OPINIONE Letto 3421  |    Stampa articolo

Bacia-culo di corte

Foto © Acri In Rete
Franco Bifano
In questo periodo tutte  le scuole  si sono impegnate a raccogliere nuove iscrizioni, allettando  gli studenti anche attraverso l’istituzione di nuovi corsi di studio. Dipendesse da me, ribalterei questo concetto.
Piuttosto che aprire corsi per formare nuove figure, darei la possibilità a chi è già ampiamente formato, di avere il tanto sospirato diploma.
Mi spiego meglio, esiste una figura, già da tempo radicata come gli asparagi nel nostro territorio, che svolge il suo “lavoro” con dedizione, scrupolo e rinomato zelo soprattutto in favore del potente di turno.
Si tratta del “bacia culo” (sorprendente evoluzione antropologica dello Yes Man), il quale pur avendo guadagnato già sul campo il titolo, oggi non può vantare un diploma o uno straccio di attestato che ne certifichi la spiccata competenza.
Signori Presidi, sarebbe il caso di farci un pensierino, aprire dei corsi per far  diplomare la categoria potrebbe fare, in termini di iscrizioni, la fortuna di qualsiasi scuola.
Certo, gli schizzinosi potrebbero storcere il naso perché la qualifica, per quanto utile, risulterebbe però poco elegante.
Nessun problema le nuove professioni sono tutte contemplate in lingua inglese si potrebbe aprire un percorso di studio in “Kiss Ass” ed il gioco è fatto!
Si tenga  presente però che il bacia-culo già formato,  quello cioè con  esperienza, non ama la visibilità.
Adora fare il suo lavoro  per la persona  potente ma vuole che gli altri non ne siano consapevoli. Cerca di apparire colto, ma soprattutto non  schierato.
Ha l’ambizione di coltivare un’immagine cristallina. E’ scaltro, per questo non si espone mai apertamente.
Quando è costretto dalle  circostanze a dar voce a qualche critica al suo capo utilizza gli altri, riporta  le loro parole salvaguardando, agli occhi del potente, la sua reputazione. E’ un virtuoso del colpo al cerchio e l’altro alla botte.
Un equilibrista, sempre in bilico tra quello che realmente è e quello che vuole apparire. Di rado si tradisce, lo fa quando il potente gli  “consiglia” di prendere posizione.
Allora riesce a dare  il meglio di sé. Con scrupolo e tenacia è in grado di trovare tutte le pagliuzze negli occhi degli altri, facendo, allo stesso tempo, finta di non vedere la grossa trave che si trova nelle chiappe dell’ “amico” potente.
Le stesse chiappe che, qualche minuto dopo, il furbo opportunista  tornerà furtivamente a baciare.
Un grande!

PUBBLICATO 08/02/2017





Ultime Notizie

NEWS  |  LETTO 264  
Alessandro Cofone presenta la raccolta di fiabe 'Incanto - storie nascoste tra le stelle'
Domenica 17 Novembre alle ore 17:30 presso la Sala delle Colonne del Palazzo Sanseverino-Falcone di Acri (Cs) Si terrà la presentazione del libro: “Incanto – storie nascoste tra le stelle“ edito da ...
Leggi tutto

AVVISO  |  LETTO 65  
Avis: donazione periodica del sangue
Si comunica a tutti i donatori e a chiunque volesse donare il sangue che martedì 12 novembre 2019 dalle ore 07:30 alle ore 11:00 in piazza Sprovieri nei pressi del bar “THE PLANET”, sarà presente un ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 1098  
Rifiuti. Servizio porta a porta. Ecco la ditta vincitrice del bando
Nella giornata di oggi l’ufficio tecnico ha comunicato la ditta aggiudicatrice dell'appalto inerente il servizio di raccolta differenziata porta a porta, trasporto e smaltimento dei rifiuti.
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 562  
Premio Padula 2019. Ecco i vincitori
Michela Marzano per la narrativa con “Idda”, Salvatore Nigro per la saggistica con “La funesta docilità”, Corrado Formigli, giornalista de La7, per la sezione giornalismo, Mario Martone per la sezio ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 1002  
I migliori licei calabresi in base al successo universitario. C’è anche il liceo “Julia”
La Fondazione Agnelli ha redatto la classifica che valuta gli istituti superiori italiani in relazione alla media dei voti e alla percentuale di esami superati dai diplomati. In Calabria, la provinc ...
Leggi tutto