OPINIONE Letto 3363  |    Stampa articolo

Presentazione del libro “La figlia del padrone” di Manuel Francesco Arena

Foto © Acri In Rete
Patrizia Arena
Atmosfere ancestrali, un amore struggente e contrastato, il duro lavoro nei campi e, sullo sfondo, la campagna calabrese di inizio ‘900…..
E’ in questo particolare contesto che si snoda l’ affascinante e tormentata storia d’amore narrata nel nuovo romanzo di Manuel Francesco Arena, giovane ed emergente scrittore acrese.
Sabato 1 ottobre,  in una location d’ eccezione, lo storico palazzo “Marchianò” a San Demetrio Corone, si è svolta la presentazione del libro “ La figlia del padrone”.
Sono intervenuti per l’ occasione illustri intellettuali, esponenti della cultura acrese e della cittadina arbereshe. L’ Assessore alla Cultura del Comune di San Demetrio, Dott.ssa Sonia Gradilone;  il Prof. Angelo Vaccaro, docente, naturalista  e Presidente dell’ Associazione culturale “Acri Pandosia  capitale degli Enotri”; il Prof. Giuseppe Cristofaro, docente e Presidente della “Fondazione Padula”.
L’ Assessore Sonia Gradilone, facendosi portavoce dell’ intera Amministrazione Comunale e, in particolare del Sindaco, ha espresso belle parole nei confronti di un così giovane scrittore, manifestando il suo entusiasmo nell’ aver reso possibile la realizzazione di quest’iniziativa culturale. Rivolgendosi allo scrittore lo ha invitato ad essere sempre se stesso e a lottare per le proprie idee, nonostante gli ostacoli e i “rifiuti” che la vita può porre davanti.
Affascinante l’ analisi che il Prof. Vaccaro fa di questo romanzo, definendolo “un dramma romantico senza tempo”. Attraverso il filo conduttore di un amore difficile, l’ autore volge lo sguardo alla non facile realtà sociale ed economica della Calabria nel post- Unità. Realtà fatta di grandi proprietari terrieri e di poveri coloni, di signorotti prepotenti e di umili servi. Quello che emerge è una società dalle forti differenze sociali, dove regna  l’ atavico divario tra ricchi e poveri, dove “chi possiede” si sente legittimato ad esercitare ogni forma di prepotenza e  di soprusi ai danni dei meno fortunati.
Il Prof. Cristofaro nel suo intervento pone l’ accento sui personaggi di questo romanzo che evocano, nel loro carattere e nelle loro azioni, personaggi di “pirandelliana memoria” come Mastro Don Gesualdo e i  “Vinti” dei romanzi di Verga,  costretti ogni giorno a lottare contro ogni sorta  di difficoltà.
Nell’ arco della manifestazione l’ autore, con molta emozione,  ha letto alcuni passi del libro accompagnati dallo scorrere di una rassegna di foto in bianco e nero della città di Acri, immagini suggestive di una Calabria di altri , che hanno rievocato nei presenti sentimenti  nostalgici di un passato ormai lontano.
A conclusione della serata sono stati rinnovati da parte di Manuel Francesco Arena i ringraziamenti all’Amministrazione Comunale di San Demetrio e, in particolare all’ Assessore Gradilone per essersi prodigata nell’ organizzazione dell’ evento. Inoltre, un ringraziamento particolare  è stato  rivolto al Prof. Vaccaro ,  al Prof. Cristofaro e al Prof. Zanfino,  nonchè a tutti  coloro che hanno preso parte alla serata e ad  Angelo Matrango per il supporto tecnico.
Si può contattare l’ autore del libro tramite il seguente indirizzo mail  manuelfrancescoarena@virgilio.it

PUBBLICATO 05/10/2016





Ultime Notizie

NEWS  |  LETTO 765  
Parco nazionale della Sila. Nominato il nuovo direttore
Nei giorni scorsi si è insediato il nuovo Direttore Domenico Cerminara, responsabile del Servizio Pianificazione, Programmazione, Tutela e Sviluppo dell’Ente Parco. Prende il posto di Giuseppe Luzzi ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 428  
Enel produzione. Rischio sottodimensionamento. Giovedì sciopero
Anche gli operai di Enel produzione, quelli di via Pastrengo per intenderci, parteciperanno allo sciopero di giovedì prossimo. “La vertenza Enel Green Power dell'unità territoriale di Acri non tro ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 530  
Regionali 2020. I dieci candidati più votati nell’intera regione. Vince Irto
Tra i migliori dieci candidati ben otto sono del centro destra. Il primato spetta a Irto (Pd, nella foto), ex presidente del consiglio regionale, con 12568 voti a seguire Gallo (Fi) 12053 quindi Esp ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 1235  
Complimenti vivissimi
Che strana gente siamo noi del Sud! Per carità, abbiamo molte virtù di cui andare fieri. Siamo orgogliosi (in particolare delle nostre origini), capaci, generosi, laboriosi, accoglienti.
Leggi tutto

POLITICA  |  LETTO 2127  
Regionali 2020. Ecco il nuovo consiglio regionale
Santelli presidente grazie al 55,3% (449.705 voti). Maggioranza. Molinaro, Gallo, De Caprio, Caputo, Morrone, Graziano, Mancuso, Raso, Tallini, Esposito, Pietropaolo, Pitaro, Creazzo, Neri, Arruzzo ...
Leggi tutto