NEWS Letto 4103  |    Stampa articolo

Crisi idrica: il Sindaco invia le autobotti comunali

Redazione
Foto © Acri In Rete
La crisi idrica, causata dalla siccità, non da tregua al territorio acrese. Diverse aree del paese, da giorni, vivono una situazione di vera e propria emergenza.
Gli abitanti residenti nelle zone interessate, in particolare quelli situati più in alto, dove l’acqua arriva con minore pressione, hanno difficoltà a svolgere le normali attività quotidiane.
Per ovviare a questo problema il sindaco ha deciso di inviare, nelle zone maggiormente colpite dalla siccità, le autobotti comunali.
Nel frattempo dovrebbero essere intensificati i controlli per prevenire e reprimere i furti di acqua pubblica (o il suo uso improprio) che possono compromettere la corretta distribuzione e fruizione da parte di tutta la cittadinanza.

PUBBLICATO 02/08/2017

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Altre News

NEWS  |  LETTO 1421  
Notte Bianca. Il programma
Sabato 17 agosto è in programma la Notte Bianca. Tanti gli eventi che prenderanno il via alle 20 e termineranno alle prime luci dell'alba.
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 1244  
Ecodistretto e referendum. Feraudo antesignano
Anche in questo scorcio del mese di agosto, la questione Ecodistretto, sollevata per prima da Acri in Rete, continua a tenere banco. Dopo aver contattato l’ing. Martino, della Martino Associati, la ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 980  
Visioni differenti: il cinema all'aperto
Dal 9 al 25 agosto, in piazza S. Domenico, si terrà la rassegna cinematografica all'aperto "Visioni Differenti".
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 1619  
Verso le Regionali. Occhiuto in città
Non è dato ancora sapere se si vota a novembre, cioè a fine legislatura, febbraio o addirittura ottobre con le Politiche...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 886  
Ritornano gli incendi
Incendi diffusi sull’intero territorio provinciale. L’ultimo in ordine cronologico è divampato intorno alle 16 sulle colline che sovrastano Cosenza, nel Comune di Carolei.
Leggi tutto