamo scritto qualche giorno fa. All’interno della maggioranza e della giunta non c’è un clima sereno. E non certo per colpa di questa testata giornalistica. Non è un mistero che consiglieri e ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 1397  
Amministrazione Comunale allo sbando
Pessima replica quella dell'Amministrazione comunale al comunicato dei consiglieri di opposizione che, allarmati e preoccupati per i gravissimi fatti di criminalità consumatisi ai danni di quei conc ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 217  
Tirocinanti Miur-Mibact: Quali prospettive per il nostro futuro?
Siamo padri e madri di famiglia, giovani e meno giovani che prestano servizio presso due distinti comparti ministeriali cioè Miur e Mibact a seguito di manifestazione d'interesse del 2016 e di cui l ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 428  
Questione di voti... ma anche di stile
Gentile Direttore, Leggendo il suo editoriale( E’ una questione. .. di voti), non senza sorpresa, ho scoperto di essere stato oggetto della Sua attenzione. Considerando il contenuto dello stesso, ri ...
Leggi tutto

INTERVISTA  |  LETTO 273  
Focus. Un docufilm su Losardo
Giovanni Losardo era un politico di Cetraro, ha ricoperto il ruolo di segretario della procura di Paola. Fu ucciso a colpi di fucile nel 1980. Un delitto ancora oggi impunito.
Leggi tutto