NEWS Letto 5689  |    Stampa articolo

Impennata di furti nel week end

Roberto Saporito
Foto © Acri In Rete
Ci risiamo. Hanno colpito nuovamente. Questa volta sia in centro che in periferia. Messe a soqquadro abitazioni, prelevati oggetti vari, oro e soldi. Il “colpo” che ha destato più scalpore, i malviventi lo hanno messo a segno domenica sera attorno alle 19 in via Moro, una zona centrale, molto trafficata e dove insistono numerose attività commerciali che, però, considerata la giornata festiva, erano tutte chiuse. Un “colpo” studiato nei minimi dettagli, secondo le vittime e chi indaga. Marito e moglie, di domenica a quell’ora, si recano sempre in chiesa, chi è entrato in casa conosceva abitudini ed orari. Al ritorno, poco prima delle 20, la brutta sorpresa; casa sotto sopra, spariti oggetti personali e di valore, ricordi e soldi.
Diversi sono stati gli appartamenti visitati dai ladri, negli ultimi  giorni. Stessa sorte ad una famiglia residente all’interno di un condominio nel centro. Per nulla impauriti degli altri occupanti, i malviventi hanno messo a segno il colpo nel tardo pomeriggio.
Qualche altro tentativo di rapina non è andato a buon fine grazie proprio ai residenti che hanno allertato i carabinieri alla vista di auto e persone sospette costrette, poi, ad allontanarsi. Le periferie, le zone più “visitate”, ovvero laddove sono presenti case sparse e facilmente accessibili perché situate al piano terra e spesso anche incustodite. Tante le denunce alla locale stazione dei carabinieri ma in molti hanno preferito non farlo sicchè è difficile stabilire il numero esatto dei furti che, ora, rappresentano motivo di preoccupazione per i cittadini.
La banda, pare, colpisca in ogni ora del giorno e della settimana ma, nelle ultimi giorni i ladri hanno preferito il sabato ed i giorni di festa quando le case gli occupanti escono magari per una gita fuori città. Da qualche anno, la cittadina silana, una volta immune, deve fare i conti con tali episodi.
Numerosi gli incontri tra istituzioni e forze dell’ordine.
Qualche mese fa, ma solo per un paio di giorni, la Prefettura, su invito del sindaco Tenuta, decise di potenziare i controlli sul territorio inviando agenti di Polizia e Guardia di Finanza. Evidentemente, non basta, il monitoraggio andrebbe fatto in modo costante e continuo considerato anche che quello di Acri è uno dei territori più vasti della Regione. I carabinieri fanno quello che possono e chiedono la massima collaborazione di tutti. Difficile anche individuare chi mette a segno i colpi; è gente del posto o proviene da aree limitrofe ma si fa aiutare da qualche basista che conosce bene i comportamenti dei cittadini dopo averli pedinati?
Le forze dell’ordine lanciano i soliti appelli; non lasciare auto e abitazioni aperte e segnalare ogni minimo movimento sospetto. I ladri, solitamente, prima di mettere a segno il furto, controllano diverse volte l’esterno dell’abitazione e le abitudini degli occupanti.

PUBBLICATO 27/04/2016

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Altre News

NEWS   |  LETTO 683  
Giornata nazionale della colletta alimentare
Sabato 30 Novembre si svolgerà in tutta Italia la giornata nazionale della colletta alimentare, organizzata dalla Fondazione Banco Alimentare. È questa un occasione per aiutare concretamente i pover ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 1133  
Dimensionamento scolastico. Resta tutto immutato?
L’amministrazione comunale avrebbe trovato la soluzione. Dovrebbe lasciare tutto immutato. Se ne parlerà il prossimo anno, di questi tempi, per l’anno scolastico 2020/2021.
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 830  
Il Premio Padula citato da Rai Radiouno
Il Premio Padula 2015, ottava edizione, o meglio una parte di esso, è finito su Rai Radiouno nel corso della trasmissione Formato Famiglia che va in onda da lunedì a venerdì alle 12,30 condotto da D ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 1086  
Le Sardine in piazza a Cosenza
Arriva anche in Calabria, a Cosenza, il Movimento delle “Sardine” contro Salvini. Al motto di “tutti stretti come in boccaccio sott’olio” i cosentini aderenti al movimento si danno appuntamento per ...
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 1924  
Il Parco nazionale della Sila set cinematografico
Quando diventammo testata giornalistica on line, gennaio 2017, tra gli obiettivi che ci proponemmo ci fu anche quello di volgere lo sguardo al di fuori dei confini comunali, seguendo con interesse q ...
Leggi tutto