NEWS Letto 5691  |    Stampa articolo

Impennata di furti nel week end

Roberto Saporito
Foto © Acri In Rete
Ci risiamo. Hanno colpito nuovamente. Questa volta sia in centro che in periferia. Messe a soqquadro abitazioni, prelevati oggetti vari, oro e soldi. Il “colpo” che ha destato più scalpore, i malviventi lo hanno messo a segno domenica sera attorno alle 19 in via Moro, una zona centrale, molto trafficata e dove insistono numerose attività commerciali che, però, considerata la giornata festiva, erano tutte chiuse. Un “colpo” studiato nei minimi dettagli, secondo le vittime e chi indaga. Marito e moglie, di domenica a quell’ora, si recano sempre in chiesa, chi è entrato in casa conosceva abitudini ed orari. Al ritorno, poco prima delle 20, la brutta sorpresa; casa sotto sopra, spariti oggetti personali e di valore, ricordi e soldi.
Diversi sono stati gli appartamenti visitati dai ladri, negli ultimi  giorni. Stessa sorte ad una famiglia residente all’interno di un condominio nel centro. Per nulla impauriti degli altri occupanti, i malviventi hanno messo a segno il colpo nel tardo pomeriggio.
Qualche altro tentativo di rapina non è andato a buon fine grazie proprio ai residenti che hanno allertato i carabinieri alla vista di auto e persone sospette costrette, poi, ad allontanarsi. Le periferie, le zone più “visitate”, ovvero laddove sono presenti case sparse e facilmente accessibili perché situate al piano terra e spesso anche incustodite. Tante le denunce alla locale stazione dei carabinieri ma in molti hanno preferito non farlo sicchè è difficile stabilire il numero esatto dei furti che, ora, rappresentano motivo di preoccupazione per i cittadini.
La banda, pare, colpisca in ogni ora del giorno e della settimana ma, nelle ultimi giorni i ladri hanno preferito il sabato ed i giorni di festa quando le case gli occupanti escono magari per una gita fuori città. Da qualche anno, la cittadina silana, una volta immune, deve fare i conti con tali episodi.
Numerosi gli incontri tra istituzioni e forze dell’ordine.
Qualche mese fa, ma solo per un paio di giorni, la Prefettura, su invito del sindaco Tenuta, decise di potenziare i controlli sul territorio inviando agenti di Polizia e Guardia di Finanza. Evidentemente, non basta, il monitoraggio andrebbe fatto in modo costante e continuo considerato anche che quello di Acri è uno dei territori più vasti della Regione. I carabinieri fanno quello che possono e chiedono la massima collaborazione di tutti. Difficile anche individuare chi mette a segno i colpi; è gente del posto o proviene da aree limitrofe ma si fa aiutare da qualche basista che conosce bene i comportamenti dei cittadini dopo averli pedinati?
Le forze dell’ordine lanciano i soliti appelli; non lasciare auto e abitazioni aperte e segnalare ogni minimo movimento sospetto. I ladri, solitamente, prima di mettere a segno il furto, controllano diverse volte l’esterno dell’abitazione e le abitudini degli occupanti.

PUBBLICATO 27/04/2016

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Altre News

NEWS  |  LETTO 414  
Liceo Julia ed Aspa insieme contro la ludopatia
Il forte sodalizio tra Liceo Classico e Scientifico V. Julia e la società civile aggiunge un altro tassello al già grande mosaico basato su rispetto e collaborazione reciproca al servizio degli alun ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 3911  
Coronavirus. Ondata di rientri di docenti e lavoratori dal nord
Era prevedibile. Nella giornata di ieri abbiamo contattato alcuni amici autisti di bus e ditte di trasporto su gomma che ci hanno confermato le indiscrezioni del giorno prima. A causa dell’espander ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 760  
I cocktail molecolari all’istituto alberghiero
L’Istituto alberghiero ha ospitato, nell’ambito di una serie di stage formativi, il barman Leonardo Beraldi di Mirto Crosia proprietario del Chocolat. Leonardo si è presentato agli alunni con profes ...
Leggi tutto

NEWS   |  LETTO 2820  
Gioielleria svaligiata. Emergono altri particolari. Ecco chi sono i colpevoli
Due uomini e una donna sono stati fermati dai carabinieri a Pelago, in provincia di Firenze, con l’accusa di essere gli autori della rapina avvenuta giovedì scorso ai danni della gioielleria Garofal ...
Leggi tutto

NEWS   |  LETTO 1644  
Gioielleria saccheggiata. Ritrovata la merce ma ancora tanti aspetti da chiarire
E' stata rinvenuta nei pressi di Firenze la refurtiva della rapina all'ex gioielleria Garofalo. Il proprietario, Antonio Garofalo era stato vittima, lo scorso mercoledì, di un'aggressione, nei press ...
Leggi tutto