NEWS Letto 6100  |    Stampa articolo

Nasce anche ad Acri l’Avo, associazione volontari ospedalieri

Roberto Saporito
Foto © Acri In Rete
L’Avo, Associazione Volontari Ospedalieri, rappresenta una delle più importanti e riconosciute realtà nel settore del volontariato socio-sanitario. Da oggi questa importane Associazione è presente anche ad Acri. Può fare parte di questa associazione chiunque abbia il desiderio di mettere al servizio degli ammalati degenti negli ospedali parte del proprio tempo. L’Avo nasce  nel 1915 come Associazione laica grazie all’intuizione del fondatore Erminio Lunghini, primario medico dell’ospedale di Sesto San Giovanni.
Egli avvertì la necessità di una nuova presenza all’interno delle corsie ospedaliere a fianco degli ammalati al fine di fargli superare i momenti di solitudine, di isolamento, di disagio. Qui è stato già costituito il Comitato che vede Pasquale Algieri, in qualità di presidente, e poi come componenti Angela Tenuta, Rosaria Celso, Maria Mangano, Pina Cozzolino, Ornella Laudone, Rosanna Pirillo, Rossella Marazzita.
Tale Associazione, dicono i promotori, nasce dalla voglia personale di dedicare parte del nostro tempo libero a chi ha bisogno di essere ascoltato. Nel nostro territorio già da tempo operano altre associazioni ma la nostra si differenzia dalle altre perché opera direttamente a stretto contatto con la persona. Grazie alla volontà del presidente regionale Danilo Ferigo ed al segretario regionale Tonino Servidio che hanno sposato sin da subito la nostra causa.
Grazie anche al direttore sanitario dell’ospedale Beato Angelo, Anna Di Donato, che ha reso possibile la nostra presenza nelle corsie
.
L'Avo organizza corsi di formazione per gli aspiranti volontari. Gli incontri, tenuti da volontari-formatori, da medici e psicologi, hanno per argomento in particolare la comunicazione con il malato, la relazione d'aiuto, le problematiche socio-assistenziali, l'organizzazione sanitaria e gli aspetti normativi del volontariato. Per contatti ci si può rivolgere al 333/5966826 o avoacri@libero.it.

PUBBLICATO 18/03/2016

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Altre News

NEWS   |  LETTO 181  
Coronavirus in Calabria. I numeri di lunedì 30 marzo. 647 positivi, 31 deceduti, 14 comuni chiusi
In Calabria ad oggi sono stati effettuati 7187 tamponi. Le persone risultate positive al Coronavirus sono 647 (+33 rispetto a ieri), quelle negative sono 6079.
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 513  
Ordinanza Prociv. Al Comune di Acri 177mila euro. Ecco a chi rivolgersi
Domenica scorsa, la presidenza del Consiglio dei ministri, ha diramato l’ordinanza numero 658 con cui si forniscono informazioni al Dipartimento della Protezione civile per l’aiuto ai Comuni italian ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 717  
Coronavirus in Calabria. I dati di domenica 29 marzo. 614 positivi (+59). 25 decessi
Di seguito i dati divulgati dalla Regione. n Calabria ad oggi sono stati effettuati 6693 tamponi. Le persone risultate positive al Coronavirus sono 614 (+59 rispetto a ieri), quelle negative sono 60 ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 2558  
Coronavirus nella provincia di Cosenza. Nessun caso ad Acri
Corigliano Rossano 19, San Lucido 33, Rogliano 22, Cosenza 10, Bocchigliero 21, Santo Stefano di Rogliano 5, Altomonte 3, Amantea 3, Cariati 3, Cetraro 3, Paola 3, Rende 1, Roggiano 2, Scala Coeli 3 ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 948  
Coronavirus in Calabria. La curva del contagio decresce. Ecco perchè
Vi proponiamo uno stralcio dell’ennesimo report realizzato oggi dal prof. Francesco Aiello, docente Unical, che riteniamo importante per comprendere alcuni aspetti. Accanto alla curva del contagio “ ...
Leggi tutto