NEWS Letto 1206  |    Stampa articolo

I fatti della settimana. Il premio Padula, il flop di Lucano, la morte di Fusaro

Redazione
Foto © Acri In Rete
Il Premio letterario Padula, il processo per la morte di Fusaro e la politica sono le notizie scelte questa settimana.
Premio Padula. Cala il sipario sull’undicesima edizione del Premio letterario Padula. La serata finale è stata presentata da Tiziana Ferrario, ex giornalista del Tg1. Tra gli ospiti più illustri, Massimo Cacciari, Paolo Virzì, Ezio Mauro e Mimmo Lucano. Tutti i premiati hanno ricevuto una statua in vetro del maestro Vigliaturo, un assegno e una copia de “Il Bruzio.”
Tra le cose più interessanti emerse nella serata finale, il giudizio negativo espresso da alcuni ospiti nei riguardi dell’attuale governo nazionale.
Infantili, incompetenti, immaturi e cazzari”, così sono stati definiti gli attuali governanti, soprattutto da Virzì e Cacciari. Nella giornata in cui era presente il sindaco di Riace, verso il quale la procura di Locri ha emesso un divieto di dimora nella stessa Riace, la sala non era piena e l’assenza di cittadini, intellettuali e istituzioni si è fatta sentire. Lucano è stato intervistato dall’esperto Filippo Veltri, nessun riferimento, però, alla vicenda giudiziaria che vede il sindaco di Riace accusato di abuso d’ufficio, concussione e truffa. Decreto Salvini e Minniti, verso cui Lucano non ha avuto parole di elogio, gli argomenti trattati.
Morte Fusaro. La Procura di Novara sta lavorando alacremente per fare luce sulla vicenda che, nel 2012, provocò la morte di Antonio Fusaro dopo un intervento chirurgico.
Il primario Ezio Micalizzi sarà rinviato a giudizio per i motivi che potete leggere nell’articolo pubblicato qualche giorno fa. Nessuna colpa per gli altri membri dello staff medico che operò Fusaro.
Politica.
Clima sempre più rovente tra maggioranza e Feraudo, consigliere di opposizione, verso cui la stessa maggioranza voleva sollevare un caso di incompatibilità.
Voleva, appunto, perché la questione, trattata nella seduta dei capigruppo del 23 novembre, non è stata poi inserita tra i punti all’ordine del giorno del prossimo consiglio comunale che dovrebbe tenersi martedì 4 e non lunedì 3 come inizialmente previsto.
I “fatti della settimana” tornano settimana prossima.

PUBBLICATO 02/12/2018

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Ultime Notizie

RECENSIONE  |  LETTO 111  
Giuseppe Scaramuzzo presenta il suo nuovo libro, "Gli emigrati acresi nelle Americhe e nella Grande Guerra"
Il libro ricostruisce la storia dell’emigrazione acrese nelle Americhe tra la fine dell’Ottocento e gli inizi del Novecento ed, in particolare, quella dei circa 1.300 giovani chiamati alle armi per ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 78  
Comune. Cavallotti, massima fiducia a Fusaro che non è incompatibile
“Contro Mario Fusaro, presidente del consiglio comunale, è in atto un vero e proprio accanimento ingiustificato portato avanti addirittura da alti esponenti politici.”
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 1283  
La verità, solo la verità
Apprendo dalla stampa (essendo fuori per impegni istituzionali) che gli attivisti a cinque stelle ha posto delle questioni sul sottoscritto e sulle mie attività, a loro dire, improprie.
Leggi tutto

COMUNICATO STAMPA  |  LETTO 975  
Ad Acri, tuttappostu!
Questo verrebbe da dire sentendo alcune dichiarazioni esternate nell’ultimo consiglio comunale da parte di consiglieri di maggioranza. Un consiglio comunale in cui ci si poteva aspettare un passo i ...
Leggi tutto

OPINIONE  |  LETTO 3581  
Acri cambiabuca
Che il Comune di Acri sia un ente in stato di dissesto finanziario è cosa ormai nota a tutti i concittadini. Che il dissesto sia una situazione che durerà ancora qualche altro anno è un dato certo e ...
Leggi tutto