COMUNICATO STAMPA Letto 1878  |    Stampa articolo

Non si finisce mai di… incassare!

Foto © Acri In Rete
Libera Associazione Cittadini Acresi
Email
Come era prevedibile, subito dopo l’insediamento dei commissari, l’ufficio tributi sta dando seguito a tutte le pendenze sui tributi delle annualità arretrate che la passata amministrazione non è stata in grado di attuare.
Dopo le bollette del servizio idrico, TARI, per gli anni 2015 e 2016, sta provvedendo a recapitare le bollette TARI per l’anno 2017.
Consigliamo vivamente ai nostri concittadini di verificare se ciò che è riportato nella bolletta corrisponde alla situazione reale del proprio nucleo familiare (Utenza domestica) o della propria attività commerciale (utenza non domestica). Segnalate eventuali difformità agli uffici comunali, come ad esempio il numero di componenti nel nucleo familiare, la superfice catastale che deve essere ridotta del 20%, le eventuali detrazioni previste dal regolamento comunale, come ad esempio per soggetti con più di 65 anni di età o ai nuclei familiari numerosi.
Sono, inoltre, in consegna le cartelle esattoriali Equitalia, riguardanti il tributo della TARES 2013, dei crediti messi a ruolo e trasmessi all’agente di riscossione.
La Libera Associazione Cittadini Acresi ha più volte richiesto alla passata amministrazione di rivedere le tariffe della TARES, che come ha dimostrato, palesemente sbagliate e la riemissione delle relative bollette con i valori corretti.
E’ stata chiesta la revisione degli importi applicando la decurtazione dell’80% per il disservizio accertato a seguito dell’emergenza rifiuti venutasi a creare nella seconda metà del 2013 e per tutto il 2014.
E’ stato anche chiesto un sistema di tassazione più equo e rispondente alle esigenze dei cittadini, soprattutto in questo periodo di crisi.
Richieste purtroppo tutte disattese. Adesso la palla passa ai cittadini.
Chi volesse farlo, può in autonomia, entro 60 giorni dalla notifica della cartella esattoriale di Equitalia, aderire alla mediazione obbligatoria presentando un ricorso all’organo preposto del comune di Acri.
Abbiamo messo a punto un modello di ricorso, clicca qui e scarica, personalizzabile secondo le proprie esigenze da presentare al protocollo comunale per un tentativo di mediazione.
Ricordiamo che per importi superiori ad € 2585,28 è comunque necessaria l’assistenza di un tecnico abilitato.
Se entro 90 giorni gli uffici comunali non risponderanno alla richiesta, ci si potrà rivolgere alla commissione tributaria per far valere i propri diritti nei successivi 30 giorni.
La prossima amministrazione, dal punto di vista dei tributi arretrati avrà forse “vita facile”, in quanto l’onere dell’incasso sarà fatto ricadere sulla gestione commissariale e sul dissesto provocato da chi l’ha preceduta. Mentre alle elezioni comunali mancano giusto 2 mesi, dobbiamo già sorbirci una campagna elettorale “silenziosa”.
Nei prossimi mesi, oltre al martellamento continuo dei cercatori di voti, dovremo sorbirci anche altre comunicazioni da parte degli uffici comunali, primo tra tutti quello delle cartelle Equitalia relative alla TARI 2014, possiamo starne certi.

- scarica il MODULO

PUBBLICATO 12/04/2017





Ultime Notizie

NEWS  |  LETTO 367  
Parte martedì il "Silent" Cinema
Prenderà il via martedì 22 agosto la tre giorni del “Silent Cinema”, la rassegna cinematografica all’aperto che prevede la proiezione di tre film  su un maxischermo che, con l’ausilio di cuffie wi f ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 535  
Presentato il libro “La figlia del padrone” di Manuel Francesco Arena
Atmosfere ancestrali, un amore struggente e contrastato, il duro lavoro nei campi e sullo sfondo, la campagna calabrese di inizio ’900. E’ in questo contesto storico che si sviluppa la suggestiva st ...
Leggi tutto

AVVISO  |  LETTO 137  
Avis: donazione periodica del sangue
Si comunica a tutti i donatori e a chiunque volesse donare il sangue che sarà presente l’autoemoteca MARTEDI’ 22 AGOSTO 2017 dalle ore 7.30 alle ore 11:00 in VIA MONTESSORI nei pressi del BAR SWEET ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 3149  
Crisi idrica. Multati alcuni agricoltori per prelievo abusivo di acqua
Il lungo periodo di siccità che ha colpito tutto il territorio cosentino ha avuto gravi conseguenze anche per la produzione agricola. Per ovviare al problema della siccità alcuni agricoltori hanno a ...
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 2265  
Ordinanza n. 25/2017, il sindaco fa chiarezza
Dopo la pubblicazione dell’ordinanza recante numero 25/2017 avvenuta in ottemperanza di quella emanata dalla Regione Calabria, ho avuto modo di leggere ed ascoltare reazioni del tutto fuorvianti ris ...
Leggi tutto