NEWS Letto 3022  |    Stampa articolo

Video lottery e slot machine. Nel 2016 in citta' giocate per 9 milioni

Roberto Saporito
Foto © Acri In Rete
Nei giorni scorsi sono stati diffusi i dati che rimandano al sito di elaborazione del Gruppo Espresso dove si possono calcolare le spese effettuate nei Comuni per Video Lottery e Slot Machine.
I dati si riferiscono al 2016. Cifre esose anche per Acri dove le giocate pro capite sono state pari a 460, ovvero 9 milioni di euro, più 8% rispetto al 2015.
In città sono presenti oltre 200 apparecchi, ovvero 10 per abitante. I dati e le giocate riguardano Vlt, video lottery, installati in determinati locali, che accettano anche banconote e, quindi, prevedono vincite alte, più 70% rispetto al 2015, e New Slot, installati in bar e tabaccherie, che accettano solo monete, più 6% rispetto al 2015. Secondo i dati Acri risulta essere una città medio alta per quanto riguarda la virtuosità avendo raggiunto 3 punti in un range che va da 1 a 5.
Più il punteggio è alto e più sono basse la presenza di apparecchi e le giocate.
La passione per questi tipi di gioco, anche qui, è alta, quindi, e coinvolge, uomini e donne, giovani ed anziani. Il fenomeno delle “macchinette mangia soldi” è molto più di diffuso di quanto si pensi, se ne parla molto poco rispetto alla sua gravità, nonostante abbia fatto e faccia tante “vittime”. Una piaga dai costi sociali elevatissimi, tanto subdola quanto pericolosa, ma una vera e propria dipendenza patologica con segni e sintomi chiari.
I media la definiscono ludopatia, gli specialisti gioco d’azzardo patologico.
Si tratta dell’incapacità di resistere all’impulso di giocare o fare scommesse, come si legge sul sito del Ministero della Salute, che di recente ha inserito la cura del disturbo nei Lea, Livelli Essenziali di Assistenza, a testimonianza della natura patologica del fenomeno.
Il termine ludopatia si riferisce ad una vera e propria forma di dipendenza non legata all’abuso di una sostanza, ma all’adozione di uno specifico comportamento.
Molteplici i fattori che ne determinano l’insorgenza, a cominciare da una predisposizione individuale alle gratificazioni della vincita, che agisce come rinforzo, alimentate poi dal desiderio di realizzare dei sogni.
E una volta che si comincia è difficile smettere. In molti hanno avuto seri problemi economici.
Sarebbe opportuno, quindi, che gli organi preposti, istituzioni in primis, affrontassero il problema.

PUBBLICATO 18/12/2017

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Altre News

NEWS  |  LETTO 929  
Associazioni. Nasce la Consulta
Un organo necessario ed utile per mettere ordine e dare regole; la Consulta delle Associazioni....
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 1495  
Sosta selvaggia. Ignoranza e noncuranza
Sosta selvaggia tra noncuranza e ignoranza. Viviamo in una città civile? Siamo disciplinati? Rispettiamo le regole? A quanto pare no. Siamo così indisciplinati da indurre la comandante della Polizia ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 1327  
Ospedale. Ecco cosa manca
Personale, personale, personale. La richiesta è unanime. Da amministratori e addetti ai lavori....
Leggi tutto

NEWS   |  LETTO 2542  
Dora Capalbo vince in Sardegna
Gli acresi continuano a farsi apprezzare in tutti i settori. Sta diventando, oramai, una felice scoperta quotidiana. Oggi tocca alla poesia ed a Dora Dora Capalbo che ha vinto in Sardegna il "Premi ...
Leggi tutto

NEWS   |  LETTO 1154  
Pizzerie. Vadolì nel Gambero Rosso 2020
Ancora un riconoscimento per la ristorazione acrese ed in particolare per la pizza, questa volta quella rotonda e cotta nel forno a legna. Ritorno alla terra, management dell’identità e valorizzazio ...
Leggi tutto