NEWS Letto 5199  |    Stampa articolo

Terremoto ad Ischia, il racconto di due acresi: “siamo ancora spaventati ma restiamo qui”

Roberto Saporito
Foto © Acri In Rete
Un grande boato, al punto da pensare più a un’esplosione che al terremoto, la scossa ed il black out elettrico, il tutto in pochi secondi, è stato bruttissimo”.
Enzo e Antonella, marito e moglie di Acri, difficilmente dimenticheranno la loro vacanza ad Ischia ed in particolare a Casamicciola.
Raggiunti al telefono, Enzo, ancora con la voce rotta dalla paura, ci racconta i terribili momenti vissuti lunedì scorso.
Eravamo seduti a tavola per la cena, credo fossero le nove, ad un tratto abbiamo sentito un forte boato, sono bastati pochi secondi per capire che non si trattava di un’esplosione bensì di un terremoto, è tremato tutto ed ognuno, tra urla disperate e movimenti istintivi, si è comportato come meglio ha ritenuto, poi siamo usciti fuori, mancava la luce e si era innalzata una nube di terriccio, sono stati davvero momenti bruttissimi.
La notte tra lunedì e martedì abbiamo preferito dormire in auto, qualcuno avvertiva scosse di assestamento che facevano muovere addirittura le auto in sosta ma martedì siamo tornati in albergo anche perché la struttura che ci ospita ha riportato solo lievi danni
.”
Enzo e Antonella, erano arrivati nell’isola campana, ospiti in un noto albergo di Casamicciola, proprio la zona più colpita dal sisma, domenica 13 agosto per trascorrere due settimane.
“L’accoglienza, come al solito, è stata fantastica, questo posto è una favola, siamo ancora spaventati, dice Enzo, ma restiamo qui fino a sabato prossimo, ovvero fino alla fine della vacanza, crediamo che il peggio sia passato e mi auguro che qui l’estate non sia finita. In tanti, invece, hanno preferito abbandonare Ischia già dopo qualche ora dall’evento, alcune zone dell’isola stanno cercando di ritornare alla normalità dopo il caos ma è bene precisare che il terremoto ha colpito solo alcune aree, commercianti ed albergatori sono infuriati così come la manovalanza impiegata nelle tantissime strutture ricettive in quanto credono che la stagione estiva sia ormai compromessa, molti di loro ce l’hanno anche con i giornalisti che non stanno fornendo un’informazione completa, dando molto spazio alle zone colpite dal terremoto senza sottolineare che le altre dell’isola non sono state interessate dal sisma e continuano a fornire servizi ed a vivere la quotidianità.”
Enzo, infine, sottolinea l’intervento dei soccorsi: “in alcune aree i danni sono stati ingenti ma ho verificato di persona che l’assistenza è stata celere e le persone in difficoltà sono state tempestivamente soccorse, anche oggi, a distanza di tre giorni, le forze dell’ordine e la Protezione Civile si stanno adoperando ed anche lo Stato, con la presenza di Ministri e Sottosegretari, ha mostrato la propria vicinanza.”

PUBBLICATO 23/08/2017

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Altre News

NEWS  |  LETTO 1280  
Scuola. Ecco i tre nuovi indirizzi scolastici
Nuovi indirizzi scolastici e nuove opportunità. Dal 7 al 30 gennaio, genitori e studenti....
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 848  
Rifiuti. Nominato il Commissario che dovrà individuare il sito dell’ecodistretto
Acri in rete, la testata che per prima ha scritto dell’ecodistretto, continua a seguire con attenzione la questione rifiuti. Il dipartimento Ambiente della Regione ha nominato Ida Cozza, 49 anni, Co ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 410  
Ritorna la luce del Classico
Secondo appuntamento con “La luce del Classico”, la manifestazione che si tiene all’interno del liceo classico nelle ore pomeridiane ed organizzata da studenti ed alunni. L’evento “Smartphonizzazi ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 2378  
Carabinieri, presto il trasferimento in altra sede
A molti di noi mancherà. Si tratta della caserma dei carabinieri sita in via delle Filande, ovvero in un luogo centrale dove, in auto o a piedi, ci si passa con facilità e spesso. E non può essere a ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 1139  
Nasce Julia in rete
Ci sono tanti e buoni motivi per annunciare con soddisfazione la nascita di Julia in rete. Intanto perché lo facciamo da ex liceali dello Julia, poi perché il magazine, di questo
Leggi tutto