NEWS Letto 2749  |    Stampa articolo

Presentato il libro “La figlia del padrone” di Manuel Francesco Arena

Redazione
Foto © Acri In Rete
Atmosfere ancestrali, un amore struggente e contrastato, il duro lavoro nei campi e sullo sfondo, la campagna calabrese di inizio ’900.
E’ in questo contesto storico che si sviluppa la suggestiva storia d’amore animata dal contrasto tra il perenne scontro tra il torto e la ragione, contenuta nel romanzo di Manuel Francesco Arena.
Giorno 17 Agosto, nella sala del Caffè Letterario di Acri completamente gremita, è stato presentato l’ultimo libro di Manuel Francesco Arena.
Sono per l’occasione intervenuti oltre all’autore, il prof. Giuseppe Cristofaro, presidente della fondazione V. Padula, il prof. Angelo Vaccaro, insegnante e naturalista, Angelo Sposato, narratore e poeta e la dott.ssa Maria Mascitti, assessore alla cultura del comune di Acri. Il giovane autore acrese classe 1993, ha spiegato il suo romanzo definendolo come “un atto d’amore verso la propria terra ed un atto dovuto alla memoria dei contadini del Sud nel post unità d’Italia, finiti nell’oblio della storia, assieme ai loro sacrifici, tradizioni e lotte per un mondo più equo”. Interessante l’analisi del prof. Cristofaro, che ha esaltato l’epopea contadina descritta nel libro e la non rassegnazione da parte di Patrizio, il protagonista del romanzo, che nonostante tutto, cerca di tenere testa a don Giovanni, per l’appunto, il padrone. Infine chiude celebrando i nuovi Patrizio che non chinano la testa ai poteri forti rappresentati oggi dalla politica e dalla mafia.
Il prof. Vaccaro, ha esaltato invece la metafora e il dramma amoroso quasi realistico che si consuma nel racconto, definendolo con il dovuto rispetto, quasi Manzoniano per le vicende narrate e per le ambientazioni lontane dall’oggi.
Angelo Sposato, oltre a leggere un pezzo dell’incipit, con grande chiarezza, ha sottolineato il dramma romanzesco tipico meridionale che si consuma nel racconto. Non solo nell’intreccio amoroso tra Eleonora e Patrizio, ma anche attraverso i valori, le tradizioni e la voglia di rivalsa del microcosmo contadino del tempo che fa da contorno al racconto, molto spesso costretto a negare l’evidenza ed a girarsi dall’altra parte per paura.
L’assessore Mascitti, portando i saluti della giunta comunale, ha invece marcato la passione ed il coraggio dell’autore che ha avuto nel pubblicare e quindi mettersi a nudo, dando il frutto del suo lavoro al pubblico.
Alla fine della presentazione, l’autore visibilmente emozionato, ha espresso ancora sentiti ringraziamenti alla fondazione “V. Padula” nella persona del presidente prof. G. Crsitofaro, al prof. A. Vaccaro per il supporto, ad A. Sposato per l’intervento, all’assessore M. Mascitti, ed a tutti gli ospiti intervenuti.

Il libro “la figlia del padrone”, e’ acquistabile online e ordinabile presso tutte le librerie fisiche d’italia.
Per chi voglia contattare l’autore, puo’ farlo tramite l’indirizzo di posta elettronica: manuelfrancescoarena@virgilio.it

PUBBLICATO 21/08/2017

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Altre News

NEWS   |  LETTO 2671  
Eruzione Vesuvio. Ecco chi dovremo accogliere
Nella giornata di oggi, è stato presentato il Piano aggiornato di evacuazione in caso di eruzione del Vesuvio....
Leggi tutto

NEWS   |  LETTO 495  
Giornata mondiale del rifugiato. Iniziativa di La casa di Abou
In occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato la comunità alloggio per minori stranieri non accompagnati, promuove, presso la Torre Civica, alle 17,30 di giovedì 20 giugno, un’iniziat ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 1192  
Centrale idroelettrica Mucone. Intitolata ad Adele Giannone?
Sarebbe, non solo una lodevole iniziativa, ma anche un atto dovuto verso una donna antesignana....
Leggi tutto

NEWS   |  LETTO 1378  
Statale 660 e terreni privati. Necessaria la rimozione di vegetazione incolta e pericolosa
Chi, in questi giorni, percorre la statale 660, bivio Luzzi-bivio Longobucco, una quarantina di chilometri...
Leggi tutto

NEWS   |  LETTO 1111  
I fatti della settimana. Informazione ed interpretazione
Facciamo nostra, ma la cambiamo leggermente, una citazione di un noto artista; “siamo responsabili di quello che scriviamo non di quello che viene interpretato”....
Leggi tutto