POLITICA Letto 3190  |    Stampa articolo

Verso le elezioni. Feraudo: “citta’ mortificata e vilipesa, occorre voltare pagina”

Foto © Acri In Rete
Roberto Saporito
In questi ultimi anni la città è stata mortificata e vilipesa, occorre voltare pagina.” E’ uno dei tanti passaggi dell’intervento di Maurizio Feraudo nel corso dell’apertura della campagna elettorale tenutasi in piazza Matteotti.
Con lui anche i circa quaranta candidati al consiglio comunale inseriti nelle tre liste civiche Cattolici Progressisti, Progetto Europa e Cittadini in movimento.
Feraudo, già consigliere regionale di Italia dei valori, dal 2005 al 2010, ha spiegato le ragioni della sua scelta e toccato alcuni punti importanti del suo programma.
Prima, però, non ha lesinato forti critiche agli avversari: “ho deciso di candidarmi quando ho visto chi c’era dall’altra parte. Se gli elettori vogliono rivotare chi ha svuotato le casse comunali, provocando il dissesto finanziario, e chi non ha mantenuto gli impegni, lo facciano pure.”
Ed aggiunge: “ad ogni elezione  massimi rappresentanti regionali di alcuni partiti, promettono ma in realtà ci prendono in giro. Anche in questa occasione siamo costretti ad ascoltare promesse su ospedale e viabilità ma tutti conoscono  come stanno le cose, le mancanze, gli errori del passato e le responsabilità.”
Quindi alcuni punti del programma: “rilanciare l’economia è cosa prioritaria, occorre aiutare imprenditori e commercianti, prevedere sgravi fiscali per chi investe nel centro storico dove c’è spazio per la realizzazione di alberghi diffusi, prestare attenzione al decoro urbano, terminare le tante opere incompiute o trovare altre soluzioni, puntare sulle nostre eccellenze e, quindi, istituire un appuntamento annuale, stare accanto alle fasce deboli e realizzare una residenza per anziani, partecipare a tutti i bandi europei e sfruttare al meglio la canonizzazione del Beato Angelo.”
Infine l’ultima stoccata: “quando ricoprivo il ruolo di consigliere regionale, ho contributo a fare inserire i fondi della statale 660 e della Sibari-Sila, nell’Accordo di programma, ma da quel giorno solo errori e false promesse.”    

PUBBLICATO 21/05/2017





Ultime Notizie

INTERVISTA  |  LETTO 38  
Focus. Il presidente della Fondazione Padula illustra la dodicesima edizione del Premio
Cinque giorni di dibattito, riflessioni, mostre, proiezioni, interviste, da martedì 19 a sabato 23 presso il palazzo Falcone va in scena la dodicesima edizione del Premio Padula.
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 207  
Museo del Risorgimento. A che punto è?
Giusto tre anni fa, ottobre 2016, l’Amministrazione Comunale di allora, guidata da...
Leggi tutto

AVVISO  |  LETTO 221  
Campagna di prevenzione malattie tiroidee
Mercoledì 20 novembre dalle ore 9:00 alle ore 13:00 in via Don Francesco Maria Greco snc (nel piazzale interno edificio liceo classico) stazionerá il "camper della Salute" per effettuare uno screeni ...
Leggi tutto

SPORT  |  LETTO 185  
Il punto sulla Promozione. La Rossanese si fa avanti, Acri fermata dal maltempo
Undicesima giornata. Tre gare non disputate a causa del terreno impraticabile, il Cutro è sempre più ultimo mentre il Rossano raggiunge la vetta. Risultati; San Marco/Acri,
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 663  
I fatti della settimana. Lavoro, premi e patrocini (fastidiosi)
La copertina spetta al lavoro. Anche noi di Acri in rete, salutiamo con soddisfazione il fatto che a breve una settantina di lsu ed lpu saranno stabilizzati. Un giusto riconoscimento dopo oltre vent ...
Leggi tutto