NEWS Letto 3894  |    Stampa articolo

Gara deserta e randagi in liberta'

Rosanna Caravetta
Foto © Acri In Rete
Nessun canile si prenderà cura dei tanti cani randagi in giro per le vie della città. Nessuno  ha voluto partecipare all’appalto “per l’affidamento del servizio di cattura , trasporto e custodia in canile sanitario, ricovero in canile rifugio dei cani rinvenuti vaganti o randagi sul territorio nonché recupero e smaltimento spoglie animali”  indetto  nei mesi passati dal Comune di Acri.
La gara, esperita nei giorni scorsi,   è infatti andata deserta e si teme che anche per la primavera – estate 2016 gli acresi saranno costretti a  fare i conti, tra paura e preoccupazione,  con i tanti randagi del territorio. Come si penserà adesso di  far fronte al problema? Perché nessuna azienda ha voluto partecipare alla gara? Questo quello che in molti si stanno chiedendo in questi giorni  con il Comune che,  dopo la fine della convenzione con la Cino Sport,  resta adesso completamente scoperto  sotto questo punto di vista. Intanto il problema persiste e puntualmente come accade ogni anno in questo determinato periodo  l’eco del fenomeno si amplifica ulteriormente. 
Con la bella stagione diventa consuetudine per molti fare passeggiate, anche la sera dopo cena,  e soprattutto portare  a giocare i più piccoli nei vari spazi verdi della città. Abitudini  non sempre sicure. Non è difficile, infatti,  passeggiando  anche in pieno centro ,  imbattersi in branchi di cani per lo più affamati e imprevedibili  così come molte mamme sono sempre più diffidenti rispetto al fatto che i loro figli di giorno giochino sui prati delle villette comunali  che poi di notte diventano dormitori per i randagi.
E adesso che almeno per i prossimi mesi non si potrà contare sull’aiuto di strutture preposte alla cattura e custodia di questi animali   la situazione  è destinata a  complicarsi  nonostante le iniziative di microchippatura degli animali e le campagne di  sensibilizzazione portate avanti dagli amministratori.
 Un importante contributo sul territorio la sta dando l’ associazione animalista “Qua la Zampa” che grazie ad alcune donazioni darà il via ad una campagna di sterilizzazione dei randagi. 

PUBBLICATO 22/04/2016

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Altre News

NEWS  |  LETTO 407  
Liceo Julia ed Aspa insieme contro la ludopatia
Il forte sodalizio tra Liceo Classico e Scientifico V. Julia e la società civile aggiunge un altro tassello al già grande mosaico basato su rispetto e collaborazione reciproca al servizio degli alun ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 3871  
Coronavirus. Ondata di rientri di docenti e lavoratori dal nord
Era prevedibile. Nella giornata di ieri abbiamo contattato alcuni amici autisti di bus e ditte di trasporto su gomma che ci hanno confermato le indiscrezioni del giorno prima. A causa dell’espander ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 744  
I cocktail molecolari all’istituto alberghiero
L’Istituto alberghiero ha ospitato, nell’ambito di una serie di stage formativi, il barman Leonardo Beraldi di Mirto Crosia proprietario del Chocolat. Leonardo si è presentato agli alunni con profes ...
Leggi tutto

NEWS   |  LETTO 2799  
Gioielleria svaligiata. Emergono altri particolari. Ecco chi sono i colpevoli
Due uomini e una donna sono stati fermati dai carabinieri a Pelago, in provincia di Firenze, con l’accusa di essere gli autori della rapina avvenuta giovedì scorso ai danni della gioielleria Garofal ...
Leggi tutto

NEWS   |  LETTO 1639  
Gioielleria saccheggiata. Ritrovata la merce ma ancora tanti aspetti da chiarire
E' stata rinvenuta nei pressi di Firenze la refurtiva della rapina all'ex gioielleria Garofalo. Il proprietario, Antonio Garofalo era stato vittima, lo scorso mercoledì, di un'aggressione, nei press ...
Leggi tutto