OPINIONE Letto 3787  |    Stampa articolo

Un ricordo sempre presente del dott. Sammarro

Foto © Acri In Rete
Angelo Siciliano
...seduto in basilica difronte ad un imponente presepe ricordi di un passato che è sempre più presente che mai.
Raccoglimento, ascolto, senso di responsabilità…Questi sono i ricordi in tre parole di una persona straordinaria che per tanta fortunata ho avuto modo di conoscere nella mia adolescenza.
Il primo pensiero è stato ricordarlo la domenica in chiesa durante la Messa, accanto a sua moglie, sempre in pieno raccoglimento, in silenzio durante tutta la messa. Un raccoglimento, che nel suo silenzio, spiccava e non rimaneva nascosto, tra i primi banchi sul lato destro della chiesa di San Domenico e a fine celebrazione una parola e un sorriso per tutti.
Il secondo ricordo Ascolto… faceva silenzio ascoltava tutti ma proprio tutti grandi piccoli, trovava sempre un minuto per tutti. Ero un ragazzino ma ha sempre trovato un minuto per ascoltare le mie richieste. La mattina alle 7 nel suo studiolo sotto casa alle 9 di sera mentre usciva dal comune a casa o in strada. Io ragazzino lui Sindaco un importante dottore ma il tempo per ascoltarmi lo trovava sempre.
Senso di Responsabilità con cui ha sempre affrontato per quel che ricordo la sua vita e perché non dimenticherò mai le sgridate che mi ha fatto.
 Non dimenticherò mai, ad una mia richiesta, una sgridata sulle scale del comune una sera di tanti anni fa da Sindaco del comune di Acri. Senso di responsabilità con cui affrontava tutto ma soprattutto tutti.
Fu il sindaco della metanizzazione del comune di Acri, fu il sindaco di tutti la porta sempre aperta a tutti e il sindaco dei problemi da risolvere e no della vana gloria. Non ricordo mai sulla sua bocca io sono…io ho fatto anzi era più quello che faceva e non si sapeva che quello che mostrava di aver fatto.
Era la persona che ha sempre avuto un riguardo particolare per gli ultimi. Ricordo un giorno aiutammo un povero uomo che viveva in condizioni veramente misere in un pollaio tra le galline e grazie a lui trovammo un posto in clinica per ricoveralo e rifocillarlo. Se c’era un grosso problema bastava sottoporlo a lui e si arrivava sempre a una soluzione.
La porta di casa sua sempre aperta, ricordo dovevo fare una ricerca e chiesi a lui se poteva aiutarmi la sera dopo mi chiamò a casa sua e mi fece trovare due grossi libroni con segnate le pagine da leggere.
Difficile con le parole descrivere un grande medico, un vero politico, un bravo amministratore, un grande uomo. Uomo che dovrebbe essere ricordato da tutti giovani e vecchi. Ricordata l’attenzione che aveva per tutti soprattutto per gli ultimi e come questo abbia caratterizzato il suo essere medico, politico, sindaco… uomo.
E infine una famiglia bellissima, moglie straordinaria silenziosa sempre al suo fianco, e figlie bellissime… mi sento fortunato tanto di aver condiviso con loro alcuni momenti della mia vita.
Un pensiero e un ricordo di una persona straordinaria.

PUBBLICATO 03/01/2016





Ultime Notizie

NEWS  |  LETTO 838  
Coronavirus in Italia. Fine Pandemia il 19 maggio. Oltre ventimila i morti
Sono previsioni, quindi, soggette ad errori, ma noi speriamo di no. La previsione, rilasciata dall’Istituto per le Misurazioni e la Valutazione della Salute (IHME), e pubblicata su Huffpost, quotidi ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 702  
Coronavirus in Calabria. I dati di martedì 7 aprile. 833 positivi (+16 rispetto a ieri). Migliaia le multe elevate
Di seguito i dati divulgati dalla Regione. In Calabria ad oggi sono stati effettuati 12.622 tamponi. Le persone risultate positive al Coronavirus sono 833 (+16 rispetto a ieri), quelle negative sono ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 1186  
Coronavirus nella provincia di Cosenza. Tutti i casi comune per comune aggiornati al 6 aprile
Di seguito pubblichiamo i casi di Coronavirus della provincia di Cosenza, comune per comune, esclusi i deceduti. Cosenza 20, Rende 3, Cassano 2, Corigliano-Rossano 36, Altomonte 3, Amantea 3, Bels ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 2875  
Coronavirus. Comunità solidale ed esemplare
Vorrei esprimere apprezzamento ed un sentito ringraziamento alla nostra comunità, per l'esemplare atteggiamento assunto nel rispetto delle regole, a seguito delle restrizioni imposte per contrastare ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 396  
La solidarietà, quindi, non è un'utopia!
Non molto tempo fa scrivevamo che ‘senza solidarietà si muore’, e parlavamo dei poveri neri di Rosarno e di altri derelitti emigranti, visti e descritti come la peste
Leggi tutto