NEWS Letto 6112  |    Stampa articolo

Sanita’, Scura firma il decreto. Nel frattempo spunta una struttura privata

Roberto Saporito
Foto © Acri In Rete
Ci siamo. Forse, anzi speriamo. Lo scorso 13 settembre il Commissario alla sanità, Massimo Scura, ha firmato il Decreto (n°117) per l’attuazione dell’Atto aziendale (n° 858) redatto dall’Asp.
Ora vi sono sessanta giorni di tempo perché il documento entri in vigore. Entro e non oltre il 13 novembre, quindi, quanto scritto nell’Atto deve essere attuato. Sarà la volta buona?
Di certo, ora, gli organi preposti e la politica non hanno più alibi. L’ospedale Beato Angelo è classificato come ospedale di area disagiata e può “appoggiarsi” allo Spoke Rossano-Corigliano, potrà contare su medicina generale, chirurgia generale ridotta per urgenze di bassa e media complessità, anestesia, oculistica, day hospital, day surgery, emodialisi, farmacia, direzione sanitaria con responsabile dipendente dallo Spoke di riferimento, radiologia e laboratorio analisi, pronto soccorso di primo intervento, 118.
In attesa che l’Atto entri in vigore, in città sta per nascere una struttura privata. La cartellonistica campeggia in via Seggio, ex palazzo Inps.
Si tratta del Marrelli Hospital, nata nel 2013 e con sede principale in Crotone, clinica privata ad indirizzo polispecialistico medico–chirurgico con prevalente attività di chirurgica oncologica, chirurgia generale ed ortopedica, diretta dal dott. Massimo Marrelli e di cui è dirigente l’ex vice presidente della Giunta Scopelliti, Antonella Stasi.
Il diritto alla salute è sancito dalla Costituzione ma se il privato riesce a dare risposte veloci, affidabili ed allo stesso costo delle strutture pubbliche e se esso riesce a creare nuovi posti di lavoro, ben vengano questi tipi di servizi.
Intanto, mercoledì alle 18 al cinema San Domenico è previsto un incontro promosso da un gruppo di cittadini, tra cui anche i consiglieri di opposizione Bonacci, Vigliaturo e Feraudo, al fine di costituire un comitato a difesa dell’ospedale.
I promotori ritengono, infatti, che con il nuovo Atto il presidio sarà ridimensionato in termini risorse umane e servizi.
Nel frattempo sono sette anni, quasi 90 mesi, 2500 giorni che si parla dell’imminente installazione della risonanza magnetica.

PUBBLICATO 19/09/2017

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Altre News

NEWS  |  LETTO 1377  
Ufficio del lavoro. Da oggi riaperto
Da oggi, mercoledì 11, riapre l’ufficio del lavoro sito all’interno della sede dell’ex comunità montana. Per il momento sarà aperto solo il mercoledì dalle 9 alle 12,30 ma dalla regione hanno preso ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 1362  
Scuola. Ecco i tre nuovi indirizzi scolastici
Nuovi indirizzi scolastici e nuove opportunità. Dal 7 al 30 gennaio, genitori e studenti....
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 940  
Rifiuti. Nominato il Commissario che dovrà individuare il sito dell’ecodistretto
Acri in rete, la testata che per prima ha scritto dell’ecodistretto, continua a seguire con attenzione la questione rifiuti. Il dipartimento Ambiente della Regione ha nominato Ida Cozza, 49 anni, Co ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 464  
Ritorna la luce del Classico
Secondo appuntamento con “La luce del Classico”, la manifestazione che si tiene all’interno del liceo classico nelle ore pomeridiane ed organizzata da studenti ed alunni. L’evento “Smartphonizzazi ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 2433  
Carabinieri, presto il trasferimento in altra sede
A molti di noi mancherà. Si tratta della caserma dei carabinieri sita in via delle Filande, ovvero in un luogo centrale dove, in auto o a piedi, ci si passa con facilità e spesso. E non può essere a ...
Leggi tutto