OPINIONE Letto 4763  |    Stampa articolo

Il ricordo di un allievo del suo Maestro

Foto © Acri In Rete
Lello De Vincenti
Stamane (26 dicembre 2015)  ho ricevuto una di quelle telefonate che non vorresti mai ricevere: la signora Sammarro mi informava da Bologna della morte  avvenuta qualche ora prima del marito  Lorenzo, mio fraterno amico e maestro.
Conoscevo da sempre il Dottor Sammarro ma ho iniziato a frequentarlo assiduamente dal 1979, quando, giovane medico appena rientrato da Napoli, mi ritrovai a lavorare con lui nella Divisione di Medicina Generale dell’Ospedale di Acri.
Subito fui conquistato dalla sua profonda umanità e dalla notevole preparazione professionale che avevo modo di constatare giornalmente stando al suo fianco. Capii che da lui avrei avuto molto da imparare come uomo e come medico e da allora mi “appiccicai” letteralmente al dottor Sammarro che fu sempre generoso in insegnamenti e consigli tanto che per me era diventato un fratello maggiore al quale chiedere non solo pareri medici ma  anche consigli di tipo personale.
In tanti anni ho avuto modo di apprezzare la sua generosità, la sua disponibilità all’ascolto dato ai pazienti, specie a quelli più bisognosi,il suo profondo senso cristiano della vita che lo portava a considerare il nostro lavoro  “una missione” , praticata sul campo e non enunciata a parole.
Negli ultimi anni la sua malattia , di cui parlava poco, a volte scherzandoci su, a volte considerandola una compagna di viaggio accettata cristianamente, senza mai disperarsi e sempre con la grande e viva vena di ironia che lo rendevano unico nel panorama dei miei amici.
Ho voluto scrivere questa personale testimonianza su una persona che come uomo e come medico è stato esempio per me e molti amici di serietà e coerenza e farlo conoscere a chi non ha avuto la fortuna di frequentarlo.
P.S:  la salma  giungerà ad Acri  MARTEDI 29 dicembre 2015 ; la camera ardente sarà allestita nella Sala del Consiglio Comunale di Palazzo Falcone-Sanseverino  e aperta dalle ore 9,00 alle ore 15,00 quando  avranno inizio i funerali presso la Basilica del Beato Angelo.

PUBBLICATO 27/12/2015





Ultime Notizie

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 77  
Amianto. Bando per il censimento e la bonifica degli edifici pubblici, l’Ona chiede la proroga della scadenza
L’ONA Cosenza, assieme all’ONA Reggio Calabria, prende atto dell’allarme creato dal rischio di contagio....
Leggi tutto

Comunicato stampa  |  LETTO 341  
Coronavirus. L’ordine dei giornalisti richiama alla massima attenzione
Di seguito pubblichiamo la nota di Giuseppe Soluri, presidente dell’ordine dei giornalisti della Calabria, riguardo....
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 746  
Sila e Acri. Allarme processionaria
È allarme processionaria in Sila e nelle zone limitrofe. E' quanto afferma in una nota, il Comitato Alberi Verdi. "Una gran quantità di pini - è detto nella nota - è stata attaccata dal terribile l ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 763  
Coronavirus. Le linee guida della Regione Calabria
La Regione, per scongiurare possibili casi di contagio, ha diramato le linee guida. Invita i cittadini, che in queste ore rientreranno dalle regioni del Nord interessate dall’espansione epidemica, ...
Leggi tutto

RECENSIONE  |  LETTO 311  
Vincenzo Rizzuto, e Caino disse: 'Andiamo ai campi'
Questa narrazione, che intreccia le vite del calabrese Mario Fossato (emigrato in Germania e figlio di un minatore morto giovane di silicosi), il suo amico palermitano Rocco Ceccuti (il quale arrive ...
Leggi tutto