NEWS Letto 2703  |    Stampa articolo

Cronaca. Incendiato un carro funebre

Redazione
Foto © Acri In Rete
Nella notte tra il 3 e il 4 gennaio, ignoti hanno dato fuoco ad un carro funebre, distruggendolo insieme al garage dove si trovava.
Il mezzo era della ditta di onoranze funebri Carmine Morrone ed il fatto è avvenuto in località San Giacomo d’Acri.
Sulla vicenda stanno indagando i carabinieri della locale stazione di Acri.
I titolari si trovavano fuori sede e saranno ascoltati a breve. Fortunatamente i vicini sono intervenuti con ogni mezzo ed hanno evitato danni peggiori.
Occorre vedere se si è trattato di un corto circuito, di un incendio casuale o addirittura di una intimidazione.
Da queste parti il cosiddetto racket è un fenomeno sconosciuto.

PUBBLICATO 07/01/2019

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Altre News

NEWS   |  LETTO 1212  
Consiglio comunale. Gencarelli nuovo presidente dell’assise
Con undici voti,, quelli della maggioranza, Angelo Gencarelli è stato eletto nuovo presidente del consiglio comunale....
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 1498  
Comune. Stabilizzazione per trenta Lpu
Una ottima notizia per trenta lavoratori Lpu. Con delibera di giunta dello scorso 27 settembre, la giunta comunale da il via libera alla stabilizzazione di trenta unità lavorative Lpu.
Leggi tutto

NEWS   |  LETTO 2110  
Festa dell’Unità. Oliverio; “per questo territorio cospicui investimenti”
Tantissimi gli spunti di riflessione dopo la festa dell’Unità che si è tenuta sabato sera nella villetta comunale di via Campo Sportivo. Grazie ai contenuti ed agli ospiti.
Leggi tutto

NEWS   |  LETTO 745  
Consiglio comunale. Il giorno delle surroghe. Il nuovo volto dell’assise
Domani, lunedì, torna a riunirsi il consiglio comunale. L’assise, per via delle dimissioni....
Leggi tutto

NEWS   |  LETTO 1363  
Salvini ed i salviniani acresi a Cosenza
Decidiamo, anche noi, di andare a vedere ed ascoltare l’ex ministro Matteo Salvini....
Leggi tutto