OPINIONE Letto 3569  |    Stampa articolo

Museo MACA: indagherà la Procura

Foto © Acri In Rete
Giacinto Le Pera
Da cittadini abbiamo il dovere di riconoscere l'autorità di un'Amministrazione. Cosa fondamentale però, è riconoscere a noi stessi il diritto ad essere amministrati ordinatamente, altrimenti sosteniamo un potere oltre che disordinato, contorto e malsano, anche demenziale . Sostenerlo quando regolamenta per se stesso e mai per la cittadinanza è semplicemente un suicidio collettivo.
Il giorno mercoledì 24 agosto u.s. alle 10h30, il Sig. Giacinto Le Pera supportato dal Comitato per i Beni Comuni, nelle stanze dell'acredine potenza acritana, ha incontrato il Sindaco Nicola Tenuta, l'Assessora Paola Capalbo, la Responsabile Settore Cultura Anna Sposato, Presidente, Vice e consigliere del Comitato di Gestione del MACA Francesco Cilento, Giuseppe Faragasso e Giuseppe Cristofaro, portando come oggetto di discussione e confronto l'insostenibile pesantezza del cenotafio/museo che domina sulla cittadina acrese. 
Terminato l'incontro durato oltre due ore:
Visto che per la nomina a direttore artistico, avvenuta nell'anno 2005, il Comune di Acri non ha adoperato alcun criterio di verifiche di idoneità tra più competitor come invece prevede il Regolamento (http://www.comuneacri.gov.it) ;
Visto che tale Regolamento prevede che le risorse finanziarie per alimentare il Museo li deve intercettare l'Amministrazione Comunale e non una Società privata ;
 - Visto che il Regolamento è stato approvato anche dai membri dell'opposizione senza preoccuparsi di verificarne la sua attuazione ;
Visto il danno di euro 43.500 (quarantatremila/500) contratto nell'anno 2008 dall'autoproclamato direttore artistico Silvio Vigliaturo danneggiando molte delle opere relative all'esposizione de "I Maestri dell'Informale" ;
Visto il danno prodotto nel 2016 dal Vigliaturo recidivo, oltre che economico (del quale tengono ben nascosto l'importo) anche d'immagine, con la mostra "Nouveau Réalisme, l’Esprit Provocateur di Mimmo Rotella" ;
Visto che la gestione ordinaria (personale, utenze, manutenzione) e straordinaria è 10 anni orsono a carico della comunità ;
Visto che il Museo MACA è di proprietà della comunità tutta e che il direttore artistico e la Società che gestisce finanziamenti pubblici ed attività culturali sono abusivi ;
Visto che il Comitato di Gestione Maca e Responsabile Settore Cultura non hanno aderito al compito di controllori come prevede il Regolamento ;
Visto che nessuna azione politica in merito è stata mai intrapresa e né si ha intenzione di praticarne ;
Visto l'improbabile metro di misura che si utilizza da queste parti per valutare requisiti morali e professionali di millantatori di ogni sorta ;
Visto che tra i componenti del comparto organizzativo/abusivo del Museo risulta presenziare il Sig. Omissis, indagato dalla Procura di Padova (http://mattinopadova.gelocal.it),
Si riservano di chiedere l'intervento di organo terzo: Procura della Repubblica Italiana.

PUBBLICATO 04/09/2016





Ultime Notizie

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 464  
La LACA ed il contenzioso sulla TARI 2014
Sono passati ormai 5 anni da quando abbiamo iniziato la nostra protesta nei confronti dell’allora amministrazione Tenuta, per le bollette “pazze” relative ai tributi comunali sui rifiuti solidi urba ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 607  
Acri inizi a promuovere sagre di carni di maiale (frittudi, scarafuogli, suzu, vozza, ecc.)
Si, lo so che Acri ha ben altre cose da offrire, ma le sagre mangerecce di paese sono gli appuntamenti che fanno spostare settimanalmente centinaia o migliaia di persone dalla provincia in una speci ...
Leggi tutto

SPORT  |  LETTO 129  
Calcio a 5. ASD Città di Fiore – Serralonga Pertina 4 – 4
Bellissima partita, giocata a viso aperto da tutte e due le parti, passa in vantaggio la squadra dell’Acri con un bel gol di Giudice. La squadra di casa Reagisce ed in cinque minuti pareggia e passa ...
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 935  
Verso le regionali. Ecco chi voteranno consiglieri comunali ed assessori
Nei giorni scorsi abbiamo ipotizzato i possibili schieramenti di alcuni consiglieri comunali e di qualche assessore. Ad oggi non ci è giunta alcuna smentita, ciò vuol dire che abbiamo indovinato. Lo ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 1678  
Alimentazione. Ecco le Montanine, le patatine silane in sacchetto
Le Montanine. Una bella novità sul mercato italiano, le patatine fritte in sacchetto prodotte in Calabria, in Sila, a Camigliatello Silano grazie ad Antonio e Serena Paese, due giovani imprenditori ...
Leggi tutto