COMUNE Letto 3736  |    Stampa articolo

Crisi idrica provocata da diversi fattori

Foto © Acri In Rete
Amministrazione Comunale - Acri
Sulla crisi idrica, che da qualche mese sta interessando gran parte del territorio, interviene l’Amministrazione Comunale. “Il problema, si legge in una nota, è riconducibile ad una crisi idrica regionale conseguente, come più volte spiegato, alle poche o nulle precipitazioni ed alle ultime gelate. La chiusura dei serbatoi, in determinate ore della giornata, si rende necessaria per  un comportamento tecnico preventivo corretto, nel momento in cui nel serbatoio il livello d’acqua scende drasticamente.
Quelle che alimentano i serbatoi, sono acque di sorgenti o di pozzi, e considerando che dal 2012 non vi sono abbondanti precipitazioni, le sorgenti stesse hanno fatto registrare un calo di circa il 50%.
Basti pensare che Bocca di latte, da 25 litri al secondo, ne eroga 10, la cosiddetta Quinta Finestra da 42 l/s è scesa a 22 l/s.
Se l’acqua è gelata e le precipitazioni scarseggiano, anche le sorgenti saranno di portata ridotta come si sta verificando in questi ultimi giorni. 
Riguardo la criticità verificatesi a Pagania Vallone Cupo,  non si è potuto procedere alla riparazione della piccola perdita, e non voragine come erroneamente riportato, a causa delle bassissime temperature che hanno impedito l’intervento degli operai.
Lo scorso 5 gennaio, invece, a causa di un calo di tensione sulla linea Enel, le pompe che servono l’impianto di Ominiello, si sono bloccate  Il personale, nel tardo pomeriggio e con condizioni meteo proibitive, ha provveduto tempestivamente a riparare l’inconveniente.
Il 31 dicembre gli operai comunali sono intervenuti su vari guasti verificatisi in località Serra di Buda e Là Mucone.
Le previsioni meteo purtroppo non sono delle migliori ma il personale addetto sarà disponibile e pronto ad intervenire laddove ce ne sarà bisogno affinché il servizio sia garantito.
Si precisa che nelle ultime ore, a causa del congelamento di tubi e contatori  nelle proprietà private, il settore Protezione Civile del Comune e il Gruppo Volontari ProCiv, ali quali va tutto il nostro ringraziamento, stanno garantendo il proprio operato e supporto 24 ore su 24.
Si dovrebbe evitare, dunque, la strumentalizzazione del problema, visto che questa Amministrazione, sebbene le ristrettezze economiche, sta facendo di tutto per alleviare i disagi in un territorio tra i più vasti ed impervi della Regione
.” 

PUBBLICATO 11/01/2017





Altre dal Comune

COMUNE  |  LETTO 1050  
L'Amministrazione comunale incontra il direttore generale Sergio Diego
Si è tenuto martedì 9, alle ore 10:00, presso la sede dell’ASP di Cosenza, un incontro fra il direttore generale, Sergio Diego e una delegazione dell’Amministrazione comunale di Acri con in testa l’ ...
Leggi tutto

COMUNE  |  LETTO 693  
Comune. Auguri di buone vacanze a tutti i ragazzi
L’Amministrazione comunale, formula gli auguri di buone vacanze, sicuramente meritate, a tutti i ragazzi e si congratula per il ricco cartellone offerto, alla città, dalle numerose scuole di danza p ...
Leggi tutto

COMUNE  |  LETTO 3434  
I disagi degli impianti di Trionto e Mucone non imputabili al Comune
Riguardo i disagi per la mancanza di acqua in alcune zone del territorio, l’ufficio tecnico, servizio acquedotti, precisa che essi sono dovuti all’interruzione dell’energia elettrica che ha interess ...
Leggi tutto

COMUNE  |  LETTO 2656  
Venerdì l'assessore Capalbo nelle scuole superiori per il giorno della memoria
Anche il Comune di Acri, ricorderà la Shoah. Venerdì prossimo, 27 gennaio, Giorno della Memoria, l’Assessore alla cultura e pubblica istruzione, Maria Paola Capalbo, si recherà nelle scuole superior ...
Leggi tutto

COMUNE  |  LETTO 3428  
Sala San Giacomo chiusa: solo una dimenticanza da parte degli uffici
Sabato scorso, un gruppo di liberi cittadini, associazioni ed alcuni partiti politici, non hanno potuto tenere il previsto incontro su “No all’esternalizzazione del servizio tributi”,  presso la sal ...
Leggi tutto