NEWS Letto 3056  |    Stampa articolo

Premio Padula 2016. Serata finale

Roberto Saporito
Foto © Acri In Rete
Cala il sipario sulla nona edizione del Premio Letterario “Vincenzo Padula”, dedicato al prete, scrittore e giornalista acrese vissuto nell’800. Carmine Abate, per la narrativa, Pier Luigi Vercesi, per la saggistica, Clara Sanchez, per la sezione narrativa internazionale e Giuseppe Tornatore per la sezione cinema “Talarico.” Sono questi i vincitori. La giuria, presieduta da Walter Pedulà, è composta da Nicola Merola, Raffaele Nigro, Giovanni Russo e Santino Salerno.
Hanno collaborato alla scelte dei vincitori anche gli istituti scolastici superiori di Acri, Bisignano, Luzzi e San Demetrio Corone.  Riconoscimenti Speciali "Persone in Calabria" a Francesco Bevilacqua, scrittore, Michele Albanese, giornalista e Raffaele Cirino, saggista.
La serata finale si è tenuta sabato nel strapieno palazzo Falcone-Sansverino e condotta da Enrica Bonaccorti. “Obiettivo fondamentale del Premio, ha detto il presidente della Fondazione Padula, Giuseppe Cristofaro, è creare ed offrire, soprattutto ai ragazzi ed ai giovani, opportunità, occasioni, luoghi, momenti di incontri, riflessioni, studi. Il Premio è un evento articolato durante tutto l’anno e coinvolge il mondo scolastico e quelle delle associazioni attraverso iniziative culturali e lettura di libri.
L’edizione di quest’anno aveva come tema la Calabria terra che include, terra delle opportunità, terra del Padula
.”
Per il sindaco Tenuta, “l’evento si è oramai ritagliato uno spazio importante nel panorama culturale italiano e proietta la città, sebbene per pochi giorni, al di fuori dei contesti locali.
Il Premio, quindi, dovrà essere supportato con ogni mezzo, non solo perché ospita nomi eccellenti della cultura italiana ed internazionale ma soprattutto perché coinvolge, nella lettura e nella scrittura, migliaia di studenti, ovvero, le future generazioni
.”
Nei quattro giorni si sono tenuti incontri, seminari e dibattiti sull’importanza della scuola che include, sulla disabilità e sul talento delle donne.
Interessanti i momenti che hanno visto gli studenti rivolgere domande a Giuseppe Tornatore e Clara Sanchez dopo aver visto alcuni film del regista siciliano e letto alcuni libri della scrittrice spagnola. Durante la quattro giorni, si sono tenute anche  mostre di libri e foto antiche.
A cura di Poste Italiane, l’Annullo filatelico dedicato al Premio.

PUBBLICATO 12/12/2016

© Riproduzione Riservata  E' vietata la riproduzione, la traduzione, l'adattamento totale o parziale di questo giornale, dei suoi articoli o di sue foto (© Acri In Rete) presenti in esso.

Altre News

NEWS   |  LETTO 1487  
Consiglio comunale. Gencarelli nuovo presidente dell’assise
Con undici voti,, quelli della maggioranza, Angelo Gencarelli è stato eletto nuovo presidente del consiglio comunale....
Leggi tutto

NEWS  |  LETTO 1832  
Comune. Stabilizzazione per trenta Lpu
Una ottima notizia per trenta lavoratori Lpu. Con delibera di giunta dello scorso 27 settembre, la giunta comunale da il via libera alla stabilizzazione di trenta unità lavorative Lpu.
Leggi tutto

NEWS   |  LETTO 2338  
Festa dell’Unità. Oliverio; “per questo territorio cospicui investimenti”
Tantissimi gli spunti di riflessione dopo la festa dell’Unità che si è tenuta sabato sera nella villetta comunale di via Campo Sportivo. Grazie ai contenuti ed agli ospiti.
Leggi tutto

NEWS   |  LETTO 936  
Consiglio comunale. Il giorno delle surroghe. Il nuovo volto dell’assise
Domani, lunedì, torna a riunirsi il consiglio comunale. L’assise, per via delle dimissioni....
Leggi tutto

NEWS   |  LETTO 1643  
Salvini ed i salviniani acresi a Cosenza
Decidiamo, anche noi, di andare a vedere ed ascoltare l’ex ministro Matteo Salvini....
Leggi tutto